Gran Premio di Monaco 2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monaco Gran Premio di Monaco 2010
826º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 6 di 19 del Campionato 2010
Monte Carlo Formula 1 track map.svg
Data 16 maggio 2010
Nome ufficiale LXVIII Grand Prix de Monaco
Circuito Montecarlo
Percorso 3.34 km / 2.08 US mi
Circuito cittadino
Distanza 78 giri, 260.52 km/ 162.24 US mi
Clima soleggiato
Risultati
Pole position Giro più veloce
Australia Mark Webber Germania Sebastian Vettel
RBR-Renault in 1'13"826 RBR-Renault in 1'15"192
(nel giro 71)
Podio
1. Australia Mark Webber
RBR-Renault
2. Germania Sebastian Vettel
RBR-Renault
3. Polonia Robert Kubica
Renault

Il Gran Premio di Monaco 2010 è la sesta prova della stagione 2010 del Campionato mondiale di Formula 1. Si è corso domenica 16 maggio 2010 sul Circuito di Monte Carlo a Monte Carlo. La gara è stata vinta dal pilota australiano Mark Webber su Red Bull-Renault.

Vigiliamodifica | modifica sorgente

Aspetti tecnicimodifica | modifica sorgente

La Bridgestone, fornitore unico degli pneumatici, annuncia per questa gara gomme super-morbide e medie.[1]

Aspetti sportivimodifica | modifica sorgente

A causa della tortuosità del tracciato e della lentezza di alcune monoposto era stato proposto di inserire una sorta di prequalifiche per evitare che il troppo traffico non consentisse ai piloti dei team più rapidi di cogliere tempi significativi. La proposta è stata però rigettata.[2]

L'ex pilota britannico Damon Hill (campione nella stagione 1996 con la Williams) è nominato nella commissione di gara, assieme ai tre steward.[3]

Provemodifica | modifica sorgente

Nella prima sessione del giovedì[4] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Squadra/Motore Tempo Gap Giri
1 8 Spagna Fernando Alonso Italia Ferrari 1'15"927   32
2 5 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 1'16"000 +0"073 27
3 11 Polonia Robert Kubica Francia Renault 1'16"016 +0"089 28

Nella seconda sessione del giovedì[5] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Squadra/Motore Tempo Gap Giri
1 8 Spagna Fernando Alonso Italia Ferrari 1'14"904   36
2 4 Germania Nico Rosberg Germania Mercedes GP 1'15"013 +0"109 40
3 5 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 1'15"099 +0"195 48

Nella sessione del sabato[6] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Squadra/Motore Tempo Gap Giri
1 11 Polonia Robert Kubica Francia Renault 1'14"806 26
2 7 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 1'14"852 +0"046 22
3 6 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 1'14"945 +0"139 25

Alonso della Ferrari ha avuto un incidente alla curva Massenet nell'ultima sessione di prove libere; l'incidente è senza conseguenze per il pilota ma tale da rendere danneggiata in modo irreparabile la vettura per le qualifiche.[7]

