Gran Premio di Spagna 2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Spagna Gran Premio di Spagna 2011
844º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 5 di 19 del Campionato 2011
Catalunya.svg
Data 22 maggio 2011
Nome ufficiale LV Gran Premio de España Santander
Circuito Barcellona
Percorso 4,655 km / 2,892 US mi
Pista permanente
Distanza 66 giri, 307,104 km/ 190,826 US mi
Clima Soleggiato
Risultati
Pole position Giro più veloce
Australia Mark Webber Regno Unito Lewis Hamilton
RBR-Renault in 1'20"981 McLaren-Mercedes in 1'26"727
(nel giro 52)
Podio
1. Germania Sebastian Vettel
RBR-Renault
2. Regno Unito Lewis Hamilton
McLaren-Mercedes
3. Regno Unito Jenson Button
McLaren-Mercedes

Il Gran Premio di Spagna 2011 è stata la quinta prova della stagione 2011 del Campionato mondiale di Formula 1. Si è corsa domenica 22 maggio 2011 sul Circuito di Catalogna a Montmeló. La gara è stata vinta da Sebastian Vettel, su RBR-Renault; il quarto successo nel 2011 è anche il 14° della sua ancor breve carriera. Ha preceduto sul traguardo i britannici Lewis Hamilton e Jenson Button.

Vigiliamodifica | modifica sorgente

Sviluppi oltre il 2011modifica | modifica sorgente

Fernando Alonso prolunga il contratto con la Ferrari fino al termine della stagione 2016.[1]

Aspetti tecnicimodifica | modifica sorgente

La Pirelli, fornitrice unica degli pneumatici, annuncia per questo gran premio l'uso di coperture dure e morbide.[2] Da questo gran premio la casa italiana introduce un nuovo tipo di pneumatico duro.[3]

La FIA decide di vietare l’utilizzo di mappature del motore intelligenti per soffiare i gas di scarico nel diffusore anche quando il pilota non preme l'acceleratore. La direttiva ha chiarito che i settaggi dell'acceleratore possono essere utilizzati solo per aumentare la coppia e non per migliorare l'aerodinamica. Successivamente la Federazione ha deciso di non applicare tale divieto nel gran premio di Barcellona.[4] La FIA ha comunque ribadito che ciò non esclude che i team che non utilizzano tale soluzione possano inviare una protesta ufficiale.[5] La Federazione ha inoltre bandito la nuova ala posteriore della Ferrari.[6]

Vi sono dei piccoli cambiamenti nel circuito per favorire una maggiore sicurezza. È stata prevista una nuova via di fuga all'interno della curva Campsa, dove Nico Hülkenberg aveva avuto un incidente lo stagione precedente.[7]

Aspetti sportivimodifica | modifica sorgente

Mark Blundell è nominato commissario aggiunto dalla FIA per questo gran premio.[8]

Nella prima sessione di prove libere del venerdì Daniel Ricciardo ha preso il posto di Sebastien Buemi alla STR-Ferrari e Nico Hülkenberg quello di Paul di Resta alla Force India-Mercedes.[9]

Provemodifica | modifica sorgente

Resocontomodifica | modifica sorgente

Nella prima sessione di prove del venerdì il miglior tempo è fatto segnare da Mark Webber che stacca di oltre un secondo il suo compagno di scuderia Sebastian Vettel. Pastor Maldonado è protagonista di un'uscita di pista.[9] Nella seconda sessione della giornata, replica delle due Red Bull con Mark Webber il più veloce seguito da Sebastian Vettel. L'australiano abbassa di più di due secondi il tempo fatto registrare nelle prime prove libere.[10]

Anche nella terza sessione il miglior tempo è fatto segnare da un pilota della RBR-Renault, ma questa volta Sebastian Vettel precede Webber. Il tedesco però ha compiuto solo 6 giri per un problema tecnico sulla sua monoposto. Fiamme invece sulla Renault di Nick Heidfeld.[11]

Risultatimodifica | modifica sorgente

Nella prima sessione del venerdì[12] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 2 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 1'25"142 27
2 1 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 1'26"149 +1"007 20
3 8 Germania Nico Rosberg Germania Mercedes 1'26"379 +1"237 29

