Greedo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Greedo
Greedo.jpg
Universo Guerre Stellari
Specie Rodian
Sesso Maschio
Luogo di nascita Rodia
Affiliazione Tetsu Clan, Cacciatore di taglie
(ht)
« Koona t'chuta, Solo? »
(IT)
« Vai da qualche parte, Solo? »
(Greedo a Ian Solo - Episodio IV: Una nuova speranza)

Greedo il Giovane è un personaggio di fantasia della saga di Guerre stellari. Figlio di Greedo il Vecchio fu un cacciatore di taglie di razza Rodian. Nonostante il padre fosse un cacciatore stimato, il giovane Greedo ereditò poco del suo coraggio e venne facilmente ucciso da Ian Solo nella cantina di Chalmun su Tatooine.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Nato nel 32 BBY, Greedo fuggì dal suo pianeta natale all'età di tre anni, insieme alla madre incinta, Neela, ed i due fratelli maggiori, Nok e Teeku, così come tutti i sopravvissuti del pacifico Tetsu Clan, annientato da Navik il Rosso. Se ne andarono usando tre grandi navi argento, ed insediandosi su di un mondo coperto da una giungla. Quando raggiunse l'età di quindici anni, lui ed il fratello minore Pqweeduk scoprirono le navi nella giungla e convinsero la madre a raccontare l'accaduto.

Navik riuscì a trovarli, distruggendo una delle navi. La famiglia di Greedo ed i restanti 20 Tetsu fuggirono volando sulla Radion fino a raggiungere Nar Shaddaa, dove iniziarono una nuova vita al livello 88 del settore Corelliano.

Greedo salvò la vita di due cacciatori di taglie, Spurch "Warhog" Goa e Dyyz Nataz, quando vennero attaccati dal cyborg Gorm, diventando l'unico ad aver abbattuto il possente droide. In cambio, i due cacciatori si incrociarono con Greedo durante una caccia. Gli lasciarono la preda e, come ringraziamento, Greedo gli parlò di un'enclave Ribelle nel livello 88. Con la ricompensa imperiale Greedo comprò una nave spaziale, la Manka Hunter, ma decise di abbassarne il prezzo rubando alcuni pezzi da un'altra nave. Sfortunatamente, questi pezzi erano destinati al Millennium Falcon ed un arrabbiatissimo Chewbecca lo catturò. Per farsi ripagare del furto, Ian Solo prese la giacca di rancor di Greedo, che meditò una vendetta.

Goa assunse Greedo come cacciatore di taglie, e Greedo pensò di poter diventare il migliore, con l'aiuto del "maestro". Poco dopo, iniziò a rimpiangere la decisione quando l'Impero attaccò i Ribelli del livello 88. Greedo, Dyyz, e Goa fuggirono usando la nave di Goa, la Nova Viper, poco prima dell'esplosione del pianeta e dell'intera famiglia di Greedo.

Volarono su Tatooine e trovarono lavoro presso Jabba the Hutt. Fu qui che Greedo pareggiò i conti con Solo. Alla fine si incontrarono a Mos Eisley dove Greedo chiese a Ian i soldi che doveva a Jabba. Questi, non avendoli, si sentì obbligato a trovare un'altra soluzione. Impugnò il proprio blaster sotto al tavolo e sparò all'inesperto cacciatore. Greedo aveva sparato un attimo prima, mancando il bersaglio. Solo si alzò quindi dal tavolo, lanciò una moneta al barista dicendo "Scusa se ho sporcato" e se ne andò.

Nonostante la morte di Greedo sia avvenuta per mano di Solo, fu Goa a mandarlo da lui, dopo aver riscosso una taglia da due Rodian che lo stavano cercando.

Dopo la morte di Greedo, Wuher ed il suo nuovo droide, C2-R4, ne macinarono il corpo trasformandolo in un potente liquore. Tutto quello che rimase del cacciatore fu la testa che Wuher, avendo avuto in passato discussioni con lui, impalò su di un palo.

Greedo usava una pistola DT-12 nei combattimenti.

Curiositàmodifica | modifica sorgente

Paul Blake interpretò Greedo nelle scene che lo rappresentavano insieme a Solo, nella stessa inquadratura. Per i primi piani, una testa meccanica venne costruita apposta, e Maria De Aragon venne incaricata di azionarla. Durante le registrazioni, i vestiti di Greedo cambiano molto, così come le mani. Nelle scene originali, Greedo ha dita lunghe, con ventose alle estremità, nelle altre ha dita tozze.

Nella riedizione del 1997, Greedo spara con scarsa precisione a Solo prima che questo lo uccida. George Lucas disse che questa modifica venne fatta per aumentare l'eroismo di Solo. Fu una decisione controversa e, nella versione del 2004, sparano contemporaneamente.

Il racconto breve A Hunter's Fate: Greedo's Tale scrive la famosa battuta di Greedo in questo modo: "Oona goota, Solo?", mentre il Galactic Phrase Book and Travel Guide lo riporta in questa versione: "Koona t'chuta, Solo?". La seconda è quella più utilizzata.

In L'ombra dell'Impero, la principessa Leila si reca su Rodia per incontrare Avaro, zio di Greedo e gestore di un casinò per conto del Sole Nero di Xizor.

In A Hunter's Fate: Greedo's Tale, è implicitamente detto che parla Rodese, non Huttese, e non sembra comprendere il linguaggio degli Hutt. Questa cosa viene contraddetta da più fonti ufficiali in cui Greedo viene mostrato mentre parla l'Huttese.

In una scena tagliata dal DVD La minaccia fantasma, un personaggio di nome Greedo viene inquadrato mentre lotta in strada con il giovane Anakin Skywalker. Dopo che la lotta viene interrotta dallo Jedi Qui-Gon Jinn, Greedo viene avvertito da un amico Rodian che il suo comportamento gli varrà, un giorno, un proiettile in corpo. L'Universo espanso chiarisce che questo Rodian è in effetti Greedo il Vecchio, il padre di quello visto nella cantina di Chalmun.

I criminali Rodian visti in Star Wars: Jedi Knight: Dark Forces II furono basati su Greedo. Tutti erano simili a lui e si vestivano nel suo stesso modo.

Si dice che lo scrittore Stephen King abbia utilizzato una versione di Greedo sul set del film del 1982 Creepshow per portare fortuna.

Nello spot dell'Adidas che si ribasa sulla scena della cantina, Greedo, a cui vengono cambiato il dialogo, prende in ostaggio David Beckham e viene ucciso da un colpo di blaster partito dalla pistola dell'Aqulish a cui viene tagliato il braccio da Snoop Dogg (nella versione originale è Obi-Wan Kenobi a farlo) dopo che Jay Baruchel viene colpito da un oggetto lanciato da Ian Brown quando Baruchel ha in mano l'arma dopo averla presa dall'alieno ferito dal rapper.[1]

Apparizionimodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Adidas Originals - Star Wars Cantina 2010.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Guerre stellari Portale Guerre stellari: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerre stellari







Creative Commons License