Imperatori bizantini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Imperatore romano d'Oriente)
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Aquila imperiale

Imperatore bizantino è il nome usato dagli storici per definire il monarca dell'Impero romano d'oriente. È difficile determinare quando esattamente abbia fine l'Impero romano ed inizi quello bizantino. La prima suddivisione dell'impero romano in una parte occidentale e in una parte orientale, ognuna delle quali sottoposta all'autorità di uno degli imperatori co-regnanti, risale alla riforma tetrarchica di Diocleziano, del 293. In seguito altri avvenimenti segnano la progressiva formazione di un impero definibile come bizantino e sono dunque considerati come "primo imperatore bizantino" di volta in volta:

Va anche notato, con i numismatici, come la riforma monetaria di Anastasio I nel 498, usasse il sistema di numerazione greco. Certamente, gli stessi Bizantini continuarono a considerare il loro impero come romano, per oltre un millennio.

In generale gli storici tendono a considerare il regno dell'imperatore Arcadio e quello dei suoi immediati successori il momento in cui si venne a creare, una nuova identità romano-orientale, che divenne man mano sempre più estranea alle sorti dell'Occidente latino. A quest'epoca risale anche la prima ondata delle grandi invasioni dei popoli germanici, che superarono il limes (confine) sul Reno e dilagarono nelle province galliche e ispaniche e si spinsero nella stessa Italia. La data della morte di Teodosio I, nel 395, e la successiva spartizione dell'impero tra i due figli Arcadio e Onorio è pertanto generalmente considerata come il momento iniziale della cronologia degli imperatori bizantini.

La fine dell'impero bizantino si ebbe oltre un millennio dopo, con la conquista di Costantinopoli da parte dei Turchi Ottomani nel 1453.

L'imperatore bizantino, a partire da Eraclio I, portava i titoli greci di Autokrátor Kaisár Augustos, Basíleus ton romaíon, equivalente del latino dell'imperatore romano, Imperator Caesar Augustus, Imperator Romanus (Imperatore Cesare Augusto, Imperatore/Re dei Re[1] dei Romani). Il titolo di Imperatore dei romani, dopo la fine dell'impero occidentale, fu conteso ai bizantini prima dall'imperatore carolingio, poi dal Sacro Romano Imperatore.

Imperatori romani del IV secolo (330-395)modifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Imperatori romani.

Dinastia costantiniana (secondi Flavi) (330-363)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Byzantinischer Mosaizist um 1000 002.jpg Costantino I "il Grande" (Gaius Flavius Valerius Aurelius Constantinus) Era figlio dell'augusto Costanzo Cloro[2] 27 febbraio 272c.[3] 11 marzo 330[4]
Proclamato "augusto" alla morte di Costanzo Cloro il 25 giugno 306,[5] ma considerato imperatore bizantino, da quando sposta la capitale a Costantinopoli.
22 maggio 337[6] Egli stesso si nominò "augusto" a Eboracum, in Britannia, in seguito alla morte del padre Costanzo Cloro, e dopo un lungo periodo di guerra civile, divenne unico imperatore. Egli è celebre per essersi convertito al Cristianesimo, e per aver iniziato a favorire questa religione, per gli imperatori romani. Egli fondò Costantinopoli (con il nome di "Nova Roma"), predestinata ad essere la nuova capitale dell'impero romano. Alla sua morte divise l'impero in tre parti. Molti anni dopo la sua morte fu canonizzato.
Bust of Constantius II (Mary Harrsch).jpg Costanzo II
(Flavius Iulius Constantius)
Era secondogenito di Costantino I[7] 7 agosto 317[8] 22 maggio 337[6]
Ereditò la parte orientale dell'impero romano[9]
3 novembre 361[10]
Morì per una febbre improvvisa, durante una sua campagna militare.[10]
Costantino I dopo la sua morte, lasciò la parte orientale dell'impero a Costanzo II, e la parte centrale e occidentale dell'impero agli altri due fratelli di Costanzo II, egli divenne unico imperatore, a causa della morte degli altri due fratelli.Fu responsabile della morte di numerosi membri della sua famiglia, in tal modopotè concentrare il potere imperiale nelle sue mani.

Gli rimase solo un cugino, Giuliano, che si ribellò contro di lui negli ultimi anni della sua vita.

JulianusII-antioch(360-363)-CNG.jpg Giuliano, detto "L'Apostata"
(Flavius Claudius Iulianus)
Nipote di Costanzo Cloro, cugino di Costanzo II.[11] 6 novembre 331[12] 3 novembre 361[10]
Fu proclamato imperatore dalle sue armate in Gallia, divenne legittimo imperatore alla morte di Costanzo II
26 giugno 363[13]
Mortalmente ferito da un giavellotto in battaglia.[13]
Giuliano fu perseguitato da Costanzo II, alla fine anch'egli si ribellò, e iniziò a prendere il controllo di parti dell'impero. Egli riuscì a impadronirsi di tutto l'impero dopo la morte di Costanzo II a causa di una malattia. Morì nel 363 durante una campagna contro i sasanidi. Egli è ricordato soprattutto, per il suo rifiuto nei confronti del cristianesimo, e il suo tentativo di ristabilire in tutto l'impero il paganesimo.

Non dinastico (364-364)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Jovian1.jpg Gioviano
(Flavius Claudius Iovianus)
Capitano della guardia orientale dell'imperatore Giuliano.[14] c.332 27 giugno 363[14]
Eletto imperatore dall'esercito romano, alla morte di Giuliano.[14]
16 febbraio 364[15]
Morto di indigestione.[15]
Fu un imperatore scelto dall'esercito, dopo la morte di Giuliano. Il suo regno fu brevissimo, infatti i soldati romani lo scelsero come imperatore per garantirsi la fuga dalla Persia, dove con la campagna di Guliano II stavano ricevendo forti perdite. Immediatamente il nuovo imperatore pose fine al conflitto con la firma di un trattato di pace, dal quale i persiani ebbero dei vantaggi territoriali sulla frontiera orientale dell'impero romano. Egli morì ancor prima di raggiungere la sua capitale.