Nella seconda sessione del venerdì[13] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 2 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 1'22"470 35
2 3 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 1'22"509 +0"039 27
3 1 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 1'22"826 +0"356 37

Nella sessione del sabato mattina[14] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 1 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 1'21"707 6
2 2 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 1'21"791 +0"084 17
3 7 Germania Michael Schumacher Germania Mercedes GP 1'23"057 +1"350 16

Qualifichemodifica | modifica sorgente

Resocontomodifica | modifica sorgente

Nick Heidfeld non partecipa alle qualifiche in quanto la vettura dopo l'incendio della mattina non può essere riparata. In Q1 la sorpresa è l'eliminazione di Rubens Barrichello della Williams-Cosworth, che però sconta problemi al cambio. Tra le nuove scuderie il migliore è Heikki Kovalainen della Lotus-Cosworth che passa alla Q2. Il miglior tempo è fatto segnare da Michael Schumacher; Jérôme d'Ambrosio passa il limite del 107% per soli due decimi.

In Q2 le due RBR fanno segnare subito tempi interessanti, seguiti dalle due McLaren. Vengono eliminate le due Force India che hanno preservato un treno di gomme morbide per la gara. Eliminate anche le due STR, le due Sauber e Kovalainen.

Nella Q3 Webber si porta in testa, seguito da Vettel, staccato di due decimi. Fernando Alonso all'ultimo tentativo chiude quarto, dietro a Lewis Hamilton per soli 3 millesimi. Dopo quattro GP s'interrompe la serie consecutiva di pole di Vettel; per Webber è la pole numero sette, 25esima per la RBR e 180esima per la Renault come motorista.[15]

Risultatimodifica | modifica sorgente

Nella sessione di qualifica[16] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Q1 Q2 Q3 Griglia
1 2 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 1'23"619 1'21"773 1'20"981 1
2 1 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 1'24"142 1'21"540 1'21"181 2
3 3 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 1'24"370 1'22"148 1'21"961 3
4 5 Spagna Fernando Alonso Italia Ferrari 1'23"485 1'22"813 1'21"964 4
5 4 Regno Unito Jenson Button Regno Unito McLaren-Mercedes 1'24"428 1'22"050 1'21"996 5
6 10 Russia Vitaly Petrov Regno Unito Renault 1'23"069 1'22"948 1'22"471 6
7 8 Germania Nico Rosberg Germania Mercedes GP 1'23"507 1'22"569 1'22"599 7
8 6 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 1'23"506 1'23"026 1'22"888 8
9 12 Venezuela Pastor Maldonado Regno Unito Williams-Cosworth 1'23"406 1'22"854 1'22"952 9
10 7 Germania Michael Schumacher Germania Mercedes GP 1'22"960 1'22"671 senza tempo 10
11 18 Svizzera Sébastien Buemi Italia STR-Ferrari 1'23"962 1'23"231 11
12 17 Messico Sergio Pérez Svizzera Sauber-Ferrari 1'24"209 1'23"367 12
13 19 Spagna Jaime Alguersuari Italia STR-Ferrari 1'24"049 1'23"694 13
14 16 Giappone Kamui Kobayashi Svizzera Sauber-Ferrari 1'23"656 1'23"702 14
15 20 Finlandia Heikki Kovalainen Malesia Lotus-Renault 1'25"874 1'25"403 15
16 15 Regno Unito Paul di Resta India Force India-Mercedes 1'24"332 1'26"126 16
17 14 Germania Adrian Sutil India Force India-Mercedes 1'24"648 1'26"571 17
18 21 Italia Jarno Trulli Malesia Lotus-Renault 1'26"521 18
19 11 Brasile Rubens Barrichello Regno Unito Williams-Cosworth 1'26"910 19
20 24 Germania Timo Glock Russia Virgin-Cosworth 1'27"315 20
21 23 Italia Vitantonio Liuzzi Spagna HRT-Cosworth 1'27"809 21
22 22 India Narain Karthikeyan Spagna HRT-Cosworth 1'27"908 22
23 25 Belgio Jérôme d'Ambrosio Russia Virgin-Cosworth 1'28"556 23
Tempo limite 107%: 1'28"767
9 Germania Nick Heidfeld Regno Unito Renault senza tempo 24[17]

Con i tempi in grassetto sono visualizzate le migliori prestazioni in Q1, Q2 e Q3.

