Gran Premio motociclistico del Belgio 1979

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Belgio GP del Belgio 1979
313º GP della storia del Motomondiale
8ª prova su 13 del 1979
Spa-Francorchamps 1979.jpg
Data 1º luglio 1979
Nome ufficiale 52° GP del Belgio
Circuito Circuito di Spa-Francorchamps
Percorso 6,947 km / 4,317 US mi
Circuito semipermanente
Risultati
Classe 500
277º GP nella storia della classe
Distanza 20 giri, totale 138,940 km
Pole position Giro più veloce
Venezuela Johnny Cecotto Australia Kenny Blake
Yamaha in 2' 50" 9 Yamaha in 2' 49" 25
Podio
1. Nuova Zelanda Dennis Ireland
Suzuki
2. Australia Kenny Blake
Yamaha
3. Regno Unito Gary Lingham
Suzuki
Classe 250
281º GP nella storia della classe
Distanza 18 giri, totale 125,046 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Chas Mortimer Austria Edi Stöllinger
Yamaha in 2' 58" 3 Kawasaki in 2' 50" 08
Podio
1. Austria Edi Stöllinger
Kawasaki
2. Regno Unito Chas Mortimer
Yamaha
3. Australia Murray Sayle
Yamaha
Classe 125
272º GP nella storia della classe
Distanza 15 giri, totale 104,205 km
Pole position Giro più veloce
Spagna Ángel Nieto Francia Jean-François Lecureux
Morbidelli in 3' 02" 25 Morbidelli in 3' 01" 28
Podio
1. Australia Barry Smith
Morbidelli
2. Spagna Marcelino García
Morbidelli
3. Paesi Bassi Martin van Soest
Morbidelli
Classe 50
144º GP nella storia della classe
Distanza 10 giri, totale 69,470 km
Pole position Giro più veloce
Italia Eugenio Lazzarini Svizzera Stefan Dörflinger
Kreidler in 3' 14" 80 Kreidler
Podio
1. Paesi Bassi Henk van Kessel
Sparta
2. Paesi Bassi Theo Timmer
Bultaco
3. Germania Ovest Rudolf Kunz
Kreidler
Classe sidecar B2A
188º GP nella storia della classe
Pole position Giro più veloce
Svizzera Rolf Biland Germania Ovest Rolf Steinhausen
Schmid-Yamaha KSA-Yamaha
Podio
1. Germania Ovest Rolf Steinhausen
KSA-Yamaha
2. Svizzera Rolf Biland
Schmid-Yamaha
3. Regno Unito Dick Greasley
Yamaha

Il Gran Premio motociclistico del Belgio fu l'ottavo appuntamento del motomondiale 1979.

Si svolse il 1º luglio 1979 sul circuito di Spa-Francorchamps. Erano in programma le classi 50, 125, 250, 500 e sidecar B2A.

La gara si svolse su un circuito completamente rifatto, lungo la metà rispetto agli anni precedenti e costato l'equivalente di quasi 17 miliardi di lire dell'epoca. La pista scatenò ben presto le proteste dei piloti perché pericolosa e impraticabile (l'asfalto era stato in parte posato la notte del venerdì precedente la gara): la pista era da loro paragonata a una saponetta o al Borotalco. La sera di sabato 30 giugno i piloti (con in testa Kenny Roberts, Kork Ballington e Barry Sheene), fallita ogni mediazione con gli organizzatori e la FIM, convocarono una conferenza stampa per annunciare lo sciopero, il primo dal GP di Germania 1974, cui aderirono tutti i piloti più importanti. All'annuncio dello sciopero parte dei 50.000 spettatori provocò disordini sfociati in scontri con la polizia.

La gara dei sidecar, unica a non aver subito defezioni, vide una lotta dura tra Rolf Steinhausen e Rolf Biland, con il tedesco primo al traguardo. L'equipaggio Campbell/Goodwin finì in ospedale a causa del ribaltamento del loro "tre ruote".

Le altre gare ebbero come protagonisti piloti di secondo piano: in 50 vinse l'ex campione del mondo della categoria Henk van Kessel; in 125 la vittoria andò a Barry Smith, già pilota ufficiale Derbi un decennio prima; ai poco noti Edi Stöllinger e Dennis Ireland andarono rispettivamente 250 e 500.

Classe 500modifica | modifica sorgente

Arrivati al traguardomodifica | modifica sorgente

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1 Nuova Zelanda Dennis Ireland Suzuki 57' 09" 67 15
2 Australia Kenny Blake Yamaha +5" 25 12
3 Regno Unito Gary Lingham Suzuki +11" 08 10
4 Germania Ovest Gustav Reiner Suzuki +38" 93 8
5 Paesi Bassi Henk de Vries Suzuki +1' 38" 23 6
6 Germania Ovest Josef Hage Suzuki +1' 38" 40 5
7 Belgio Jacky Matagne Suzuki +2' 46" 86 4
8 Germania Ovest Gerhard Vogt Suzuki +1 giro 3
9 Belgio Guy Cooremans Suzuki +1 giro 2
10 Germania Ovest Dieter Heinen Yamaha +2 giri 1

