Inventiamo l'amore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Inventiamo l'amore
Inventiamo l'amore 38.jpg
Gino Cervi e Evi Maltagliati
Paese di produzione Italia
Anno 1938
Durata 71 min.
Colore B/N
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Camillo Mastrocinque
Soggetto tratto dalla commedia omonima di Bruno Corra e Giuseppe Achille
Sceneggiatura Michele Galdieri, Tomaso Smith (non accreditato)
Casa di produzione Scalera Film
Distribuzione (Italia) Scalera Film
Fotografia Massimo Terzano
Montaggio Eraldo Da Roma
Musiche Ezio Carabella
Scenografia Carlo Enrico Rava
Interpreti e personaggi

Inventiamo l'amore è un film del 1938 diretto da Camillo Mastrocinque.


La criticamodifica | modifica sorgente

« La commedia è nota, anzi notissima, ben note le sue meritate fortune, in Italia e all'estero. Accade così che un produttore scambi la fortuna in un campo per certezza assoluta in tutti i campi, fa i conti senza l'oste e in ultimo si meraviglia sgradevolmente stupito se le somme non tornano. Ma soprattutto si costringono i registi a fare i salti mortali. Mastrocinque si è salvato per l'unica via d'uscita che la commedia gli consentiva cioè dando al passo del film la maggior possibile snellezza e leggerezza. E giovandosi di un'interpretazione di prim'ordine...» Cesare Vico Lodovici in Film del 31 dicembre 1938.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Francesco Savio, Ma l'amore no, Sonzogno editore Milano 1975
  • AA.VV. La città delò cinema, Napoleone editore Roma 1979

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema







Creative Commons License