Gran Premio di motociclismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Gran Premio di motociclismo è una gara di velocità su pista delle 2 ruote motorizzate che si svolge su un apposito circuito (spesso lo stesso su cui si corrono anche le gare di Formula 1).

Ogni anno nelle varie nazioni, si corre una serie di Gran Premi che concorrono a formare il cosiddetto motomondiale.

Caratteristichemodifica | modifica sorgente

Una peculiarità di questo tipo di competizione è che, al contrario della Formula 1 in cui la gara principale è riservata ad una sola categoria di veicoli con un contorno di gare minori, in un Gran Premio motociclistico vi sono al minimo 3 gare "paritetiche". I concorrenti sono divisi in classi omogenee per cilindrata e tipo di moto in modo da formare classifiche distinte per ogni gara e per ogni campionato mondiale.

Dal 2012 le cilindrate in uso sono:

In tempi passati sono state in uso anche altre categorie:

Un discorso a parte può essere fatto per una categoria particolare, quella dei sidecar, le motociclette con carrozzino laterale in cui gareggiano pilota e un "passeggero", unico caso di sport motociclistico non effettuato in singolo.

Svolgimentomodifica | modifica sorgente

Con l'eccezione "storica" del Gran Premio d'Olanda ad Assen in cui la gara viene disputata al sabato (dal 2004 al 2007 anche il Gran Premio del Qatar si è disputato di sabato), i Gran Premi si svolgono alla domenica, preceduti da 2 giornate di prove, di cui quelle del sabato sono destinate alla definizione della griglia di partenza della gara (Pole position)

Gli ultimi arrivati tra i Gran Premi sono il Gran Premio di Indianapolis che dal motomondiale 2008 viene disputato sul circuito omonimo e la cui prima edizione è stata disputata domenica 14 settembre nonché il Gran Premio d'Aragona in calendario nella stagione 2010 e il Gran Premio delle Americhe, disputato ad Austin dalla stagione 2013.








Creative Commons License