Dinastia valentiniana (364-379)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
ValentinianI.jpg Valentiniano I
(Flavius Valentinianus)
Fu un ufficiale sotto i regni di Giuliano e di Gioviano.[15] 3 luglio 321 23 febbraio 364[16]
Fu eletto imperatore dal esercito e dalla corte, dopo la morte di Gioviano.[16]
17 novembre 375[17]
Morì di un'emorragia cerebrale.[17]
Poco dopo la sua elezione come imperatore, Valentiniano decise che il fratello Flavio Valente avrebbe regnato insieme a lui. In seguito i due, per governare più efficientemente, si spartirono l'impero: Valentiniano regnò solo sulla parte occidente dell'impero, mentre il fratello Valente su quella orientale. Durante il suo regno, l'impero fu ripetutamente devastato da invasioni barbariche. Alla notizia di un'invasione da parte della tribù dei Quadi, si dice che Valentiniano sia stato preso da un tale accesso di collera da stramazzare al suolo, morendo per un'emorragia cerebrale.
Valens Honorius Musei Capitolini MC494.jpg Valente
(Flavius Iulius Valens)
Facente parte dell'esercito romano, fratello di Valentiniano I.[15] 328 28 marzo 364[15]
Nominato imperatore dal fratello.[15]
9 agosto 378[18]
Morì nella battaglia di Adrianopoli.[18]
Nominato "l'ultimo vero romano", fu nominato imperatore d'oriente dal fratello Valentiniano I. Non riuscì a ben governare l'impero d'oriente, tanto da pensare di abdicare e poi suicidarsi a causa del fatto che un certo Procopio si era ribellato contro di lui, autonominandosi imperatore. Egli morì nella battaglia di Adrianopoli, un totale disastro, dove la maggior parte delle sue forze armate furono distrutte dagli invasori goti.
158 Gratianus.jpg Graziano
(Flavius Gratianus)
Era figlio di Valentiniano I, e nipote di Valente.[18] 18 aprile/23 maggio 359[18] 9 agosto 378[18]
Ereditò l'impero d'oriente dopo la morte dello zio Valente.[18]
19 gennaio 379
Nomina imperatore d'oriente Teodosio I
25 agosto 383[19]
Fu assassinato durante la ribellione di Magno Massimo.[19]
Ereditò in via dinastica la parte orientale dell'impero alla morte dello zio Valente. Dopo essersi appropriato di tutto l'impero romano, nominò uno dei suoi generali, Teodosio I, imperatore d'Oriente. Egli governò in occidente, assieme a Valentiniano II dal 375 al 383.

Dinastia teodosiana (379-457)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Teodosio I
(Flavius Theodosius)
Fu un aristocratico romano, e generale romano, divenne cognato dell'imperatore Graziano, e quest'ultimo lo nominò imperatore d'Oriente.[20] 11 gennaio 347[20] 19 gennaio 379[20]
Nominato imperatore da Graziano.[21]
17 gennaio 395[22]
Morto di vecchiaia
Fu nominato imperatore d'oriente dall'imperatore Graziano, che aveva bisogno di un fedele alleato per affrontare le conseguenze della battaglia di Adrianopoli. Egli riuscì a salvare la parte orientale dell'impero, arruolando molti eserciti mercenari barbari al proprio servizio. Dopo la morte di Graziano e di Valentiniano II, prese il controllo anche della parte occidentale dell'impero romano. Egli fu l'ultimo imperatore romano, con l'impero romano unificato sotto lo stesso imperatore. Egli impose il Cristianesimo come religione ufficiale di tutto l'impero romano.

Imperatori romani d'Oriente (395-476)modifica | modifica sorgente

Dinastia teodosiana (379-457)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Arcadius.jpg Arcadio
(Flavius Arcadius)
Figlio di Teodosio I.[23] 377[23] 17 gennaio 395[23]
Divenne imperatore, dopo la morte del padre Teodosio I.[23]
1º maggio 408[24]
Morì di malattia
Fu un imperatore debole, dominato dalla moglie e dai suoi ministri. Era fratello dell'imperatore romano d'occidente Onorio.
Theodosius ii.jpg Teodosio II
(Flavius Theodosius)
Era figlio dell'imperatore Arcadio.[25] 10 aprile 401[26] 1º maggio 408[26]
Divenne imperatore dopo la morte del padre Arcadio.[26]
28 luglio 450[27]
Morì a causa di un incidente a cavallo.[27]
Egli fu fortemente influenzato dalla sua sorella, Pulcheria, che si nominò "augusta" nel 414. Durante il suo regno il suo zelo cristiano lo portò a far perseguire i non cristiani dell'impero romano d'oriente. Tuttavia, il suo regno vide la costruzione a Costantinopoli delle inespugnabili mura Teodosiane ed inoltre pubblicò il codice Teodosiano. Morì nel 450, lasciando la sorella come sua erede.
Marcian.jpg Marciano
(Flavius Marcianus)
Soldato, politico, senatore, fu marito di Pulcheria.[27] 392c.[28] agosto 450[27]
Dopo il suo matrimonio con Pulcheria.[27]
26 gennaio 457[29]
Morì di malattia.[28]
Marciano divenne imperatore romano d'oriente, grazie al suo matrimonio con Pulcheria. Marciano fu sostenuto da Aspar, comandante dell'esercito. Sotto il suo regno, l'impero romano d'oriente si ristabilì politicamente e militarmente, e riuscì con l'oro ad allontanare Attila dall'impero romano d'oriente. Ma durante il suo regno, l'impero romano d'occidente, fu lasciato in balia di se stesso. Fu canonizzato dopo la morte dalla chiesa ortodossa.

Dinastia trace (457-518)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Leo I Louvre Ma1012.jpg Leone I "il Trace"
(Flavius Valerius Leo)
Amministratore di Aspar.[30] 401c.[31] gennaio 457[30]
Nominato imperatore dal comandante dell'esercito, Aspar.[30]
3 febbraio 474[32]
Morì di dissenteria.
Fu scelto come imperatore da Aspar, che tentò di governare al suo posto. Leone non glielo permise, togliendogli anzi il potere militare che aveva. Per questa ragione fu costretto ad allearsi con gli Isaurici, il cui capo era Tarasicodissa, cui mandò in sposa la figlia Arianna, mentre Tarasicodissa prese il nome romano di Zenone. Favorì l'ostrogoto Teoderico a corte. Fu il primo imperatore ad essere incoronato dal patriarca di Costantinopoli.
Leo (474)-coin.jpg Leone II
(Flavius Leo)
Era nipote di Leone I.[32] 467[32] 3 febbraio 474[32]
Successe al nonno Leone I.[32]
17 novembre 474[33]
Morì di malattia, forse fu avvelenato.[33]
Era figlio di Arianna (figlia di Leone I) e di Zenone. Ereditò il trono imperiale dopo la morte di suo nonno. Si dice che Leone II fu avvelenato dalla madre per permettere a Zenone di divenire imperatore.
Moneta di Zenone.JPG Zenone
(Flavius Zeno)
(nome di nascita Tarassicodissa)
Era un generale romano di origini Isauriane; era genero di Leone I, era padre di Leone II.[32] c.425 Co-imperatore: 9 febbraio 474
Nominato dal figlio Leone II
imperatore (da solo): 17 novembre 474.[33]
Successe come unico imperatore d'Oriente, alla morte del figlio Leone II.[32]
9 gennaio 475
Fu deposto dal cognato Basilisco.[34]
9 aprile 491
Morto di vecchiaia.[35]
Era un capo Isauriano, sostenne Leone I per togliere il potere militare ad Aspar. In cambio di ciò, gli fu permesso di sposarsi con la figlia di Leone I, Arianna, da cui ebbe un figlio, Leone II che divenne imperatore alla morte del nonno (474). Dopo la morte del figlio, Zenone che era divenuto co-imperatore, divenne unico imperatore romano d'oriente. Egli fu impopolare a causa delle sue origini barbariche, fu deposto dalla suocera, Verina, e dal cognato di Leone I, Basilisco.
Solidus di Basilisco.JPG Basilisco
(Flavius Basiliscus)
Generale romano cognato di Leone I.  ? 9 gennaio 475
Tolse il potere a Zenone.[36]
agosto 476
Deposto da Zenone.[37]
476/477
Fu internato in una cisterna, per ordine di Zenone e venne fatto morire di fame, o esiliato in Cappadocia e morto per fame e freddo.[38]
Fratello dell'imperatrice Elia Verina, moglie di Leone I, riuscì a ottenere la fiducia dell'imperatore che fece di lui il capo di una spedizione (che sarà fallimentare) contro Cartagine, che era in mano ai vandali. A causa dell'origine "barbarica" di Zenone, Basilisco riuscì ad usurpare il trono, sfruttando l'ostilità della popolazione. Una volta ottenuto il potere però, Basilisco si alienò in breve tempo il sostegno della chiesa, promuovendo la posizione cristologica monofisita in opposizione alla più diffusa posizione calcedonica. Alla fine fu tradito dai suoi alleati, che restituirono Costantinopoli a Zenone che lo manderà in esilio in Cappadocia internato in una cisterna a morire di fame.

