Hockey su ghiaccio ai XIX Giochi olimpici invernali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: XIX Giochi olimpici invernali.

20º Torneo olimpico di hockey su ghiaccio
Salt Lake City 2002
Logo dei XIX Giochi olimpici invernali
Informazioni generali
Sport Ice hockey pictogram.svg Hockey su ghiaccio
Edizione XIX Giochi olimpici invernali
Paese ospitante Stati Uniti Stati Uniti
Città Salt Lake City
Periodo dal 9 febbraio 2002
al 24 febbraio 2002
Nazionali maschili 14
Nazionali femminili 8
Incontri disputati 39
Classifica finale maschile
Medaglia d'oroVincitore Canada Canada
Medaglia d'argentoSecondo posto Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia di bronzoTerzo posto Russia Russia
Classifica finale femminile
Medaglia d'oroVincitore Canada Canada
Medaglia d'argentoSecondo posto Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia di bronzoTerzo posto Svezia Svezia
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Nagano 1998 Torino 2006 Right arrow.svg

Gli incontri del torneo di hockey su ghiaccio dei XIX Giochi olimpici invernali (2002) si sono tenuti all'E Center di West Valley City (8.500 posti) e alla Peaks Ice Arena di Provo (8.000 posti).

Per la seconda volta dopo Nagano, al torneo maschile si è affiancato quello femminile.

Uominimodifica | modifica sorgente

Medagliemodifica | modifica sorgente

 
Oro Argento Bronzo
Flag of Canada.svg Canada
Al MacInnis
Eric Brewer
Rob Blake
Paul Kariya
Owen Nolan
Jarome Iginla
Brendan Shanahan
Steve Yzerman
Ed Belfour
Simon Gagné
Joe Nieuwendyk
Scott Niedermayer
Martin Brodeur
Curtis Joseph
Michael Peca
Chris Pronger
Adam Foote
Ed Jovanovski
Mario Lemieux
Theoren Fleury
Eric Lindros
Joe Sakic
Ryan Smyth


Flag of the United States.svg USA
Mike Dunham
Brian Leetch
Brian Rafalski
Tom Poti
Phil Housley
Keith Tkachuk
Mike Modano
John LeClair
Tony Amonte
Brian Rolston
Bill Guerin
Brett Hull
Chris Drury
Gary Suter
Chris Chelios
Adam Deadmarsh
Tom Barrasso
Aaron Miller
Mike Richter
Doug Weight
Scott Young
Mike York
Jeremy Roenick
Flag of Russia.svg Russia
Yegor Podomatsky
Danny Markov
Alexei Kovalev
Vladimir Malakhov
Alexei Zhamnov
Sergei Gonchar
Darius Kasparaitis
Pavel Datsyuk
Igor Kravchuk
Oleg Tverdovsky
Pavel Bure
Igor Larionov
Sergei Fedorov
Alexei Yashin
Nikolai Khabibulin
Boris Mironov
Sergei Samsonov
Valeri Bure
Maxim Anfinogenov
Ilya Bryzgalov
Ilya Kovalchuk
Andrei Nikolishin
Oleg Kvasha

Il torneomodifica | modifica sorgente

Il torneo fu giocato da quattordici paesi. Sei di questi, le "potenze" Canada, Repubblica Ceca, Finlandia, Russia, Svezia e Stati Uniti d'America, furono ammesse direttamente alla fase finale ad otto. Le altre otto squadre (Austria, Bielorussia, Francia, Germania, Lettonia, Slovacchia, Svizzera e Ucraina) diedero vita invece ad un torneo preliminare diviso in due gironi. I vincitori dei due raggruppamenti, Bielorussia e Germania, raggiunsero le altre sei nella final-eight.

Le otto compagini furono a loro volta suddivise in due gironi, al termine del quale si svolsero i quarti, le semifinali e le finali.

La grande sorpresa del torneo fu indubbiamente la Bielorussia. Terminò il girone di final-eight all'ultimo posto con tre sconfitte. Ai quarti eliminò però la favorita Svezia, vincitrice imbattuta del proprio girone. Il Canada vinse la medaglia d'oro nella finale contro gli USA, incontro molto combattuto fino agli ultimi minuti, in cui il Canada riuscì a mettere al sicuro il risultato con un margine di tre reti. Joe Sakic fu eletto MVP.

