Gran Premio di Spagna 2005

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Spagna Gran Premio di Spagna 2005
736º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 5 di 19 del Campionato 2005
Catalunya (2004-2006).svg
Data 8 maggio 2005
Nome ufficiale XLVII Gran Premio Marlboro de España
Circuito Circuit de Catalunya
Percorso 4,627 km / 2,875 US mi
Distanza 66 giri, 305,256 km/ 189,677 US mi
Clima soleggiato
Risultati
Pole position Giro più veloce
Finlandia Kimi Räikkönen Italia Giancarlo Fisichella
McLaren-Mercedes in 2:31.421 Renault in 1:15.641
(nel giro 66)
Podio
1. Finlandia Kimi Räikkönen
McLaren-Mercedes
2. Spagna Fernando Alonso
Renault
3. Italia Jarno Trulli
Toyota

Il Gran Premio di Spagna 2005 è stata la quinta prova della stagione 2005 del campionato mondiale di Formula 1. Si è corso domenica 8 maggio 2005 sul Circuit de Catalunya, a Montmeló, vicino a Barcellona. La gara è stata vinta per la prima volta in stagione dal finlandese della McLaren Kimi Räikkönen, che ha preceduto sul traguardo lo spagnolo Fernando Alonso e l'italiano Jarno Trulli.

Vigiliamodifica | modifica sorgente

Aspetti sportivimodifica | modifica sorgente

A seguito della decisione della International Court of Appeal della FIA, riunitasi il 4 maggio, la BAR viene sospesa per due Gran Premi, quello di Spagna e quello di Monaco, a causa delle irregolarità tecniche riscontrate dopo il GP di San Marino; inoltre, con l'esclusione delle due vetture dall'ordine d'arrivo della gara di Imola, i 10 punti ottenuti in quell'occasione dai due piloti Jenson Button e Takuma Sato vengono persi.[1] La scuderia, che era già presente sul circuito spagnolo, il 6 maggio rinuncia a fare appello contro la decisione.[2]

Nelle prove libere del venerdì, oltre ai piloti titolari, partecipano alle due sessioni anche Pedro de la Rosa con la McLaren, Christian Klien con la Red Bull, Ricardo Zonta con la Toyota e Robert Doornbos con la Jordan.

Provemodifica | modifica sorgente

Risultatimodifica | modifica sorgente

Nella prima sessione del venerdì[3] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 35 Spagna Pedro de la Rosa Regno Unito McLaren-Mercedes 1:15.675 15
2 37 Austria Christian Klien Austria RBR-Cosworth 1:16.821 +1.146 25
3 8 Germania Nick Heidfeld Regno Unito Williams-BMW 1:17.047 +1.372 12

Nella seconda sessione del venerdì[4] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 35 Spagna Pedro de la Rosa Regno Unito McLaren-Mercedes 1:15.062 28
2 38 Brasile Ricardo Zonta Giappone Toyota 1:16.220 +1.158 34
3 8 Germania Nick Heidfeld Regno Unito Williams-BMW 1:16.527 +1.465 30

Nella prima sessione del sabato[5] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 6 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault 1:15.605 6
2 1 Germania Michael Schumacher Italia Ferrari 1:15.631 +0.026 10
3 17 Germania Ralf Schumacher Giappone Toyota 1:15.860 +0.255 10

Nella seconda sessione del sabato[6] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 17 Germania Ralf Schumacher Giappone Toyota 1:14.280 13
2 9 Finlandia Kimi Räikkönen Regno Unito McLaren-Mercedes 1:14.462 +0.182 11
3 10 Colombia Juan Pablo Montoya Regno Unito McLaren-Mercedes 1:14.672 +0.392 12

Qualifichemodifica | modifica sorgente

Resocontomodifica | modifica sorgente

Nella prima sessione i primi quattro piloti sono distanziati di 75 millesimi, con in testa Jarno Trulli, seguito da Fernando Alonso, poi Kimi Räikkönen e Ralf Schumacher, mentre il resto del gruppo, capitanato dalle due Williams è a due decimi e mezzo di distacco.[7]

