Jenny Sorrenti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jenny Sorrenti
Nazionalità Italia Italia
Genere Folk
Pop
Rock progressivo
Periodo di attività 1973 – in attività
Album pubblicati 8
Studio 8
Live 0
Raccolte 0

Jenny Sorrenti, all'anagrafe Gianna (Napoli, 1953), è una musicista e cantautrice italiana, sorella di Alan Sorrenti.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Entrambi nati a Napoli, da madre di origini gallesi e da padre napoletano, i fratelli Sorrenti si sono trasferiti a Roma agli inizi degli anni settanta. Alan avvia una carriera da solista mentre Jenny, fonda i Saint Just, gruppo di rock progressive dalle marcate influenze folk à la Pentangle. Con i Saint Just ha realizzato due album, per poi tentare a sua volta la carriera solista.

Il genere affrontato dalla Sorrenti da sola è leggermente diverso da quello del suo precedente gruppo.
La Sorrenti ha realizzato otto album. I primi, Saint Just(1972) e La Casa del Lago(1974) sono realizzati con il gruppo di Rock Progressive dei Saint Just. Suspiro del 1976, è il suo primo album solista ed è stato inciso con la collaborazione di musicisti come Peter Kaukonen (fratello di Jorma, chitarrista dei Jefferson Airplane), Pino Daniele e il violinista Lucio Fabbri (della PFM).

Il secondo album Jenny Sorrenti, è uscito nel 1979, e presenta un duetto con Francesco De Gregori, nel brano "Lampo".
Dopo anni passati a collaborare con altri artisti, nel 2001 la cantante ha realizzato un nuovo lavoro intitolato Medieval Zone, nel quale sperimenta la fusione di folk partenopeo e folk celtico. Nel 2006 esce il suo sesto album Com'è grande Enfemidade, in cui ha sviluppato ulteriormente e positivamente le sonorità del precedente lavoro.

Nel 2009 viene pubblicato Burattina, il suo settimo album, l'album che la riporta all'attenzione della critica che ne esalta il valore della scrittura musicale e testuale. Suonano in questo disco Jenny (voce e tastiere), Marcello Vento (batteria e percussioni), Vincenzo Zenobio (fisarmonica), Piero Viti (chitarra), ospite in un brano Enzo Gragnaniello. In Burattina si fa concreto ancora una volta l'incontro tra la musica del Mediterraneo e quella del Nord Europa e si conferma l'affiatamento della band, nonché l'estro compositivo di Jenny impreziosito dai virtuosismi di Marcello Vento.

Nel 2011 decide di riformare i Saint Just con la nuova denominazione di Saint Just Again e nuovi musicisti in line-up: oltre a Jenny Sorrenti (voce e tastiere), Marcello Vento (batteria, steel-drum, gong), Elio Cassarà (chitarre elettriche), Ernesto Vitolo (Hammond, Rhodes, synth), Vittorio Pepe (basso), con un cameo di Francesco di Giacomo del Banco. Il nuovo album si intitola Prog Explosion.[1]

Discografiamodifica | modifica sorgente

LPmodifica | modifica sorgente

  • Saint Just(1973)
  • La casa del lago (1974)
  • Suspiro (1976) (Harvest Records 3C 064 - 18174)
  • Jenny Sorrenti (1979) (album)(RCA Italiana PL 31425)
  • Com'è grande Enfermidade (2006)
  • Prog Explosion (2011)

CDmodifica | modifica sorgente

  • Suspiro (1995) - ristampa
  • Medieval Zone (2001)
  • Com'è grande Enfemidade (2006)
  • Burattina (2009)
  • Prog Explosion (2011)

Partecipazionimodifica | modifica sorgente

  • 1978: Nell'album Amarsi di Stani Labonia canta nella canzone E Jennifer non sa
  • 1978: Nell'album Una notte chiara di Lino Rufo canta nei brani Aribagaria e Bagaria Stefania
  • 1980: Nell'album Alice dei Perigeo Special partecipa con la canzone Mammina! e canta in Confusione gran confusione
  • 1992: Nell'Album Radici di Alan Sorrenti canta Sienteme
  • 1998: Nel CD Napule's power a cura di Renato Marengo e Michel Pergolani partecipa con Profumi e con Lampo
  • 1999: Nel CD Un'onda nel mare partecipa con Voglio cambiare la testa

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Jenny Sorrenti annuncia la reunion dei Saint Just.







Creative Commons License