James Booth (matematico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

James Booth (Lavagh, 1806 ? – Stone, 1878) è stato un matematico irlandese naturalizzato britannico.

Dopo aver studiato matematica al Trinity College di Dublino si trasferì in Inghilterra a Bristol, dove fu nominato professore di matematica al Bristol College, e poi a Liverpool, alla Liverpool Collegiate Institution. Nel 1844 diventò presidente della Liverpool Literary and Philosophical Society. Nel 1848 lasciò Liverpool e si trasferì a Londra, dove divenne un membro attivo della Society of Arts. Uomo profondamente religioso, fu ordinato sacerdote della Chiesa Anglicana. È considerato una figura chiave per lo sviluppo dell'istruzione popolare nell'Inghilterra vittoriana.

Le sue ricerche matematiche riguardarono lo studio delle curve algebriche e degli integrali ellittici. Introdusse, senza conoscere il precedente lavoro di Julius Plücker, le coordinate di retta, dette poi plückeriane.

La curva piana detta lemniscata di Booth prende il suo nome.

Fonti bibliografichemodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License