Imperatori bizantini (di costumi latini) (476-610)modifica | modifica sorgente

Dinastia trace (457-518)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Moneta di Zenone.JPG Zenone
(Flavius Zeno)
(nome di nascita Tarassicodissa)
Era un generale romano di origini Isauriane; era genero di Leone I, era padre di Leo II c.425 Imperatore: agosto 476
Tolse il potere a Basilisco.[37]
9 aprile 491 Morto di vecchiaia.[35]
Zenone riuscì a ristabilire la forza dell'esercito romano d'oriente. Poco tempo dopo, formalmente riunì l'impero romano, vista la deposizione dell'imperatore romano d'occidente Romolo Augusto, anche se, in realtà, l'impero romano d'occidente era caduto sotto il controllo barbarico. Alla sua morte l'impero romano d'oriente era molto più forte di come l'aveva trovato.
Diptych Barberini Louvre OA3850.JPG Anastasio I
(Flavius Anastasius)
Ufficiale di palazzo ("Silentiarius"); genero di Leone I c.430 11 aprile 491
Scelto da Ariadne, vedova di Zenone.[39]
9 luglio 518
Morto di vecchiaia[40]
Anastasio I era un ufficiale di palazzo, e fu scelto da Ariadne (figlia di Leone I, vedova di Zenone), come nuovo imperatore romano d'oriente, al posto del marito morto, e per dargli una legittimità al trono, lo sposò. Egli inizialmente fu molto popolare in tutto l'impero, grazie alla sua riduzione fiscale; ma perse la sua popolarità negli ultimi anni della sua vita, a causa della sua adozione di una forte politica monofisita. Il suo comando nella guerra, portò ad un esauriente conflitto tra romani e persiani, con scarsi benefici. Inoltre durante il suo regno i Balcani furono devastati dalle invasioni di slavi e bulgari.

Dinastia giustinianea (518-602)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Moneta di Giustino I.JPG Giustino I
(Flavio Iustinus)
Era un generale romano, divenne comandante delle guardie imperiali di Anastasio I 453[41] Imperatore: luglio 518
Nominato da Anastasio come suo successore.[42]
1º agosto 527
Morto di vecchiaia[43]
Di umili origini, Giustino era capo della guardia imperiale di Anastasio I. Eletto in seguito ad oscure macchinazioni, Giustino verrà guidato nelle scelte di governo dal ben più accorto ed istruito nipote, Giustiniano. Sotto di lui verrà risolto lo Scisma acaciano.
Meister von San Vitale in Ravenna.jpg Giustiniano I
(Flavio Petrus Sabbatius Iustinianus)
Era nipote di Giustino I 11 maggio 482[41] Imperatore: 1º agosto 527
Ereditò il trono imperiale da Giustino I.
14 novembre 565
Morto di vecchiaia
Uno dei più grandi imperatori bizantini. Il suo regno, nonostante una rivolta nei primi anni, fu caratterizzato da una grande espansione territoriale, che portò alla conquista di Italia, Nordafrica e della parte meridionale della Spagna, giungendo così molto vicino alla riunificazione dell'impero Romano come era stato prima della caduta della parte occidentale nel 476. Giustiniano sarà l'ultimo imperatore bizantino a poter realmente ottenere questo scopo; tuttavia, le sue conquiste non furono durature. Durante il regno di Giustiniano, l'impero si arricchì anche di un enorme numero di splendidi monumenti, tra cui la chiesa di Santa Sofia a Costantinopoli. Un altro importantissimo evento del suo regno fu la stesura del Corpus Iuris Civilis, monumentale opera legislativa destinata a durare secoli.
Moneta di Giustino II.JPG Giustino II
(Flavio Iustinus Iunior)
Era nipote di Giustiniano I 520c. Imperatore: 14 novembre 565
Ereditò il trono imperiale da Giustiniano I.
5 ottobre 578
Morto di vecchiaia
Durante il suo regno si registrarono parecchie perdite di territorrio, dall'Italia invasa in buona parte dai Longobardi, alla penisola Iberica minacciata dai Visigoti, all'Africa dai Mauri. Infine violò la pace con la Persia omettendo di pagare il tributo imposto da Giustiniano. La conseguenza sarà la perdita della Siria ed un ulteriore tributo annuo per garantirsi nuovamente la pace.
Moneta di Tiberio II.JPG Tiberio II Costantino
(Flavio Tiberio Constantinus)
Era Comes di Excubitors, ed era amico di Giustino II, che poi lo adottò. 520c. Imperatore: 5 ottobre 578
Ereditò il trono imperiale da Giustino II.
14 agosto 582
Morto o di malattia, o avvelenato da Maurizio.
Generale di Giustino II, Tiberio II Costantino ascese al trono sposando la vedova di Giustino II, Sofia (confermando, de iure, il ruolo di imperatore che deteneva come reggente fin dal 574). Estremamente prodigo, Tiberio II cercò di riparare al crollo delle difese militari italiane, ma morì prima di risolvere la questione.
Moneta di Maurizio.JPG Maurizio
(Flavio Mauritius Tiberio)
Era comandate in capo dell'esercito bizantino, ed era cognato di Tiberio II. 539 Imperatore: 14 agosto 582
Ereditò il trono da Tiberio II.
novembre 602
Maurizio fu costretto da Foca, ad abdicare.
27 novembre 602
Maurizio viene decapitato da Foca.
Il regno di Maurizio fu provvidenziale per la tenuta dell'impero stesso. L'imperatore, dotato di eccellenti capacità militari e amministrative (riorganizzazione dell'impero in esarcati), respinse le invasioni dei Persiani, degli Avari e contenne l'avanzata dei longobardi. Verrà ucciso da Foca, divenuto imperatore sulla scia del malcontento dovuto alla rigorosa politica monetaria adottata da Maurizio.

Non dinastico (602-610)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Phocas (coin of).jpg Foca
(Flavio Foca)
Centurione bizantino, capo della rivolta contro Maurizio. 547 Imperatore: novembre 602
Prese il potere, mettendosi a capo degli eserciti bizantini dei Balcani e spodestando Maurizio.
5 ottobre 610
Decapitato da Eraclio I
Foca, generale di origini oscure, gettò nell'anarchia l'Impero Bizantino con la sua politica dissennata. Non fece nulla per riconquistare le provincie orientali conquistate da Cosroe II, il sovrano sasanide che violò la pace stipulata con Maurizio e che intendeva vendicare abbattendo Foca. Perseguitò, in politica religiosa, gli ebrei e altre minoranze. Verrà deposto e decapitato da Eraclio.

