Jean-Eugène Bataillon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jean-Eugène Bataillon (Annoire, 1869Castelnau-le-Lez, 1953) è stato un biologo francese, ideatore della partenogenesi traumatica sperimentale: nel 1910 riuscì a provocare la fecondazione di uova di anfibi (rane) senza intervento di spermatozoi, per mezzo della puntura di un ago.

La partenogenesi, o generazione verginale, avviene in natura fra taluni insetti, molluschi, crostacei e, accidentalmente, alcuni uccelli (come la tacchina).

Il primo a ottenere una partenogenesi sperimentale era stato, nel 1900, il tedesco-americano Jacques Loeb, trattando uova di riccio di mare con una soluzione salina. Bataillon fu il primo a provocare la partenogenesi di un vertebrato oviparo, la rana.

Dopo di lui, nel 1934, l'americano Gregory Pincus fu il primo ad ottenere la partenogenesi di un mammifero, stimolando uova di coniglia mediante soluzioni saline e traumi termici.

La partenogenesi, sia naturale (accidentale, in rarissimi casi) sia artificiale, sembra sia possibile anche nella donna benché non ancora osservata con sicurezza né sperimentata.

Bataillon fu professore di zoologia alle Università di Digione, Strasburgo, Montpellier e rettore dell'università di Clermont-Ferrand.

È ricordato anche per le sue ricerche sulle ibridazioni sperimentali fra specie e generi diversi che contribuirono in modo considerevole a una migliore conoscenza della fecondazione animale.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie







Creative Commons License