Qualifichemodifica | modifica sorgente

Nella sessione di qualifica[8] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Q1 Q2 Q3 Griglia
1 6 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 1'15"035 1'14"462 1'13"826 1
2 11 Polonia Robert Kubica Francia Renault 1'15"045 1'14"549 1'14"120 2
3 5 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 1'15"110 1'14"549 1'14"227 3
4 7 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 1'14"757 1'14"405 1'14"283 4
5 2 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 1'15"676 1'14"527 1'14"432 5
6 4 Germania Nico Rosberg Germania Mercedes GP 1'15"188 1'14"375 1'14"544 6
7 3 Germania Michael Schumacher Germania Mercedes GP 1'15"649 1'14"691 1'14"590 7
8 1 Regno Unito Jenson Button Regno Unito McLaren-Mercedes 1'15"623 1'15"150 1'14"637 8
9 9 Brasile Rubens Barrichello Regno Unito Williams-Cosworth 1'15"590 1'15"083 1'14"901 9
10 15 Italia Vitantonio Liuzzi India Force India-Mercedes 1'15"397 1'15"061 1'15"170 10
11 10 Germania Nicolas Hülkenberg Regno Unito Williams-Cosworth 1'16"030 1'15"317 11
12 14 Germania Adrian Sutil India Force India-Mercedes 1'15"445 1'15"318 12
13 16 Svizzera Sébastien Buemi Italia STR-Ferrari 1'15"961 1'15"413 13
14 12 Russia Vitalij Petrov Francia Renault 1'15"482 1'15"576 14
15 22 Spagna Pedro de la Rosa Svizzera BMW Sauber-Ferrari 1'15"908 1'15"692 15
16 23 Giappone Kamui Kobayashi Svizzera BMW Sauber-Ferrari 1'16"175 1'15"992 16
17 17 Spagna Jaime Alguersuari Italia STR-Ferrari 1'16"021 1'16"176 17
18 19 Finlandia Heikki Kovalainen Malesia Lotus-Cosworth 1'17"094 18
19 18 Italia Jarno Trulli Malesia Lotus-Cosworth 1'17"134 19
20 24 Germania Timo Glock Regno Unito Virgin-Cosworth 1'17"377 20
21 25 Brasile Lucas Di Grassi Regno Unito Virgin-Cosworth 1'17"864 21
22 21 Brasile Bruno Senna Spagna HRT-Cosworth 1'18"509 22
23 20 India Karun Chandhok Spagna HRT-Cosworth 1'19"559 23
24 8 Spagna Fernando Alonso Italia Ferrari senza tempo[7] 24[9]

Garamodifica | modifica sorgente

Alla partenza Sebastian Vettel (partito terzo) subito riesce a sopravanzare Robert Kubica (secondo), ma nel corso nel primo giro Nicolas Hülkenberg urta la sua Williams contro le barriere nel Tunnel ed è costretto al ritiro; la monoposto rimane però in mezzo alla traiettoria ed è così necessario l'ingresso in pista della safety car.

L'entrata in pista della vettura di sicurezza permette a Fernando Alonso, partito dalla pitlane, di effettuare il cambio gomme obbligatorio senza perdere terreno rispetto agli altri piloti. In regime di safety si assiste al ritiro del leader della classifica piloti Jenson Button a causa del surriscaldamento del motore dovuto all'errore di un meccanico del suo team che non ha rimosso un coperchio dalla bocca del radiatore.[10]

Alla ripartenza il pilota spagnolo inizia a recuperare posizioni sorpassando i piloti delle tre scuderie entrate all'inizio della stagione, Lotus, Virgin e HRT. Dopo il cambio gomme le posizioni dei primi rimangono immutate, con Webber in testa seguito da Vettel, Kubica, Felipe Massa e Lewis Hamilton; alle sue spalle Alonso è riuscito a posizionarsi al 6º posto approfittando delle soste degli altri piloti, seguito da Michael Schumacher e Nico Rosberg.

Al 31º giro la safety car rientra di nuovo in pista a causa dell'incidente di Rubens Barrichello alla curva Massenet dovuto ad un cedimento al retrotreno della sua Williams. La vettura di sicurezza è costretta a rientrare nuovamente al 43º giro a causa di un tombino saltato a causa dell'incidente di Barrichello.[11]

La corsa si svolge regolarmente fino al 74º giro quando alla curva Rascasse avviene un incidente tra Jarno Trulli e Karun Chandhok che costringe la safety a entrare in pista per la quarta volta. Il Gran Premio termina con il rientro in pista della safety car, ma nonostante ciò Schumacher supera Alonso all'ultima curva raggiungendo la 6ª posizione. Questa manovra viene però ritenuta scorretta da parte dei giudici che penalizzano il tedesco con 20 secondi al tempo finale di gara, retrocedendolo al 12º posto.[12] La gara si conclude con la vittoria di Webber, con Vettel e Kubica a completare il podio. A punti finiscono Massa, Hamilton, Alonso, Rosberg, Adrian Sutil, Vitantonio Liuzzi e Sébastien Buemi.