Imperatori bizantini (di costumi greci) (610-1453)modifica | modifica sorgente

Dinastia eracliana (primo periodo 610-695)modifica | modifica sorgente

Nota: a partire da Eraclio I il titolo Bασιλεύς (basileus, "Re dei Re") sostituisce l'antico Imperator Caesar Augustus - Aυτοκράτωρ Kαîσαρ Aΰγουστος (Imperatore Cesare Augusto).

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Cherub plaque Louvre MRR245 n2.jpg Eraclio I
(Ηράκλειος, Hērakleios. Flavius Eraclius)
Figlio dell'esarca d'Africa, Eraclio il Vecchio. 575c. Imperatore: 5 ottobre 610
Prese il potere, ribellandosi a Foca.
11 febbraio 641
Morto a causa di idropisia.
Nato forse nel 575 e figlio dell'Esarca d'Africa, Eraclio il Vecchio. Ha guidato la rivolta contro Foca nel 609, riuscendo a deporlo dal trono nell'ottobre del 610. Ha guidato l'impero bizantino alla vittoria nella parte finale della campagna contro i Sasanidi (602-628), ma non è stato in grado di fermare la conquista della Siria da parte degli Arabi.
Moneta di Eraclio I, inesieme a Costantino III.JPG Costantino III
(Ηράκλειος (νέος) Κωνσταντίνος, Herakleios Néos Kōnstantinos. Heraclius Novus Constantinus)
Primogenito di Eraclio I. 3 maggio 612 Imperatore: 11 febbraio 641
Ereditò il trono da Eraclio I.
24/26 maggio 641
Morto a causa di tubercolosi, o avvelenato dalla madre Martina in complicità con Eraclio II.
Nato il 3 maggio 612, era il figlio maggiore di Eraclio e della sua prima moglie Fabia Eudocia. Nominato co-imperatore nel 613, dopo la morte del padre salì al trono insieme a Eracleone (Eraclio II), suo fratellastro. Morì dopo pochi mesi dalla sua salita al trono forse avvelenato da Martina, seconda moglie di Eraclio e madre di Eracleona.
Solidus di Eraclio I.JPG Eraclio II
(Κωνσταντίνος Ηράκλειος, Kōnstantinos Herakleios. Heraclius (Constantinus Heraclius))
Secondogenito di Eraclio I. febbraio 626 Imperatore: 11 febbraio 641
Ereditò il trono da Eraclio I, insieme al fratello Costantino III.
settembre 641
Eraclio II fu rovesciato da una ribellione dell'esercito bizantino che nominerà imperatore Costante II figlio di Costantino III.
 ?
Non si hanno più notizie di Eraclio II dopo che gli fu tagliato il naso.
Nato nel 626 dal secondo matrimonio di Eraclio I con l'imperatrice Martina, fu nominato co-imperatore nel 638. Salito al trono insieme al suo fratellastro Costantino III dopo la morte del comune padre, diventò l'unico imperatore dopo la morte di Costantino III. Il sospetto che fosse stato lui insieme a Martina a provocare la morte di Costantino III portò ad una sollevazione dell'esercito, il quale lo obbligò a nominare co-imperatore Costante II. In seguito venne deposto dal Senato di Costantinopoli nel Settembre del 641.
Constans II and son (Constantine IV).jpg Costante II
(Κώνστας Β', Kōnstas II); era chiamato "Costantino il Barba" (Κωνσταντίνος Πωγωνάτος, Kōnstantinos Pogonatos)
Figlio di Costantino III. 7 novembre 630 Imperatore: 26 maggio 641 (coimperatore) settembre 641, unico imperatore.
Ereditò il trono da Costantino III, e lo prese tutto grazie all'acclamazione a imperatore da parte dell'esercito.
15 settembre 668
Assassinato per ordine di Mecezio.
Figlio di Costantino III, nacque il 7 novembre 630. Grazie alla pressione dell'esercito, venne nominato co-imperatore da suo zio Eraclio II nell'estate del 641, e divenne l'unico imperatore dopo l'abdicazione da parte di quest'ultimo. Battezzato con il nome di Eraclio, da imperatore assunse il nome ufficiale di Costantino ("Costante" è il suo soprannome). Spostò la residenza imperiale a Siracusa, dove fu asssassinato (probabilmente su ordine di Mecezio, un membro della sua corte).
Privil classe.jpg Costantino IV
(Κωνσταντίνος Δ', Kōnstantinos IV); era chiamato "Costantino il Barbuto"
Figlio di Costante II. 652 Imperatore: 15 settembre 668
Ereditò il trono da Costante II.
settembre 685
Morto di dissenteria.
Nato nel 652, salì al trono dopo l'assassinio in cui cadde vittima suo padre Costante II. Fu erroneamente chiamato "Costantino il Barbuto" dagli storici, i quali si confusero con il soprannome del padre. Respinse il primo assedio degli Arabi alla capitale Costantinopoli. Morì di dissenteria.
Moneta di Giustiniano II.JPG Giustiniano II
(Ιουστινιανός Β 'ο Ρινότμητος) detto il naso mozzo e il Rinotmeto.
Figlio di Costantino IV. 669 Imperatore: settembre 685
Ereditò il trono da Costantino IV.
695
Giustiniano II fu rovesciato da una rivolta campeggiata da Leonzio
dicembre 711
Gli venne tagliata la testa per ordine di Filippico.
Nato nel 669, venne nominato co-imperatore nel 681 e divenne l'unico imperatore dopo la morte di Costantino IV. Venne deposto da una rivolta dell'esercito nel 695, costretto in esilio a Cherson dove gli venne tagliato il naso (da qui il suo soprannome, "Rinotmeto"). Riuscì a riprendere il trono nel 705.

Non dinastici (695-705)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Moneta di Leonzio.JPG Leonzio
(Λεόντιος; Leontius)
Era un generale bizantino. 660 Imperatore: 695
Si ribellò a Giustiniano II.
698
Leonzio fu rovesciato da una ribellione guidata da Tiberio III
705
Gli venne tagliata la testa per ordine di Giustiniano II.
Generale dell'esercito proveniente dalla regione dell'Isauria, depose Giustiniano II e fu a sua volta deposto da un'altra rivolta nel 698 (capitanata da Tiberio, un altro generale). Una volta ritornato al potere Giustiniano II, venne da lui condannato a morte per decapitazione (insieme a Tiberio).
Tiberio III di Bisanzio.jpg Tiberio III
(Τιβέριος Γ)
Era un generale bizantino di origini germaniche.  ? Imperatore: 698
Si ribellò a Leonzio.
705
Tiberio III fu rovesciato da una ribellione guidata da Giustiniano II e poi venne decapitato.
Ammiraglio di origini germaniche, era originariamente chiamato "Apsimaro". Si ribellò a Lenzio dopo l'ennesimo assedio di Costantinopoli. Salito al trono con il nome di Tiberio, venne deposto da Giustiniano II, ritornato dall'esilio di Cherson. Subì la stessa sorte di Leonzio: la condanna a morte per decapitazione.

Dinastia eracliana (secondo periodo 705-711)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Moneta di Giustiniano II.JPG Giustiniano II
(Ιουστινιανός Β 'ο Ρινότμητος) detto il naso mozzo e il Rinotmeto.
Figlio di Costantino IV. 669 Imperatore: 705
Riconquistò il trono con una rivolta contro Tiberio III.
711
Giustiniano II fu rovesciato da Filippico, che ordinò la decapitazione di Giustiniano II.
Ritornò sul trono grazie al supporto dei Bulgari. Nominò suo figlio Tiberio come co-imperatore nel 706. Venne infine deposto per una seconda volta e ucciso durante una rivolta dell'esercito.

