Jörg Hartmann e Lothar Schleusener

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jörg Hartmann (Berlino, 27 ottobre 1955Berlino, 14 marzo 1966) e Lothar Schleusener (Berlino, 14 gennaio 1953Berlino, 14 marzo 1966) sono, rispettivamente con 10 e 13 anni, le due persone più giovani uccise al Muro di Berlino tramite armi da fuoco in quanto fuggitivi.

Tentativo di fuga e mortemodifica | modifica sorgente

I due amici, la sera del 14 marzo 1966 si trovarono nella colonia di orti privati Sorgenfrei - Senza pensieri - nella parte settentrionale dell’allora distretto di Treptow di Berlino Est, dal 2001 parte del distretto di Treptow-Köpenick. Jörg, che assieme ai suoi fratelli viveva presso la nonna a Berlino Est, volle raggiungere il proprio padre che abitava a Berlino Ovest. Si presume che Lothar volesse accompagnarlo.

I due ragazzini intendevano giungere all’ovest strisciando all’interno del tubo nel quale il minuscolo torrente Heidekampgraben passava sotto gli impianti di fortificazione. Quando i militari di guardia appartenenti alle truppe di confine della DDR scoprirono i due bambini, aprirono il fuoco, nonostante le disposizioni sull’uso delle armi da fuoco al confine della DDR vietassero espressamente l’uso delle armi contro i bambini.

Jörg venne colpito ripetutamente alla testa e morì immeditamente. Lothar fu ferito gravemente e morì dopo alcune ore a causa delle ferite riportate.

In seguito il Ministero per la Sicurezza dello Stato (la Stasi) tentò di occultare la vicenda. I cadaveri dei due bambini vennero cremati nel vicino crematorio di Baumschulenweg. Alla famiglia di Jörg Hartmann si fece sapere che il ragazzino sarebbe annegato in un lago nei pressi di Treptow. Alla madre di Lothar Schleusener si fece credere che suo figlio fosse morto in una piccola località nei pressi di Lipsia folgorato.

Seguito giudiziariomodifica | modifica sorgente

I due soldati di confine, Siegfried B. e Paul P., nonostante la loro violazione alla disposizione in vigore sull’uso delle armi da fuoco non vennero puniti nella DDR. I due uccisori vennero invitati ad un ricevimento presso il comandante della NVA di Berlino Est dove vennero premiati.

Solo sette anni dopo la fine della DDR Siegfried B. - che nel 1966 era stato il responsabile del turno - venne condannato davanti al tribunale regionale di Berlino ad una pena detentiva di 20 mesi, sospesa con la condizionale. Paul P. invece all’epoca del processo era già deceduto. Non è stata aperta l’istruttoria contro i superiori dei due soldati.

Commemorazionemodifica | modifica sorgente

Memoriale per le vittime del Muro a Treptow

Su iniziativa del consiglio distrettuale di Treptow nel 1999 venne eretto un monumento alla memoria delle 15 persone che nel distretto erano morti al Muro di Berlino. Il memoriale creato dagli scultori Rüdiger Roehl und Jan Skuin venne posato all’altezza del civico 333 della via Kiefholzstraße nel luogo di uccisione di Hartmann e di Schleusener. L'iscrizione della lapide ai piedi del memoriale dice, tradotto in italiano:

„A Treptow 15 persone sono morte al Muro di Berlino. Tra le vittime erano due bambini. Jörg Hartmann, di 10 anni, e Lothar Schleusener, di 13 anni, uccisi a colpi di armi da fuoco il 14/3/1966.“

Film documentariomodifica | modifica sorgente

  • Simone Warias; Friedrich Herkt: Geboren 1955 – Erschossen 1966 (Nato nel 1955 – ucciso nel 1966), da parte della TV pubblica regionale Mitteldeutscher Rundfunk, 2001

Collegamenti esterni e fontimodifica | modifica sorgente

Argomenti correlatimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License