Gretsch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la filiale che produce percussioni, vedi Gretsch Drums.
The Gretsch Company
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 1883
Fondata da Friedrich Gretsch
Sede principale Savannah (Georgia)
Prodotti strumenti musicali
Sito web www.gretsch.com/

La Gretsch è una ditta statunitense specializzata nella realizzazione di batterie e chitarre fin dagli anni quaranta. I suoi modelli, spesso di pregio e assai costosi, furono gli strumenti di elezione della musica rock and roll e rockabilly, country: furono usati da chitarristi come Chet Atkins, Brian Setzer e Malcolm Young. Particolarmente rinomata la produzione di chitarre archtop.

Storiamodifica | modifica sorgente

L'azienda nacqe nel 1883 a Brooklyn, quando Friedrich Gretsch, immigrato tedesco, aprì un piccolo negozio in cui iniziò a costruire banjo, batterie e tamburelli. Dodici anni dopo Friedrich morì, lasciando l'azienda al figlio Fred. Gli inizi furono difficili, ma già nel 1916 la Gretsch era diventata una delle aziende più importanti nell'importazione e la fabbricazione di strumenti musicali. Fred capiva ciò che la gente voleva: chitarre, quindi la Gretsch iniziò a produrle. Inizialmente la Gretsch offrì chitarre Archtop a musicisti jazz e chitarre flat-top per i musicisti country.

Fred Gretsch si ritirò nel 1942 lasciando la società ai figli Fred Jr. e Bill Gretsch. Fred Jr. tenne il comando dell'azienda, ma fu chiamato in guerra nella marina militare, così il comando passò a Bill fino a quando morì nel 1948. La ditta passò di nuovo a Fred Jr., tornato in patria.

Negli anni cinquanta la Gretsch forniva un'ampia gamma di chitarre che batterono in qualità e vendite anche i modelli di Leo Fender. Grandi artisti come Chet Atkins e Duane Eddy iniziarono a suonare sugli strumenti Gretsch. Il boom fu negli anni sessanta quando George Harrison iniziò a suonare varie Gretsch. Verso la fine degli anni sessanta Fred Jr. si ritirò e vendette la società alla "Baldwin Manufacturing". Baldwin non capì bene la posizione nel mercato della Gretsch e fallì nel passaggio tra gli psichedelici anni '60 e gli hard rock anni settanta. I ragazzini si ispiravano sempre di più a Jimi Hendrix, Jeff Beck e Eric Clapton, tutti virtuosi delle Fender.

Baldwin peggiorò il problema muovendo la produzione in Arkansas dove la Gretsch soffrì di due disastrose campagne di licenziamenti. Il calo delle vendite e il disinteresse di Baldwin fecero chiudere la Gretsch all'inizio degli anni ottanta. Sino da quando la famiglia aveva abbandonato la produzione, Fred Gretsch III aveva desiderato il ritorno sulla scena produttiva, e nel 1985 il suo sogno si avverò: ricomprò la Gretsch e con la creazione di nuovi modelli, la società tornò agli abituali vertici qualitativi.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License