Non dinastici (711-722)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Moneta di Filippico.JPG Filippico
(Φιλιππικός Βαρδάνης) detto Bardane.
Ufficiale bizantino di origini armene.  ? Imperatore: 711
Spodestò Giustiniano II.
3 giugno 713
Fu assassinato in un complotto di palazzo.
Generale di origini armene, depose Giustiniano II e fu a sua volta deposto da una rivolta guidata dalle truppe del tema di Opsikion.
Moneta di Anastasio II.JPG Anastasio II
(Αναστάσιος Β)
Era segretario di Filippico.  ? Imperatore: 3 giugno 713
Prese il trono di Bisanzio, per volere del popolo e del senato.
715
Spodestato dal popolo e dal senato
9 luglio 718
Giustiziato per ordine di Leone III, visto che Anastasio aveva tentato di ribellarsi.
Prima di salire sul trono aveva il nome di Artemio. Burocrate e segretario sotto il regno di Filippico, venne acclamato imperatore dai soldati che organizzarono la deposizione di Filippico. Deposto anche lui da una rivolta militare, tentò di riconquistare il potere nel 718 ma morì nel tentativo.
Theodosius iii coin.jpg Teodosio III
(Θεοδόσιος Γ)
Era un esattore delle imposte e un ufficiale delle finanze.  ? Imperatore: 715
Prese il trono di Bisanzio, per volere del popolo e del senato.
25 marzo 717
Spodestato da Leone III
dopo 754
Morì di vecchiaia.
Appartenente al fisco imperiale, venne proclamato imperatore dalle truppe del tema di Opsikion. Entrò a Costantinopoli nel 715, ma abdicò a seguito di una rivolta organizzata da Leone Isaurico, decidendo di rinchiudersi in convento diventando monaco.

Dinastia isaurica (717-802)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Moneta di Leone III.JPG Leone III
(Λέων Γ΄, Leōn III) detto l'Isaurico.
Era un generale bizantino, e strategos dell'Anatolikon. 685c. Imperatore: 25 marzo 717
Spodestò Teodosio III.
18 giugno 741
Morì di vecchiaia.
Moneta rappresentante Costantino V.JPG Costantino V
(Κωνσταντίνος Ε΄, Kōnstantinos V) detto il Copronimo.
Era figlio di Leone III. 718 Imperatore: 18 giugno 741
Ereditò il trono da Leone III.
giugno 741 o 742
Costantinopoli fu presa dall'usurpatore Artavasde
14 settembre 775
Morì in battaglia contro i bulgari.
CoA of the Byzantine Empire.svg Artavasde
(Αρταύασδος, Artauasdos, Artavazd).
Era cognato di Costantino V, e strategos di Armeniakon e komes di Opsikion.  ? Imperatore: giugno 741 o 742
Usurpò il trono a Costantino V.
2 novembre 743
Costantinopoli fu presa dall'imperatore rivale Costantino V
 ?
Fu accecato, poi morì rinchiuso nel monastero di Cora.
Moneta rappresentante Costantino V.JPG Costantino V
(Κωνσταντίνος Ε΄, Kōnstantinos V) detto il Copronimo.
Era figlio di Leone III. 718 Imperatore: 2 novembre 743
Riconquistò Costantinopoli e spodestò l'usurpatore Artavasde.
14 settembre 775
Morì in battaglia contro i bulgari.
Moneta di Leone VI.JPG Leone IV
(Λέων Δ΄, Leōn IV) detto il Cazaro.
Era figlio di Costantino V. 25 gennaio 750 Imperatore: 14 settembre 775
Ereditò il trono da Costantino V.
8 settembre 780
Morì assassinato in una congiura di palazzo.
Moneta rappresentante Leone IV e Costantino VI.JPG Costantino VI
(Κωνσταντίνος Ϛ΄, Kōnstantinos VI) detto il Cieco.
Era figlio di Leone IV. 771 Imperatore: 8 settembre 780
Ereditò il trono da Leone IV.
797
Morì dopo esser stato fatto accecare dalla madre Irene.
Irina ( Pala d'Oro).jpg Irene
(Ειρήνη, Eirēnē) detta l'Ateniana.
Era moglie di Leone IV. 752c. Imperatrice: 797
Usurpò il trono al figlio Costantino VI.
802
Fu spodestata da Niceforo I
9 agosto 803
Morì di vecchiaia.

Dinastia niceforiana (802-813)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Moneta di Niceforo I.JPG Niceforo I
(Νικηφόρος Α΄, Nikēphoros I) detto il Generale Logoteta.
Era un ministro delle finanze (logoteta).  ? Imperatore: 802
Spodestò Irene.
26 luglio 811
Fu fatto decapitare dal khan bulgaro Krum.
Moneta rappresentante Stauracio.JPG Stauracio
(Σταυράκιος).
Era figlio di Niceforo I. 775c. Imperatore: 26 luglio 811
Ereditò il trono da Niceforo I.
2 ottobre 811
Abdicò in favore del cognato Michele I
11 gennaio 812
Morì per le ferite riportate in battaglia contro Krum.
Michael I (Byzantine Emperor).jpg Michele I
(Μιχαήλ Α΄ Ραγγαβέ, Mikhaēl I Rangabe) detto Rangabè.
Era cognato di Stauracio.  ? Imperatore: 2 ottobre 811
Ereditò il trono da stauracio.
11 luglio 813
Fu spodestato da Leone V
11 gennaio 844
Morì di vecchiaia.

Non dinastico (813-820)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
A coin of Byzantine Emperor, Leo V, the Armenian.jpg Leone V
(Λέων Ε΄, Leōn V) detto l'Armeno.
Era un generale. 775 Imperatore: 11 luglio 813
Spodestò Michele I.
25 dicembre 820
Fu ucciso in una congiura di palazzo, guidata da Michele II.[44]

Dinastia amoriana (Frigia) (820-867)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Moneta di Michele II.JPG Michele II
(Μιχαήλ Β', Mikhaēl II) detto il Balbo.
Era un generale. 770 Imperatore: 25 dicembre 820
Assassinò Leone V.[44]
2 ottobre 829
Probabilmente morì di vecchiaia.
Emperor Theophilos Chronicle of John Skylitzes.jpg Teofilo
(Θεόφιλος)
Era figlio di Michele II. 813 Imperatore: 2 ottobre 829
Successe a Michele II.
29 gennaio 842
Morì di una malattia.
Michael iii.jpg Michele III
(Μιχαήλ Γ΄, Mikhaēl III) detto l'Ubriaco
Era figlio di Teofilo. 19 gennaio 840 Imperatore: 29 gennaio 842
Successe a Teofilo.
25 settembre 867
Fu assassinato in una congiura di palazzo, guidata da Basilio I.