Classe 250modifica | modifica sorgente

Arrivati al traguardomodifica | modifica sorgente

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1 Austria Edi Stöllinger Kawasaki 52' 16" 61 15
2 Regno Unito Chas Mortimer Yamaha +0" 47 12
3 Australia Murray Sayle Yamaha +27" 25 10
4 Spagna Fernando González De Nicolás Yamaha +28" 35 8
5 Australia Graeme McGregor Yamaha +49" 91 6
6 Belgio Michel Siméon Yamaha +1' 20" 57 5
7 Australia Jeffrey Sayle Yamaha +1' 21" 49 4
8 Cuba José Lazo Yamaha +1' 22" 85 3
9 Giappone Yoshimi Matsumoto Yamaha +1' 23" 55 2
10 Paesi Bassi Rini van Kasteren Yamaha +1' 58" 23 1
11 Germania Ovest Josef Hage Yamaha
12 Spagna José Tellevia Yamaha
13 Francia Jacques Bolle Yamaha

Ritiratimodifica | modifica sorgente

Pilota Moto Motivo ritiro
Spagna Hermano Sobral Yamaha
Belgio Olivier Liégeois Yamaha
Germania Ovest Hans Merkl Yamaha
Spagna José Moreno Yamaha
Belgio Roger Kockelmann Yamaha
Belgio Patrick de Radiguès Yamaha
Belgio Jean Claude Baele Yamaha
Belgio Jean-Marc Toffolo Yamaha
Francia Richard Gauthier Yamaha
Belgio Oronzo Memola Yamaha
Sudafrica Graham Singer Yamaha
Belgio Guy Origer Yamaha
Italia Valerio Pessotto Yamaha
Paesi Bassi Bert Struyk Yamaha
Belgio Michel Steven Yamaha
Finlandia Reino Eskelinen Yamaha

Classe 125modifica | modifica sorgente

Arrivati al traguardomodifica | modifica sorgente

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1 Australia Barry Smith Morbidelli 46' 59" 27 15
2 Spagna Marcelino García Morbidelli +23" 67 12
3 Paesi Bassi Martin van Soest Morbidelli +42" 54 10
4 Monaco Patrick Hérouard Morbidelli +46" 93 8
5 Francia Jean-François Lecureux Morbidelli +50" 20 6
6 Francia Paul Bordes Morbidelli +1' 06" 60 5
7 Paesi Bassi Anton Straver Morbidelli +1' 09" 51 4
8 Francia François Granon Morbidelli +1' 27" 60 3
9 Paesi Bassi Jan Huberts MBA +1' 58" 83 2
10 Belgio René Rénier Morbidelli +1' 58" 99 1

Classe 50modifica | modifica sorgente

Arrivati al traguardomodifica | modifica sorgente

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1 Paesi Bassi Henk van Kessel Sparta 34' 23" 27 15
2 Paesi Bassi Theo Timmer Bultaco +20" 26 12
3 Germania Ovest Rudolf Kunz Kreidler +24" 79 10
4 Francia Jacky Hutteau ABF +28" 47 8
5 Germania Ovest Ingo Emmerich Kreidler +38" 31 6
6 Italia Enrico Cereda UFO 5
7 Italia Ezio Saffiotti Paolucci 4
8 Germania Ovest Gerhard Singer Kreidler 3
9 Paesi Bassi Rudi Oosting BGS 2
10 Paesi Bassi Cees van Dongen Kreidler 1
11 Spagna Joaquín Galí Bultaco +1' 32" 08

Ritiratimodifica | modifica sorgente

Pilota Moto Motivo ritiro
Belgio Serge Julin Kreidler caduta
Germania Ovest Wolfgang Müller Kreidler caduta

Classe sidecar B2Amodifica | modifica sorgente

Arrivati al traguardomodifica | modifica sorgente

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1 Germania Ovest Rolf Steinhausen Regno Unito Kenny Arthur KSA-Yamaha 15
2 Svizzera Rolf Biland Svizzera Kurt Waltisperg Schmid-Yamaha 12
3 Regno Unito Dick Greasley Regno Unito John Parkins Yamaha 10
4 Germania Ovest Siegfried Schauzu Germania Ovest Lorenzo Puzo Busch-Yamaha 8
5 Francia Alain Michel Regno Unito Stuart Collins Seymaz-Yamaha 6
6 Germania Ovest Werner Schwärzel Germania Ovest Andreas Huber Yamaha 5
7 Germania Ovest Otto Haller Germania Ovest Rainer Gundel Krauser-Yamaha 4
8 Germania Ovest Hermann Huber Germania Ovest Bernhard Schappacher Krauser-Yamaha 3
9 Svizzera Peter Frick Svizzera Pascal Mottier Yamaha 2
10 Germania Ovest Walter Ohrmann Germania Ovest Erich Schmitz Yamaha 1

Ritiratimodifica | modifica sorgente

Pilota Passeggero Moto Motivo ritiro
Italia Amedeo Zini Italia Andrea Fornaro Busch-König
Australia Peter Campbell Australia Dick Goodwin Yamaha incidente

Fonti e bibliografiamodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Motomondiale - Stagione 1979
Flag of Venezuela (1954-2006).svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1977 - 1981).svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of France.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1978
Gran Premio motociclistico del Belgio
Altre edizioni
Edizione successiva:
1980







Creative Commons License