Girone preliminaremodifica | modifica sorgente

Gruppo A: Germania Germania 3-0-0
Lettonia Lettonia 1-1-1
Austria Austria 1-2-0
Slovacchia Slovacchia 0-2-1
Gruppo B: Bielorussia Bielorussia 2-1-0 (ex aequo con l'Ucraina, battuta però nello scontro diretto)
Ucraina Ucraina 2-1-0
Svizzera Svizzera 1-1-1
Francia Francia 0-2-1

Girone Finalemodifica | modifica sorgente

Gruppo C: Svezia Svezia 3-0-0
Rep. Ceca Rep. Ceca 1-1-1 (ex aequo col Canada, ma con miglior differenza reti)
Canada Canada 1-1-1
Germania Germania 0-3-0
Gruppo D: Stati Uniti Stati Uniti 2-0-1
Finlandia Finlandia 2-1-0
Russia Russia 1-1-1
Bielorussia Bielorussia 0-3-0

Quarti di finalemodifica | modifica sorgente

Gli incontri si sono giocati il 20 febbraio.

Semifinalimodifica | modifica sorgente

Gli incontri si sono svolti il 22 febbraio.

Finale 3º/4º postomodifica | modifica sorgente

L'incontro si è svolto il 23 febbraio

Finalemodifica | modifica sorgente

L'incontro si è svolto il 24 febbraio

Donnemodifica | modifica sorgente

Medagliemodifica | modifica sorgente

 
Oro Argento Bronzo
Flag of Canada.svg Canada
Sami Jo Small
Becky Kellar
Colleen Sostorics
Therese Brisson
Cherie Piper
Cheryl Pounder
Lori Dupuis
Caroline Ouellette
Danielle Goyette
Jayna Hefford
Jennifer Botterill
Hayley Wickenheiser
Dana Antal
Kelly Bechard
Tammy Shewchuk
Kim St-Pierre
Vicky Sunohara
Isabelle Chartrand
Cassie Campbell
Geraldine Heaney
Flag of the United States.svg Stati Uniti
Sara Decosta
Tara Mounsey
Courtney Kennedy
Angela Ruggiero
Lyndsay Wall
Karyn Bye
Sue Merz
Laurie Baker
Andrea Kilbourne
A.J. Mleczko
Jenny Potter
Julie Chu
Shelley Looney
Krissy Wendell
Katie King
Cammi Granato
Natalie Darwitz
Chris Bailey
Tricia Dunn
Sarah Tueting
Flag of Sweden.svg Svezia
Emelie Berggren
Anna Andersson
Maria Rooth
Erika Holst
Anna Vikman
Evina Samuelsson
Maria Larsson
Kristina Bergstrand
Anne-Louise Edstrand
Josefin Pettersson
Lotta Almblad
Joa Elfsberg
Gunilla Andersson
Nanna Jansson
Therese Sjolander
Ylva Lindberg
Danijela Rundqvist
Ulrica Lindstrom
Kim Martin
Annica Ahlen

Il torneomodifica | modifica sorgente

Parteciparono otto nazioni, divise in due gironi. Le prime due classificate in ogni raggruppamento avanzavano alle semifinali.

Il Canada non subì neppure un gol nel girone preliminare, gli Stati Uniti solo uno. In semifinale il Canada era sotto per 3-2 all'inizio del terzo tempo, ma mise poi a segno cinque reti he consentirono alle nordamericane di agguantare la finale. Nell'altra semifinale, gli Stati Uniti ebbero facilmente ragione della Svezia.

In finale furono comminate 13 penalità alle canadesi e quattro alle statunitensi. La svolta dell'incontro si ebbe quando Jayna Hefford mise a segno il 3-1 ad un secondo dal termine del secondo periodo. Gli Stati Uniti segnarono in power play la loro seconda rete, ma il Canada resistette, portando così a casa l'oro olimpico, il primo nella storia dell'hockey femminile canadese. Hayley Wickenheiser fu nominata MVP.

Girone preliminaremodifica | modifica sorgente

Gruppo A: Canada Canada 3-0-0
Svezia Svezia 2-1-0
Russia Russia 1-2-0
Kazakistan Kazakistan 0-3-0
Gruppo B: Stati Uniti Stati Uniti 3-0-0
Finlandia Finlandia 2-1-0
Germania Germania 1-1-1 (ex aequo con la Cina, ma miglior differenza reti)
Cina Cina 0-2-1

Semifinalimodifica | modifica sorgente

Finale 3º/4º postomodifica | modifica sorgente

Finalemodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Olympic flag.svg Discipline ai XIX Giochi olimpici invernali (Salt Lake City 2002) Olympic flag.svg

Biathlon | Bob | Curling | Freestyle | Hockey su ghiaccio | Pattinaggio di figura | Pattinaggio di velocità | Sci alpino | Sci nordico (Combinata nordica | Salto con gli sci | Sci di fondo) | Short track | Skeleton | Slittino | Snowboard








Creative Commons License