Dinastia macedone (867-1057)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Basil I (867-886) from the Chronikon of Ioannis Skylitzes 1.jpg Basilio I
(Βασίλειος Α΄ο Μακεδών, Basileios I o Makedhon; Վասիլ I Մակեդոնացի) detto il Macedone.
Era un generale. 811c. Imperatore: 25 settembre 867
Assassinò Michele III.
9 agosto 886
Incidente di caccia, morì dopo una forte febbre.
Byzantinischer Mosaizist des 9. Jahrhunderts 002.jpg Leone VI
(Λέων ΣΤ΄, Leōn VI) detto il Saggio.
Era figlio di Basilio I. 19 settembre 866 Imperatore: 9 agosto 886
Successe a Basilio I.
11 maggio 912
Malattia
Byzantine Emperor Alexandros.JPG Alessandro
(Αλέξανδρος, Alexandros)
Era figlio di Basilio I. 23 novembre 872 Imperatore: 11 maggio 912
Fu coimperatore, reggente di Costantino VII.
6 giugno 913
Malattia
Porphyrogenetus.jpg Costantino VII
(Κωνσταντίνος Ζ΄ Πορφυρογέννητος, Kōnstantinos VII Porphyrogennētos) detto il Porfirogenito.
Era figlio di Leone VI. 2 settembre 905 Imperatore: 11 maggio 912
Successe a Leone VI.
9 novembre 959
Malattia
Constantijn VII & Romanus I.jpg Romano I Lecapeno
(Ρωμανός Α΄ Λακαπήνος, Rōmanos I Lakapēnos)
Era il capo della marina bizantina (drungario). 870c. Imperatore: 17 dicembre 920
Fu coimperatore, reggente di Costantino VII.
16 dicembre 944
Fu deposto dai figli.
15 giugno 948
Vecchiaia.
Death of romanus ii.jpg Romano II
(Ρωμανός Β΄, Rōmanos II)
Era figlio di Costantino VII. 938 Imperatore: 9 novembre 959
Successe a Costantino VII.
15 marzo 963
Probabilmente assassinato in una congiura di palazzo, guidata dalla moglie Teofano.
Nikiphoros Phokas.jpg Niceforo II Foca
(Νικηφόρος Β΄ Φωκάς, Nikēphoros II Phōkas)
Era un generale. 912c. Imperatore: 16 agosto 963
Acclamato imperatore dall'esercito.
11 dicembre 969
Assassinato in una congiura di palazzo, guidata dalla moglie Teofano e da Giovanni I Zimisce.
John I Tzimiskes 8.jpg Giovanni I Zimisce
(Ιωάννης Α΄ Τζιμισκής, Iōannēs I Tzimiskēs)
Era un generale. 924c. Imperatore: 11 dicembre 969
Dopo aver assassinato Niceforo II Foca.
10 gennaio 976
Attacco di tifo.
Basilios II.jpg Basilio II
(Βασίλειος Βουλγαροκτόνος, Basileios Bulgaroktonos) detto il Bulgaroctono (il Massacra-Bulgari).
Era figlio di Romano II. 958 Imperatore: 10 gennaio 976
Prese totalmente il potere che era di suo diritto dopo la morte di Romano II.
15 dicembre 1025
Malattia fulminante.
BasileIIConstantinVIIIHoldingCross.jpg Costantino VIII
(Κωνσταντίνος Η΄, Kōnstantinos VIII)
Era figlio di Romano II. 960 Imperatore: 15 dicembre 1025
Successe a Basilio II.
15 novembre 1028
Malattia.
Romanos III Argyros -severely ill- dies inside the palace in 1034 In the picture, Romanos in a bath where he dies from the Chronicle of John Skylitzes.jpg Romano III Argiro
(Ρωμανός Γ΄ Αργυρός, Rōmanos III Argyros)
Era marito di Zoe, genero di Costantino VIII. 968 Imperatore: 15 novembre 1028
Successe a Costantino VIII.
11 aprile 1034
Assassinato in una congiura di palazzo, guidata dalla moglie Zoe e da Michele IV.
67-manasses-chronicle.jpg Michele IV
(Μιχαήλ Δ΄ Παφλαγών, Mikhaēl IV Paphlagōn) detto il Paflagonio.
Fu il secondo marito di Zoe. 1010 Imperatore: 11 aprile 1034
Dopo aver assassinato Romano III.
10 dicembre 1041
Malattia.
Moneta di Michele V.JPG Michele V
(Μιχαήλ Ε΄ Καλαφάτης, Mikhaēl V Kalaphatēs) detto il Calafato.
Fu il figlio addottivo di Zoe e nipote di Michele IV. 1015 Imperatore: 10 dicembre 1041
Successe a Michele IV.
19 aprile 1042
Fu deposto da Zoe e fu imprigionato e fatto accecare.
24 agosto 1042
Morì a seguito delle ferite riportate.
EmpZoe.jpg Zoe
(Ζωή, Zōē)
Figlia di Costantino VIII. 978c. Imperatrice: 19 aprile 1042
Spodestò Michele V.
11 giugno 1042
Prese il potere Costantino IX, suo terzo sposo
giugno 1050
Vecchiaia.
Istanbul.Hagia Sophia072.Monomuhos.jpg Costantino IX Monomaco
(Κωνσταντίνος Θ΄ Μονομάχος, Kōnstantinos IX Monomachos)
Terzo marito di Zoe. 1000c. Imperatore: 11 giugno 1042
Sposò Zoe.
11 gennaio 1055
Vecchiaia.
GoldHistamenonZoeAndTheodora1042.jpg Teodora
(Θεοδώρα, Theodōra)
Figlia di Costantino VIII. 984 Imperatrice: 11 gennaio 1055
Successe a Costantino IX.
settembre 1056
Vecchiaia.
Michael VI tetarteron.jpg Michele VI Bringa
(Μιχαήλ ΣΤ΄ Βρίγγας, Mikhaēl VI Bringas) detto lo Stratiotico o Gerota.
Fu il figlio addottivo di Teodora.  ? Imperatore: settembre 1056
Successe a Teodora.
31 agosto 1057
Fu deposto da una rivolta che proclamò al suo posto Isacco I imperatore.
1059
Morì in un monastero.

Dinastia dei Comneni (primo periodo) (1057-1059)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
GoldHistamenonIsaacIKomnenos1057-1059.jpg Isacco I Comneno
(Ισαάκιος Α΄ Κομνηνός, Isaakios I Komnēnos)
Era un generale. 1005c. Imperatore: 1º settembre 1057
Spodestò Michele VI con l'aiuto dell'esercito e del patriarca di Costantinopoli, Michele Cerulario.
22 novembre 1059
Abdicò
1061
Vecchiaia.

Dinastia dei Ducas (primo periodo) (1067-1078)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Moneta di Costantino X di Bisanzio.JPG Costantino X Ducas
(Κωνσταντίνος Ι΄ Δούκας, Kōnstantinos X Doukas)
Era un filosofo e artista, amico di Isacco I Comneno. 1006 Imperatore: 22 novembre 1059
Successe a Isacco I Comneno.
maggio 1067
Vecchiaia.
Romanos et Eudoxie.JPG Romano IV Diogene
(Ρωμανός Δ΄ Διογένης, Rōmanos IV Diogenēs)
Era un generale. 1030 circa Imperatore: 1º gennaio 1068
Successe a Costantino X Ducas.
26 agosto 1071
Fu catturato nella battaglia di Manzicerta
29 giugno 1072
Morì per le ferite, dopo esser stato accecato e torturato.
Dukász Mihály VII.jpg Michele VII Ducas
(Μιχαήλ Ζ΄ Δούκας, Mikhaēl VII Doukas Parapinakēs)
Era un nobile bizantino. 1050 circa Imperatore: 24 ottobre 1071
Usurpò il trono a Romano IV.
gennaio 1078
Adbicò e divenne monaco.
1090 circa
Cause sconosciute.