Nella seconda sessione, il miglior tempo è di Räikkönen, seguito a 24 millesimi da Mark Webber. I due staccano il resto del gruppo guidato da Fernando Alonso e Ralf Schumacher, mentre il leader del sabato Trulli rimane a 6 decimi dalla vetta. La somma dei tempi vede dunque Räikkönen e Webber in prima fila, seguiti da Alonso e Ralf Schumacher. Si collocano in fondo allo schieramento Nick Heidfeld e Rubens Barrichello che, dopo aver sostituito il motore, non compiono il loro giro di qualifica per risparmiare gomme e carburante, oltre a Tiago Monteiro, il cui propulsore si rompe nel corso della sessione.[8]

Risultatimodifica | modifica sorgente

Nelle sessioni di qualifica[9][10] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Q1 Q2 Totale Distacco Griglia
1 9 Finlandia Kimi Räikkönen Regno Unito McLaren-Mercedes 1:14.819 1:16.602 2:31.421 1
2 7 Australia Mark Webber Regno Unito Williams-BMW 1:15.042 1:16.626 2:31.668 +0.247 2
3 5 Spagna Fernando Alonso Francia Renault 1:14.811 1:16.880 2:31.691 +0.270 3
4 17 Germania Ralf Schumacher Giappone Toyota 1:14.870 1:17.047 2:31.917 +0.496 4
5 16 Italia Jarno Trulli Giappone Toyota 1:14.795 1:17.200 2:31.995 +0.574 5
6 6 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault 1:15.601 1:17.229 2:32.830 +1.409 6
7 10 Colombia Juan Pablo Montoya Regno Unito McLaren-Mercedes 1:15.902 1:17.570 2:33.472 +2.051 7
8 1 Germania Michael Schumacher Italia Ferrari 1:15.398 1:18.153 2:33.571 +2.130 8
9 14 Regno Unito David Coulthard Austria RBR-Cosworth 1:15.795 1:18.373 2:34.148 +2.747 9
10 12 Brasile Felipe Massa Svizzera Sauber-Petronas 1:15.863 1:18.361 2:34.224 +2.803 10
11 15 Italia Vitantonio Liuzzi Austria RBR-Cosworth 1:16.288 1:19.014 2:35.302 +3.881 11
12 11 Canada Jacques Villeneuve Svizzera Sauber-Petronas 1:16.794 1:19.686 2:36.480 +5.059 12
13 19 India Narain Karthikeyan Irlanda Jordan-Toyota 1:18.557 1:20.711 2:39.268 +7.847 13
14 18 Portogallo Tiago Monteiro Irlanda Jordan-Toyota 1:19.040 1:20.903 2:39.943 +8.522 18[8]
15 21 Paesi Bassi Christijan Albers Italia Minardi-Cosworth 1:19.563 1:21.578 2:41.141 +9.720 14
16 20 Austria Patrick Friesacher Italia Minardi-Cosworth 1:20.306 1:22.453 2:42.759 +11.338 15
17 8 Germania Nick Heidfeld Regno Unito Williams-BMW 1:15.038 senza tempo senza tempo 17[8]
18 2 Brasile Rubens Barrichello Italia Ferrari 1:15.746 senza tempo senza tempo 16[8]

Con i tempi in grassetto sono visualizzate le migliori prestazioni in ciascuna sessione.

Garamodifica | modifica sorgente

Resocontomodifica | modifica sorgente

Alla partenza scatta bene Kimi Räikkönen, meno bene Mark Webber, che si fa superare da Fernando Alonso e da Ralf Schumacher, mentre nelle retrovie entrambe le Minardi di Christijan Albers e Patrick Friesacher hanno difficoltà a partire per problemi elettronici e pertanto viene fatta entrare la safety car per primi giri della gara. Al settimo giro Juan Pablo Montoya è protagonista di un testacoda senza conseguenze, mentre Vitantonio Liuzzi si gira nello stesso punto del colombiano al 9º giro, però rimanendo nella ghiaia e ritirandosi. Al giro 44, mentre si trovava in terza posizione, si ferma Michael Schumacher per problemi alla gomma posteriore sinistra, che viene sostituita; tuttavia due giri dopo è costretto al ritiro per un altro problema ad uno pneumatico, quello anteriore sinistro. A seguito dei consueti pit-stop, le posizioni di testa si stabilizzano con Räikkönen davanti ad Alonso con circa 30 secondi di vantaggio e Jarno Trulli, che riesce a sopravanzare il suo compagno di squadra Ralf Schumacher, mentre completano la zona punti Giancarlo Fisichella, Webber, Juan Pablo Montoya e David Coulthard.[11]