Garamodifica | modifica sorgente

Resocontomodifica | modifica sorgente

Sebastian Vettel trionfa nel Gran Premio di Spagna.

Alla partenza scatta bene Fernando Alonso che passa i due della Red Bull e si pone in testa alla gara, davanti a Vettel e Webber. Parte male Jenson Button che scende in decima posizione.

Tra il decimo e il dodicesimo giro vanno al pit stop tutti i migliori. Alonso è sempre in testa, seguito da vicino sia da Sebastian Vettel che da Lewis Hamilton. Più attardato Mark Webber. Al 15esimo giro va al cambio gomme anche Button che il giro seguente passa Michael Schumacher ed è quinto.

Anticipa il cambio gomme Vettel al 19esimo giro. La Ferrari richiama Alonso ai box: all'uscita però Vettel è davanti allo spagnolo. Al 24esimo giro è il turno di Hamilton di andare al cambio gomme. Anche l'inglese rientra davanti ad Alonso. Ora guida Vettel davanti a Hamilton, Alonso, Webber e Button.

Alonso passa al terzo cambio degli pneumatici al trentesimo giro, seguito da Mark Webber. I due si sfiorano all'uscita dai box con il ferrarista che mantiene la posizione. L'unico con strategia diversa è Button che cambia le gomme per la seconda volta solo al 31esimo giro. Questo consente all'inglese di montare gomme morbide mentre Alonso e Webber erano dovuti passare alle dure. Al 36esimo giro Button passa sia Webber che Alonso, ponendosi al terzo posto.

Al 40esimo giro Alonso è costretto al quarto cambio gomme ma comincia a soffrire la vicinanza di Webber che è più veloce di lui. Al giro 50 è Vettel ad andare ai box, seguito poco dopo da Button e Hamilton. Quest'ultimo battaglia per la prima posizione con Vettel per molti giri, senza riuscire, però, a passarlo. Intanto Webber passa Alonso.

Vince Sebastian Vettel per la 14esima volta in carriera. Il tedesco ora guida il mondiale con 41 punti di vantaggio su Hamilton.

Risultatimodifica | modifica sorgente

I risultati del gran premio[18] sono i seguenti:

Pos Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 1 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 66 1h39'03"301 2 25
2 3 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 66 +0"630 3 18
3 4 Regno Unito Jenson Button Regno Unito McLaren-Mercedes 66 +35"697 5 15
4 2 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 66 +47"966 1 12
5 5 Spagna Fernando Alonso Italia Ferrari 65 +1 giro 4 10
6 7 Germania Michael Schumacher Germania Mercedes GP 65 +1 giro 10 8
7 8 Germania Nico Rosberg Germania Mercedes GP 65 +1 giro 7 6
8 9 Germania Nick Heidfeld Regno Unito Renault 65 +1 giro 24 4
9 17 Messico Sergio Pérez Svizzera Sauber-Ferrari 65 +1 giro 12 2
10 16 Giappone Kamui Kobayashi Svizzera Sauber-Ferrari 65 +1 giro 14 1
11 10 Russia Vitaly Petrov Regno Unito Renault 65 +1 giro 6
12 15 Regno Unito Paul di Resta India Force India-Mercedes 65 +1 giro 16
13 14 Germania Adrian Sutil India Force India-Mercedes 65 +1 giro 17
14 18 Svizzera Sébastien Buemi Italia STR-Ferrari 65 +1 giro 11
15 12 Venezuela Pastor Maldonado Regno Unito Williams-Cosworth 65 +1 giro 9
16 19 Spagna Jaime Alguersuari Italia STR-Ferrari 64 +2 giri 13
17 11 Brasile Rubens Barrichello Regno Unito Williams-Cosworth 64 +2 giri 19
18 21 Italia Jarno Trulli Malesia Lotus-Renault 64 +2 giri 18
19 24 Germania Timo Glock Russia Virgin-Cosworth 63 +3 giri 20
20 25 Belgio Jérôme d'Ambrosio Russia Virgin-Cosworth 62 +4 giri 23
21 22 India Narain Karthikeyan Spagna HRT-Cosworth 61 +5 giri 22
Rit 6 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 58 Cambio 8
Rit 20 Finlandia Heikki Kovalainen Malesia Lotus-Renault 48 Incidente 15
Rit 23 Italia Vitantonio Liuzzi Spagna HRT-Cosworth 28 Cambio 21