Non dinastico (1078-1081)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Nicephorus III.jpg Niceforo III Botaniate
(Νικηφόρος Γ΄ Βοτανειάτης, Nikēphoros III Botaneiatēs)
Era un generale bizantino. 1001 Imperatore: gennaio 1078
Usurpò il trono a Michele VII.
4 aprile 1081
Gli fu usurpato il trono da Alessio I.
10 dicembre 1081
Vecchiaia.

Dinastia dei Comneni (secondo periodo) (1081-1185)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Alexius I.jpg Alessio I Comneno
(Αλέξιος Α' Κομνηνός, Alexios I Komnēnos)
Era un generale bizantino. 1048 Imperatore: 4 aprile 1081
Usurpò il trono a Niceforo III.
15 agosto 1118
Enfisema polmonare.
Sfrutterà la prima crociata per iniziare la riconquista di buona parte dell'Asia Minore tra cui Nicea e Trebisonda, con lui inizia la Rinascita dell'Impero bizantino sotto i Comneni. Imporrà il sistema dei pronoia sostituendo il sistema del VII secolo dei themata.
JohnIIcomnenus.jpg Giovanni II Comneno
(Ιωάννης Β' Κομνηνός, Iōannēs II Komnēnos)
Era figlio di Alessio I. 13 settembre 1087 Imperatore: 15 agosto 1118
Succede al padre.
5 aprile 1143
Abdicò in favore del figlio, prima di morire.
8 aprile 1143
Morì durante un incidente di caccia, a causa di una freccia avvelenata.
Continua la politica del padre in Asia Minore, conquista la Cilicia.
Manuelcomnenus.jpg Manuele I Comneno
(Μανουήλ Α' Κομνηνός, Manouēl I Komnēnos)
Era figlio di Giovanni II. 28 novembre 1118 Imperatore: 5 aprile 1143
Succede al padre.
24 settembre 1180
Malattia.
Continua le conquiste in Asia Minore intraprese dai suoi successori e obbliga il principato di Antiochia a diventare suo vassallo. Conquisterà la Serbia e invaderà il sud Italia e l'Egitto anche se senza successo.
Alexios II - komnenos.jpg Alessio II Comneno
(Αλέξιος Β' Κομνηνός, Alexios II Komnēnos)
Era figlio di Manuele I. 14 settembre 1169 Imperatore: 28 novembre 1180
Succede al padre.
ottobre 1183
Fu fatto strangolare da Andronico I con una corda d'arco.
Alessio II Comneno non fece in tempo a coniare sue monete.
ByzantineBillonTrachy.jpg Andronico I Comneno
(Ανδρόνικος Α' Κομνηνός, Andronikos I Komnēnos)
Era cugino di Manuele I e governatore del Ponto. 1118 Imperatore: ottobre 1183
Fa uccidere Alessio II.
12 settembre 1185
Fu linciato dalla popolazione di Costantinopoli.

Dinastia degli Angeli (1185-1204)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Isaac II Angelos Noviodunum.jpg Isacco II Angelo
(Ισαάκιος Β' Άγγελος, Isaakios II Angelos)
Era un generale bizantino. settembre 1156 Imperatore: 12 settembre 1185
Viene nominato imperatore a furor di popolo.
8 aprile 1195
Fu fatto arrestare e accecare da Alessio III.
8 febbraio 1204
Malattia o assassinato da Alessio V.
Moneta di Alessio III.JPG Alessio III Angelo
(Αλέξιος Γ' Άγγελος)
Era Sebastocratore. 1153 Imperatore: 8 aprile 1195
Usurpa il trono a Isacco II.
18 luglio 1203
I crociati gli tolgono il potere.
1211
Vecchiaia.
Isaac II Angelos Noviodunum.jpg Isacco II Angelo
(Ισαάκιος Β' Άγγελος, Isaakios II Angelos)
Era l'ex imperatore bizantino. settembre 1156 Imperatore: 18 luglio 1203
Fu rimesso al trono dai crociati.
8 febbraio 1204
Vecchiaia o assassinato da Alessio V.
Alexius4.jpg Alessio IV Angelo
(Αλέξιος Δ' Άγγελος)
Era figlio di Isacco II. 1182 Imperatore: 1º agosto 1203
Viene nominato imperatore dal padre, visto che era il volere dei crociati.
8 febbraio 1204
Assassinato da Alessio V.

Dinastia dei Ducas (secondo periodo) (1204)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Alexius V.JPG Alessio V Ducas
(Αλέξιος Ε΄ Δούκας Μούρτζουφλος, Alexios V Doukas Mourtzouphlos)
Era protovestiario. 1140 Imperatore: 8 febbraio 1204
Assassina Alessio IV.
12 aprile 1204
Fugge da Costantinopoli.
dicembre 1205
I crociati lo buttano giù dalla colonna di Teodosio.

Dinastia dei Lascaris (primo periodo, in esilio nell'Impero di Nicea) (1204-1261)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Bandiera dell'esercito dei Lascaris.JPG Costantino XI Lascaris
(Κωνσταντίνος Λάσκαρης, Kōnstantínos XI Laskaris)
Era un generale bizantino. 1170 Imperatore: 12 aprile 1204
Fu nominato imperatore, dopo che Alessio V era fuggito.
19 marzo 1205
Malattia.
Theodore I Laskaris miniature.jpg Teodoro I Lascaris
(Θεόδωρος Α' Λάσκαρις, Theodōros I Laskaris)
Era un generale bizantino. 1174 Imperatore: 19 marzo 1205
Successe al fratello.
novembre 1222
Malattia.
John III Doukas Vatatzes.jpg Giovanni III Ducas Vatatze
(Ιωάννης Γ΄ Δούκας Βατάτζης, Iōannēs III Doukas Batatzēs)
Era genero di Teodoro I. 1192 Imperatore: novembre 1222
Successe al suocero.
3 novembre 1254
Vecchiaia.
Theodore II Laskaris.jpg Teodoro II Lascaris
(Θεόδωρος Β΄ Δούκας Λάσκαρις, Theodōros II Doukas Laskaris)
Era figlio di Giovanni III. dicembre 1221 Imperatore: 3 novembre 1254
Successe al padre.
18 agosto 1258
Morì per un attacco di epilessia.
John IV Laskaris miniature.jpg Giovanni IV Lascaris
(Ιωάννης Δ΄ Δούκας Λάσκαρις, Iōannēs IV Doukas Laskaris)
Era figlio di Teodoro II. 25 dicembre 1250 Imperatore: 18 agosto 1258
Successe al padre.
25 dicembre 1261
Fu detronizzato e acceccato da Michele VIII
1305c.
Vecchiaia.