Risultatimodifica | modifica sorgente

I risultati del Gran Premio[12] sono i seguenti:

Pos Pilota Costruttore Gomme Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 9 Finlandia Kimi Räikkönen Regno Unito McLaren-Mercedes M 66 1:27:116.830 1 10
2 5 Spagna Fernando Alonso Francia Renault M 66 +27.652 3 8
3 16 Italia Jarno Trulli Giappone Toyota M 66 +45.947 5 6
4 17 Germania Ralf Schumacher Giappone Toyota M 66 +46.719 4 5
5 6 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault M 66 +57.936 6 4
6 7 Australia Mark Webber Regno Unito Williams-BMW M 66 +1:08.542 2 3
7 10 Colombia Juan Pablo Montoya Regno Unito McLaren-Mercedes M 65 +1 giro 7 2
8 14 Regno Unito David Coulthard Austria RBR-Cosworth M 65 +1 giro 9 1
9 2 Brasile Rubens Barrichello Italia Ferrari B 65 +1 giro 16
10 8 Germania Nick Heidfeld Regno Unito Williams-BMW M 65 +1 giro 17
11 12 Brasile Felipe Massa Svizzera Sauber-Petronas M 63 Pneumatico[13] 10
12 18 Portogallo Tiago Monteiro Irlanda Jordan-Toyota B 63 +3 giri 18
13 19 India Narain Karthikeyan Irlanda Jordan-Toyota B 63 +3 giri 13
Rit 11 Canada Jacques Villeneuve Svizzera Sauber-Petronas M 51 Pressione dell'acqua 12
Rit 1 Germania Michael Schumacher Italia Ferrari B 46 Pneumatico 8
Rit 21 Paesi Bassi Christijan Albers Italia Minardi-Cosworth B 19 Cambio 14
Rit 20 Austria Patrick Friesacher Italia Minardi-Cosworth B 11 Testacoda 15
Rit 15 Italia Vitantonio Liuzzi Austria RBR-Cosworth M 9 Testacoda 11

Classifiche mondialimodifica | modifica sorgente

Costruttorimodifica | modifica sorgente

Pos Team Punti
1 Francia Renault 58
2 Giappone Toyota 40
3 Regno Unito McLaren-Mercedes 37
4 Regno Unito Williams-BMW 21
5 Italia Ferrari 18
6 Austria RBR-Cosworth 14
7 Svizzera Sauber-Petronas 7

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ (EN) BAR team handed two-race ban in formula1.com, Formula One Management, 5 maggio 2005. URL consultato il 31 marzo 2012.
  2. ^ (EN) BAR abandon appeal challenge in formula1.com, Formula One Management, 6 maggio 2005. URL consultato il 31 marzo 2012.
  3. ^ Prima sessione di prove libere del venerdì
  4. ^ Seconda sessione di prove libere del venerdì
  5. ^ Prima sessione di prove libere del sabato
  6. ^ Seconda sessione di prove libere del sabato
  7. ^ (EN) Trulli grabs provisional pole in formula1.com, Formula One Management, 7 maggio 2005. URL consultato il 31 marzo 2012.
  8. ^ a b c d Rubens Barrichello, Nick Heidfeld e Tiago Monteiro penalizzati di 10 posizioni sulla griglia di partenza per aver sostituito il motore. (EN) Räikkönen beats Webber to pole in formula1.com, Formula One Management, 8 maggio 2005. URL consultato il 14 novembre 2011.
  9. ^ Sessione di qualifica del sabato
  10. ^ Sessione di qualifica della domenica
  11. ^ (EN) Räikkönen reigns in Spain in formula1.com, Formula One Management, 8 maggio 2005. URL consultato il 31 marzo 2012.
  12. ^ Risultati del Gran Premio
  13. ^ Felipe Massa risulta classificato avendo coperto almeno il 90% della distanza di gara.
Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2005
Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Europe.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Turkey.svg Flag of Italy.svg Flag of Belgium.svg Flag of Brazil.svg Flag of Japan.svg Flag of the People's Republic of China.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2004
Gran Premio di Spagna
Edizione successiva:
2006
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1







Creative Commons License