Jamaal Wilkes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jamaal Wilkes
Dati biografici
Nome Jamaal Abdul-Lateef Wilkes
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 198 cm
Peso 86 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Ala piccola / guardia
Ritirato 1985
Hall of Fame Naismith Hall of Fame (2012)
Carriera
Giovanili

1970-1974
Santa Barbara High School
UCLA Bruins UCLA Bruins
Squadre di club
1974-1977 Golden St. Warriors Golden St. Warriors 240
1977-1985 Los Angeles Lakers Los Angeles Lakers 575
1985 L. Angeles Clippers L. Angeles Clippers 13
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Jamaal Abdul-Lateef Wilkes, nato Jackson Keith Wilkes (Berkeley, 2 giugno 1953), è un ex cestista statunitense, professionista nella NBA.

È membro del Naismith Memorial Basketball Hall of Fame dal 2012.

Collegemodifica | modifica sorgente

Wilkes già nella NCAA era un giocatore chiave per l'UCLA durante l'era di John Wooden.

Prima di entrare nella NBA Wilkes si convertì all'Islam e cambiò il suo nome in Jamaal Abdul-Lateef, ma usò il suo cognome nella NBA. Grandissimo atleta e ala molto produttiva, Wilkes vinse campionati in ogni categoria, dal college al professionismo vero e proprio. Vinse molti premi come uno dei migliori giocatori americani nell'UCLA e alla Santa Barbara High School. Fece anche parte della squadra di UCLA che vinse 88 partite consecutive. In tre anni in quella squadra Jamaal mise a referto ben 15 punti e 7,4 rimbalzi a partita con una percentuale di 51,4%. Nel 1972 fu nominato nel miglior team della NCAA e dal 1972 al 1974 nel primo team delle accademie americane.

NBAmodifica | modifica sorgente

In 12 stagioni nella NBA (nei Golden State Warriors, Los Angeles Lakers e Los Angeles Clippers) vinse 4 campionati, uno con i Golden State nel 1975, quando ricevette il NBA Rookie of the Year Award, e tre con i Lakers (1980, 1982, 1985).

Nella sua carriera Wilkes mise a segno 14.664 punti (17,7 a partita) con 5.117 rimbalzi (6,2 a partita). Disputò 113 partite nei play-off con una media di 16,1 punti. Giocò anche in tre NBA All Star Game (1976, 1981, 1983) e fu nominato per due volte nel miglior team difensivo della NBA. Era soprannominato "silk", seta, per l'armonia e la precisione del suo tiro.

Premi e riconoscimentimodifica | modifica sorgente

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ (EN) Lakers to honor legendary big men Abdul-Jabbar and Shaq, NBA.com, 30 agosto 2012. URL consultato il 31 agosto 2012.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 91134360








Creative Commons License