Pos Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 6 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 78 1h50'13"355 1 25
2 5 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 78 +0"448 3 18
3 11 Polonia Robert Kubica Francia Renault 78 +1"675 2 15
4 7 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 78 +2"666 4 12
5 2 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 78 +4"363 5 10
6 8 Spagna Fernando Alonso Italia Ferrari 78 +6"341 24 8
7 4 Germania Nico Rosberg Germania Mercedes GP 78 +6"651 6 6
8 14 Germania Adrian Sutil India Force India-Mercedes 78 +6"970 12 4
9 15 Italia Vitantonio Liuzzi India Force India-Mercedes 78 +7"305 10 2
10 16 Svizzera Sébastien Buemi Italia STR-Ferrari 78 +8"199 13 1
11 17 Spagna Jaime Alguersuari Italia STR-Ferrari 78 +9"135 17
12 3 Germania Michael Schumacher Germania Mercedes GP 78 +25"712[13] 7
13 12 Russia Vitalij Petrov Francia Renault 73 Freni 14
14 20 India Karun Chandhok Spagna HRT-Cosworth 70 Collisione 23
15 18 Italia Jarno Trulli Malesia Lotus-Cosworth 70 Collisione 19
Rit 19 Finlandia Heikki Kovalainen Malesia Lotus-Cosworth 58 Sterzo 18
Rit 21 Brasile Bruno Senna Spagna HRT-Cosworth 58 Idraulica 22
Rit 9 Brasile Rubens Barrichello Regno Unito Williams-Cosworth 30 Sospensioni 9
Rit 23 Giappone Kamui Kobayashi Svizzera BMW Sauber-Ferrari 26 Cambio 16
Rit 25 Brasile Lucas Di Grassi Regno Unito Virgin-Cosworth 25 Ritirato 21
Rit 24 Germania Timo Glock Regno Unito Virgin-Cosworth 22 Sospensioni 20
Rit 22 Spagna Pedro de la Rosa Svizzera BMW Sauber-Ferrari 21 Idraulica 15
Rit 1 Regno Unito Jenson Button Regno Unito McLaren-Mercedes 2 Motore 8
Rit 10 Germania Nicolas Hülkenberg Regno Unito Williams-Cosworth 0 Incidente 11

Classifiche Mondialimodifica | modifica sorgente

Costruttorimodifica | modifica sorgente

Pos Team Punti
1 Austria RBR-Renault 156
2 Italia Ferrari 136
3 Regno Unito McLaren-Mercedes 129
4 Germania Mercedes GP 78
5 Francia Renault 65
6 India Force India-Mercedes 30
7 Regno Unito Williams-Cosworth 8
8 Italia STR-Ferrari 4

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ (EN) Bridgestone Motorsport announces 2010 F1 tyre specifications, bridgestonemotorsport.com, 23-3-2010. URL consultato il 4-4-2010.
  2. ^ Lotus si oppone alle qualifiche "separate" - ali col buco proibite nel 2011 in f1grandprix.it, 10-5-2010. URL consultato l'11-5-2010.
  3. ^ A Monaco sarà Hill uno dei commissari in f1.gpupdate.net, 13-5-2010. URL consultato il 13-5-2010.
  4. ^ Prima sessione di prove libere del giovedì
  5. ^ Seconda sessione di prove libere del giovedì
  6. ^ Sessione di prove libere del sabato
  7. ^ a b (EN) Alonso to miss qualifying after practice crash, formula1.com, 15-5-2010. URL consultato il 15-5-2010.
  8. ^ Sessione di qualifica
  9. ^ Fernando Alonso parte dalla pitlane per aver sostituito il telaio.
  10. ^ FORMULA 1: BUTTON COL RADIATORE TAPPATO in auto.it/autosprint, Conti Editore S.p.A, 16-5-2010. URL consultato il 27-5-2010.
  11. ^ Il cedimento di un tombino ha causato l'incidente di Barrichello a Monaco in f1.gpupdate.net, 22-5-2010. URL consultato il 26-5-2010.
  12. ^ Formula 1, Schumacher su Alonso: penalizzato di 20 secondi! in derapate.it, 16-5-2010. URL consultato il 26-5-2010.
  13. ^ Schumacher penalizzato di 20 secondi per aver superato Alonso in regime di Safety Car.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2010
Flag of Bahrain.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Turkey.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of South Korea.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2009
Gran Premio di Monaco
Edizione successiva:
2011
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1







Creative Commons License