IC 342

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
IC 342
Galassia spirale
IC 342
IC 342
Scoperta
Scopritore W.F. Denning
Anno 1895
Dati osservativi
(epoca J2000)
Costellazione Giraffa
Ascensione retta 03h 46m 48.5s [1]
Declinazione +68° 05′ 46″[1]
Distanza 10,7 ± 0,9 milioni a.l.
(3,3 ± 0,3 milioni pc)
Magnitudine apparente (V) 9.1[1]
Dimensione apparente (V) 21',4 × 20',9[1]
Redshift 31 ± 3
Caratteristiche fisiche
Tipo Galassia spirale
Classe SAB(rs)cd[1]
Altre designazioni
C 5, UGC 2847, PGC 13826[1]
Categoria di galassie spirali

IC 342 (C 5) è una galassia a spirale di forma intermedia tra la classificazione di Galassia spirale barrata e non barrata, situata nella costellazione della Giraffa. È posta vicino al disco galattico dove l'oscuramento causato dalle polveri rende difficile la sua osservazione.

Osservazionemodifica | modifica sorgente

Si presenta in un piccolo telescopio come una macchia chiara grosso modo circolare, in una zona povera di stelle; l'unica stella appariscente è la ι Cassiopeiae, di terza magnitudine, posta circa 8 gradi ad ovest. La galassia è alla portata di strumenti amatoriali, mentre i suoi bracci sono visibili ad ingrandimenti maggiori.

Storia delle osservazionimodifica | modifica sorgente

A causa della zona di evitamento galattica, che spingeva gli astronomi a dedicare pochi studi alla distribuzione della galassie, questa galassia fu scoperta solo di recente, nel 1895. Inoltre, la galassia si trova lontana dall'eclittica e dunque quella parte di cielo non era studiata per la ricerca di nuove comete.

Caratteristichemodifica | modifica sorgente

IC 342 è una delle due galassie più brillanti nel gruppo di galassie di Maffei 1 uno dei gruppi di galassie più vicini al gruppo locale a cui appartiene la nostra Via Lattea; la sua distanza è stimata sui 10 milioni di anni luce. La sua forma ricorda bene quella delle galassie M74, nel Pesci e M101, nell'Orsa Maggiore; anche come dimensioni apparenti, si trova tra le due galassie. Il suo nucleo si presenta molto brillante con stelle di grande massa molto giovani, segno che ci fu in passato un fenomeno di starburst; lungo i bracci sono presenti notevoli regioni HII, in cui la formazione stellare è molto intensa.

L'astronomo Edwin Hubble in principio sostenne che appartenesse al Gruppo Locale, mentre in seguito venne l'appartenenza al gruppo di galassie di Maffei 1.

IC 342 presenta un nucleo H II.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b c d e f NASA/IPAC Extragalactic Database in Results for IC 342. URL consultato il 1 novembre 2006.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Librimodifica | modifica sorgente

  • (EN) Stephen James O'Meara, Deep Sky Companions: The Caldwell Objects, Cambridge University Press, 2003. ISBN 0-521-55332-6.

Carte celestimodifica | modifica sorgente

  • Tirion, Rappaport, Lovi, Uranometria 2000.0 - Volume I - The Northern Hemisphere to -6°, Richmond, Virginia, USA, Willmann-Bell, inc., 1987. ISBN 0-943396-14-X.
  • Tirion, Sinnott, Sky Atlas 2000.0 - Second Edition, Cambridge, USA, Cambridge University Press, 1998. ISBN 0-933346-90-5.
  • Tirion, The Cambridge Star Atlas 2000.0, 3ª ed., Cambridge, USA, Cambridge University Press, 2001. ISBN 0-521-80084-6.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente



IC 4406.jpg    IC 340  •  IC 341  •  IC 342  •  IC 343  •  IC 344   







Creative Commons License