Classifiche Mondialimodifica | modifica sorgente

Costruttorimodifica | modifica sorgente

Pos Team Punti
1 Austria RBR-Renault 185
2 Regno Unito McLaren-Mercedes 138
3 Italia Ferrari 75
4 Regno Unito Renault 46
5 Germania Mercedes GP 40
6 Svizzera Sauber-Ferrari 11
7 Italia STR-Ferrari 6
8 India Force India-Mercedes 4

Decisioni della FIAmodifica | modifica sorgente

La FIA decide di punire con un richiamo Lewis Hamilton, Jenson Button, Mark Webber e Jaime Alguersuari per non aver rispettato il regime di bandiere gialle durante la gara.[19]

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Alonso e la Ferrari insieme fino al 2016, f1grandprix.motorionline.com, 19-5-2011. URL consultato il 19-5-2011.
  2. ^ Pirelli annuncia le scelte degli pneumatici per le prossime tre gare, f1grandprix.motorionline.com, 16-4-2011. URL consultato il 16-4-2011.
  3. ^ Gomme Hard più durature in Spagna, gpupdate.net, 17-5-2011. URL consultato il 18-5-2011.
  4. ^ F1: La FIA rivede le regole sui diffusori, proroga per Barcellona, f1grandprix.motorionline.com, 18-5-2011. URL consultato il 18-5-2011.
  5. ^ FIA: I team di F1 rischiano proteste per i diffusori soffiati, f1grandprix.motorionline.com, 21-5-2011. URL consultato il 21-5-2011.
  6. ^ La FIA vieta da subito la nuova ala posteriore Ferrari, f1grandprix.motorionline.com, 21-5-2011. URL consultato il 21-5-2011.
  7. ^ Modifiche al circuito di Barcellona, gpupdate.net, 18-5-2011. URL consultato il 19-5-2011.
  8. ^ Blundell steward aggiunto a Barcellona, gpupdate.net, 18-5-2011. URL consultato il 19-5-2011.
  9. ^ a b Montmelò - Libere 1:Webber e Vettel i leader, italiaracing.net, 20-5-2011. URL consultato il 20-5-2011.
  10. ^ GP Spagna, Prove Libere 2: Webber ancora davanti, f1grandprix.motorionline.com, 20-5-2011. URL consultato il 21-5-2011.
  11. ^ Massimo Costa, Montmelò - Libere 3:In fiamme la Renault di Heidfeld, italiaracing.net, 21-5-2011. URL consultato il 21-5-2011.
  12. ^ Prima sessione del venerdì
  13. ^ Seconda sessione del venerdì
  14. ^ Sessione di prove libere del sabato
  15. ^ Massimo Costa, Montmelò - Qualifica:Webber torna in pole, italiaracing.net, 21-5-2011. URL consultato il 21-5-2011.
  16. ^ Sessione di qualifica
  17. ^ Su decisione degli steward, Nick Heidfeld partecipa alla gara nonostante non abbia superato il limite di tempo del 107% in Q1.
  18. ^ Risultati del Gran Premio
  19. ^ Hamilton, Button, Webber ed Alguersuari richiamati dai commissari sportivi, italiaracing.net, 22-5-2011. URL consultato il 23-5-2011.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2011
Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Turkey.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of South Korea.svg Flag of India.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Flag of Brazil.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2010
Gran Premio di Spagna
Edizione successiva:
2012
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1








Creative Commons License