Henry Lehrman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Henry 'Pathé' Lehrman

Henry Lehrman (detto Pathé; Vienna, 21 aprile 1886Hollywood, 7 novembre 1946) è stato un regista, sceneggiatore, attore e produttore cinematografico statunitense nell'epoca del film muto.

Pioniere della cinematografia delle origini, il suo nome è rimasto nella storia del cinema, più che per le sue opere, per essere stato il primo regista di Charlie Chaplin.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Ventenne emigrò negli Stati Uniti dove trovò occupazione come tramviere prima di avventurarsi nel campo cinematografico.

Asserendo di avere già diretto in Europa per la casa di produzione cinematografica Pathé (da cui il soprannome), nel 1908, trovò impiego alla Biograph Company dove recitò in alcune produzioni di D. W. Griffith a fianco di un giovane Mack Sennett che seguirà nel 1912 nella fondazione della Keystone e da questi avviato alla regia di una troupe della nascente casa di produzione di cui lo stesso Sennet ne era il boss. Di fatto, nei primi nove mesi, diresse tutte le produzione Keystone, tra cui film di Mabel Normand, Fatty e il debutto assoluto di Charlie Chaplin in Charlot giornalista, (Making a living) 1914, cui seguirono altri tre cortometraggi con Chaplin protagonista. La collaborazione si interruppe per lo scarso affiatamento tra i due dovuto alla tendenza di Lehrman di manipolare il materiale girato con Chaplin, fatto questo intollerabile agli occhi del futuro 'vagabondo' e al carattere spigoloso del regista che, in generale, non era particolarmente amato dai collaboratori.

Lehrman abbandonò la Keystone per seguire, nel 1915, Ford Sterling, anch'esso uomo di punta di Sennett, cui la Universal aveva proposto la realizzazione di una serie di cortometraggi dal titolo Sterling Comedies, ma ancora una volta l'incompatibilità di carattere pregiudicò l'esito della collaborazione tra i due.

Si mise allora in diretta concorrenza con la Keystone fondando la L-KO, ovvero Lehrman Knock-Out Comedies, le cui produzioni furono distribuite dalla Universal. Quest'esperienza si concluse nel 1917 allorché Lehrman si aggregò alla Fox, ritrovando diversi attori fuoriusciti dalla Keystone quali Hank Mann, Chester Conklin, Phyllis Allen, Alice Davenport e Slim Summerville. Fu in questo periodo che Lehrman si guadagnò un secondo e, presumibilmente, meno gradito appellativo: Suicide, a causa dei rischi, a volte esagerati e non necessari, cui sottoponeva i suoi attori nel corso delle lavorazioni.

Del 1919 la collaborazione con la First National cui produceva come Lehrman Comedies.

Balzò all’attenzione delle cronache nel 1921 quando accusò Roscoe Arbuckle, di responsabilità nella morte della propria fidanzata, l’attrice Virginia Rappe, avvenuta nella camera d’albergo di quest’ultimo nel corso di una festa.

L'avvento del sonoro produsse una brusca interruzione della sua carriera, come, del resto, quella di molti altri protagonisti del periodo muto. Nel 1934 collaborava in qualità di sceneggiatore con la Twentieth Century Fox. Nel 1941 fu il fallimento, anche economico.

Un attacco cardiaco pose fine alla sua esistenza nel 1946. Fu seppellito a fianco della sfortunata fidanzata nell'Hollywood Memorial Park Cemetery.

Filmografia parzialemodifica | modifica sorgente

Pubblicità (1917)

Attoremodifica | modifica sorgente

Registamodifica | modifica sorgente

Sceneggiatoremodifica | modifica sorgente

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Mack Sennett, Kink of Comedy, New York 1975
  • Simon Louvish, Keystone, The Life and Clowns of Mack Sennett, 2005
  • Glenn Mitchell, A-Z of Silent Film Comedy, London 1998

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 7590431 LCCN: n85138207

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema







Creative Commons License