Dinastia dei Paleologi (restaurata a Costantinopoli) (1259-1453)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Posizione sociale Data di nascita Imperatore dal Imperatore fino al Data di morte Note
Michael VIII Palaiologos.jpg Michele VIII Paleologo
(Μιχαήλ Η΄ Παλαιολόγος, Mikhaēl VIII Palaiologos)
Era un generale bizantino, poi reggente e coimperatore dell'impero bizantino. 1223 Imperatore: 1º gennaio 1259
Divenne coimperatore.
11 dicembre 1282
Vecchiaia.
Serres IM Prodromou Andronicos.jpg Andronico II Paleologo
(Ανδρόνικος B' Παλαιολόγος)
Era figlio di Michele VIII. 25 aprile 1259 Imperatore: 11 dicembre 1282
Successe al padre.
1328
Perse la guerra civile, contro il nipote Andronico III
13 febbraio 1332
Vecchiaia.
Moneta di Andronico II insieme a Michele IX.JPG Michele IX Paleologo
(Μιχαήλ Θ΄ Παλαιολόγος, Mikhaēl IX Palaiologos)
Era figlio di Andronico II. 17 aprile 1277 Imperatore: 1294
Divenne coimperatore.
12 ottobre 1320
Morì di un'emorragia cerebrale.
Andronikos III Palaiologos.jpg Andronico III Paleologo
(Ανδρόνικος Γ' Παλαιολόγος)
Era figlio di Michele IX. 25 marzo 1297 Imperatore: 1328
Vinse la guerra civile, contro il nonno Andronico II.
15 giugno 1341
Malattia.
John V Palaiologos.jpg Giovanni V Paleologo
(Ιωάννης Ε' Παλαιολόγος, Iōannēs V Palaiologos)
Era figlio di Andronico III. 18 giugno 1332 Imperatore: 15 giugno 1341
Successe al padre.
1376
Gli fu usurpato il trono dal figlio Andronico IV.
16 febbraio 1391
Gotta.
John VI Kantakouzenos.jpg Giovanni VI Cantacuzeno
(Ιωάννης ΣΤ΄ Καντακουζηνός, Iōannēs VI Kantakouzēnos)
Era reggente e coimperatore. 1294 Imperatore: 31 maggio 1347
Divenne coimperatore.
10 dicembre 1354
Abdica.
15 giugno 1383
Vecchiaia.
Andronicus IV.jpg Andronico IV Paleologo
(Ανδρόνικος Δ' Παλαιολόγος)
Era primogenito di Giovanni V. 2 aprile 1348 Imperatore: 1376
Usurpa il trono al padre.
1379
I veneziani gli tolgono il potere.
28 giugno 1385
Malattia.
John V Palaiologos.jpg Giovanni V Paleologo
(Ιωάννης Ε' Παλαιολόγος, Iōannēs V Palaiologos)
Era figlio di Andronico III. 18 giugno 1332 Imperatore: 1379
I veneziani lo rimettono al trono.
13 aprile 1390
Gli fu usurpato il trono dal nipote Giovanni VII.
16 febbraio 1391
Gotta.
Palaiologos-Dynasty-Eagle.svg Giovanni VII Paleologo
(Ιωάννης Z' Παλαιολόγος, Iōannēs VII Palaiologos)
Era figlio di Andronico IV. 1370 Imperatore: 13 aprile 1390
Usurpa il trono al nonno Giovanni V, con l'aiuto dei turchi ottomani.
17 settembre 1390
Giovanni V con l'aiuto del figlio Manuele II e dei veneziani, riconquista il trono.
22 settembre 1408
Malattia.
John V Palaiologos.jpg Giovanni V Paleologo
(Ιωάννης Ε' Παλαιολόγος, Iōannēs V Palaiologos)
Era figlio di Andronico III. 18 giugno 1332 Imperatore: 17 settembre 1390
Con l'aiuto del figlio Manuele II e dei veneziani, riconquista il trono.
16 febbraio 1391
Gotta.
Manuel II Paleologus.jpg Manuele II Paleologo
(Μανουήλ Β΄ Παλαιολόγος, Manouēl ho déyteros Palaiologos)
Era secondogenito di Giovanni V. 27 giugno 1350 Imperatore: 17 febbraio 1391
Successe al padre.
21 luglio 1425
Vecchiaia.
Cappella dei magi, giovanni viii paleologo.jpg Giovanni VIII Paleologo
(Ιωάννης Η' Παλαιολόγος, Iōannēs VIII Palaiologos)
Era primogenito di Manuele II. 18 dicembre 1392 Imperatore: 21 luglio 1425
Successe al padre.
31 ottobre 1448
Malattia.
ConstantinoXI.jpg Costantino XI Paleologo
(Κωνσταντίνος ΙΑ' Δραγάσης Παλαιολόγος, Kōnstantìnos hendèkatos – XI – Dragàses Palaiològos)
Era quartogenito di Manuele II. 8 febbraio 1405 Imperatore: 6 gennaio 1449
Successe al fratello.
29 maggio 1453
Viene ucciso in combattimento dai turchi ottomani, durante la caduta di Costantinopoli.

Dinastia dei Paleologi rivendicatrice al trono di Bisanzio (in esilio)modifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ traduzione di basileus
  2. ^ * John Julius Norwich, Bisanzio, Milano, Mondadori, 2000. ISBN 88-04-48185-4. pp. 11-12.
  3. ^ Lenski, "Reign of Constantine" (CC), 59.
  4. ^ Norwich, p. 22.
  5. ^ Norwich, p. 12.
  6. ^ a b Norwich, p. 26.
  7. ^ Norwich, p. 431.
  8. ^ Sito che racconta la vita di Costanzo II
  9. ^ Norwich, p. 28.
  10. ^ a b c Norwich, p. 33.
  11. ^ Norwich, p. 29.
  12. ^ Ammiano Marcellino (22.9.2; 25.3.23).
  13. ^ a b Norwich, p. 36.
  14. ^ a b c Norwich, p. 38.
  15. ^ a b c d e f Norwich, p. 39.
  16. ^ a b Gar - imperatori di Roma, Valentiniano I, Valente
  17. ^ a b Ammiano Marcellino, Res gestae, 30.6.1-6.
  18. ^ a b c d e f Norwich, p. 40.
  19. ^ a b Zosimo, Historia Nea, iv.
  20. ^ a b c Gar - imperatori di Roma - Teodosio
  21. ^ Norwich, p. 41.
  22. ^ Norwich, p. 44.
  23. ^ a b c d Norwich, p. 45.
  24. ^ Norwich, p. 49.
  25. ^ Norwich, p. 51.
  26. ^ a b c Sito che racconta la vita di Teodosio II
  27. ^ a b c d e Norwich, p. 57.
  28. ^ a b Sito che racconta la vita di Marciano
  29. ^ Norwich, p. 60.
  30. ^ a b c Norwich, p. 61.
  31. ^ Lista degli imperatori bizantini
  32. ^ a b c d e f g Norwich, p. 62.
  33. ^ a b c Sito che racconta la vita di Zenone
  34. ^ Sito che parla della vita di Zenone
  35. ^ a b Norwich, p. 67.
  36. ^ Norwich, pp. 62-63.
  37. ^ a b Ostrogorsky, p. 54.
  38. ^ Norwich, p. 63.
  39. ^ Ostrogorsky, p. 56.
  40. ^ Treadgold, p. 80.
  41. ^ a b Norwich, p. 70.
  42. ^ Ravegnani, p. 38.
  43. ^ Ostrogorsky, p. 60.
  44. ^ a b Anonimo, Historia Imperatorum, 229-256.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Bisanzio Portale Bisanzio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Bisanzio








Creative Commons License