Hanns Hörbiger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hanns Hörbiger

Hanns Hörbiger (Atzgersdorf, 29 novembre 1860Mauer, 11 ottobre 1931) è stato un ingegnere, scrittore e astronomo austriaco.

La notorietà gli deriva dalla sua teoria del Ghiaccio Cosmico (Welteislehre o WEL, esposta nel libro Glazial-Kosmogonie del 1913) che ebbe vasta notorietà in Germania prima e durante il Nazismo, tanto che la accettò persino Adolf Hitler.

La teoria sosteneva che la Terra ha avuto, nel suo passato arcaico almeno 7 o 8 diversi satelliti, catturati dallo spazio come comete e progressivamente precipitati sulla Terra stessa, provocando immani cataclismi. I periodi di avvicinamento dei satelliti avrebbero provocato (per diminuzione della gravità) la nascita di stirpi di giganti, di cui parlano la varie mitologie. La cattura dell'attuale satellite della Terra, la Luna, avrebbe inoltre provocato la sommersione di Atlantide e Lemuria. La caduta della Luna provocherà probabilmente, in futuro, la fine della vita sulla Terra.

La teoria del Ghiaccio Cosmico trovò all'epoca una vasta eco popolare e diede origine ad un vero culto pseudoscientifico (WEL) da parte di milioni di persone; promossa dal regime nazista per le sue implicazioni razziali, è oggi totalmente screditata.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Martin Gardner, Nel nome della scienza, Transeuropa 1998 (estratto)
  • (DE)  Hanns Hörbiger, Glazial-Kosmogonie, 1913
  • (DE) Nagel, B. Die Welteislehre. Hörbigers Glazial-Kosmogonie im nationalsozialistischen Staat, Sterne Weltraum, 26. Jahrg., Nr. 1, p. 9 - 13, 1987
  • Lyon Sprague De Camp. Il mito di Atlantide e dei continenti scomparsi (Lost Continents- The Atlantis Theme, 1954, 1970), Fanucci, 1980, pagg. 100-103; con una certa dose di ironia e di spirito critico, in questo testo si esaminano tutti i casi di terre "leggendarie", apparse nella vastissima letteratura sull'argomento.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 10637404 LCCN: n85803871








Creative Commons License