Jens Weißflog

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jens Weißflog
Bundesarchiv Bild 183-1989-0131-038, Jens Weißflog bei DDR-Skimeisterschaften.jpg
Jens Weißflog ai Campionati tedeschi orientali
di Oberwiesenthal 1983
Dati biografici
Nazionalità Germania Est Germania Est
Germania Germania (dal 1990)
Altezza 170 cm
Peso 54 kg
Salto con gli sci Ski jumping pictogram.svg
Dati agonistici
Squadra SC Traktor Oberwiesenthal
Ritirato 1996
Palmarès
Germania Est Germania Est
Olimpiadi 1 1 0
Mondiali 2 1 1
Mondiali di volo 0 1 1
Coppa del Mondo 1 trofeo
Torneo dei quattro trampolini 2 trofei
Per maggiori dettagli vedi qui
Germania Germania
Olimpiadi 2 0 0
Mondiali 0 1 3
Torneo dei quattro trampolini 2 trofei
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Jens Weißflog (Breitenbrunn, 21 luglio 1964) è un ex saltatore con gli sci tedesco. Fino alla riunificazione tedesca gareggiò per la nazionale della Germania Est. Campione olimpico e mondiale, fu anche il primo sciatore ad aver vinto quattro volte il Torneo dei quattro trampolini (1984, 1985, 1991 e 1996).

Biografiamodifica | modifica sorgente

Carriera sciisticamodifica | modifica sorgente

Stagioni 1981-1987modifica | modifica sorgente

Nato a Erlabrunn di Breitenbrunn, nell'allora Germania Est, Jens Weißflog esordì in Coppa del Mondo sedicenne, il 30 dicembre 1980 a Oberstdorf (90°), ma iniziò a gareggiare regolarmente solo nella stagione 1982-1983. Ottenne il primo podio il 1º gennaio 1983 a Garmisch-Partenkirchen (3°) e la prima vittoria il 6 gennaio successivo a Bischofshofen.

L'anno dopo arrivarono i primi successi importanti: in gennaio la vittoria nel prestigioso Torneo dei quattro trampolini, in febbraio la medaglia d'oro sul trampolino normale e quella d'argento sul trampolino lungo ai XIV Giochi olimpici invernali di Sarajevo 1984, in marzo la conquista della Coppa del Mondo.

All'inizio del 1985 Weißflog si ripeté vincendo il Torneo per la seconda volta. Ai Mondiali di Seefeld in Tirol, in Austria, si laureò campione del mondo dal trampolino normale. Ottenne anche il secondo posto ai Mondiali di volo di Planica, però gli sfuggì la Coppa del Mondo, dove si classificò quarto.

Jens Weißflog in gara ai Campionati nazionali di Oberwiesenthal 1989, prima dell'adozione definitiva dello stile a V

Nel 1985 lo svedese Jan Boklöv rivoluzionò il salto con gli sci proponendo il nuovo "stile a V"; gli altri saltatori si affrettarono ad adottare la nuova tecnica, ma non tutti riuscirono subito ad adeguarsi a un cambiamento così radicale. Anche Weißflog fece fatica ad impadronirsi dello stile a V, e, complici anche alcuni infortuni, per qualche anno non ottenne più risultati di eccellenza[1].

Stagioni 1988-1996modifica | modifica sorgente

Weißflog ritornò competitivo alla fine degli anni ottanta. Ai XV Giochi olimpici invernali di Calgary 1988 fu 9° nel trampolino normale e 31° nel trampolino lungo; nel 1989 ai Mondiali di Lahti, in Finlandia, vinse il titolo mondiale sul trampolino normale e arrivò secondo sul trampolino lungo. Nel 1990 vinse il bronzo ai Mondiali di volo di Vikersund; nel 1991 vinse per la terza volta il Torneo e ottenne il bronzo nella gara dal trampolino lungo ai Mondiali della Val di Fiemme, in Italia.

Ai XVI Giochi olimpici invernali di Albertville 1992 fu 9° nel trampolino normale, 33° nel trampolino lungo e 5° nella gara a squadre, mentre nell'edizione successiva di Lillehammer 1994, a dieci anni di distanza da Sarajevo 1984, Weißflog si laureò di nuovo campione olimpico vincendo due medaglie d'oro, una individuale nel trampolino lungo e una nella gara a squadre; nel trampolino normale fu quarto. Nel 1996 vinse per la quarta volta il Torneo, risultato eguagliato nel 2006 dal finlandese Janne Ahonen (che l'avrebbe in seguito superato con la vittoria del 2008). A fine stagione si ritirò dalle competizioni, con 32 vittorie in Coppa del Mondo all'attivo in 15 stagioni.

Altre attivitàmodifica | modifica sorgente

Dopo il ritiro ha intrapreso le attività di albergatore e di commentatore sportivo per le gare di salto per una rete televisiva tedesca[2].

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Olimpiadimodifica | modifica sorgente

Mondialimodifica | modifica sorgente

Mondiali di volomodifica | modifica sorgente

Coppa del Mondomodifica | modifica sorgente

  • Vincitore della Coppa del Mondo nel 1984
  • 76 podi (70 individuali, 6 a squadre), oltre a quelli conquistati in sede olimpica e validi anche ai fini della Coppa del Mondo:
    • 32 vittorie (31 individuali, 1 a squadre)
    • 21 secondi posti (18 individuali, 3 a squadre)
    • 23 terzi posti (21 individuali, 2 a squadre)

Coppa del Mondo - vittoriemodifica | modifica sorgente

Data Località Nazione Trampolino
6 gennaio 1983 Bischofshofen Austria Austria Paul Ausserleitner K106[4]
1º gennaio 1984 Garmisch-Partenkirchen bandiera Germania Ovest Große Olympiaschanze K107[4]
4 gennaio 1984 Innsbruck Austria Austria Bergisel K106[4]
6 gennaio 1984 Bischofshofen Austria Austria Paul Ausserleitner K111[4]
11 gennaio 1984 Cortina d'Ampezzo Italia Italia Italia K92
15 gennaio 1984 Liberec Cecoslovacchia Cecoslovacchia Ještěd K115
24 marzo 1984 Planica bandiera Jugoslavia Srednija K95
1º gennaio 1985 Garmisch-Partenkirchen bandiera Germania Ovest Große Olympiaschanze K107[4]
17 febbraio 1985 Engelberg Svizzera Svizzera Gross-Titlis-Schanze K120
6 dicembre 1986 Thunder Bay Canada Canada Big Thunder K89
24 gennaio 1988 Engelberg Svizzera Svizzera Gross-Titlis-Schanze K120
22 gennaio 1989 Oberhof Germania Est Germania Est Rennsteig K90
5 marzo 1989 Oslo Norvegia Norvegia Holmenkollen K105
8 marzo 1989 Örnsköldsvik Svezia Svezia Paradiskullen K82
25 marzo 1989 Planica bandiera Jugoslavia Srednija K92
26 marzo 1989 Planica bandiera Jugoslavia Bloudkova velikanka K120
17 dicembre 1989 Sapporo Giappone Giappone Ōkurayama K115
1º gennaio 1990 Garmisch-Partenkirchen bandiera Germania Ovest Große Olympiaschanze K107[4]
17 gennaio 1990 Zakopane Polonia Polonia Wielka Krokiew K116
30 dicembre 1990 Oberstdorf Germania Germania Schattenberg K115[4]
1º gennaio 1991 Garmisch-Partenkirchen Germania Germania Große Olympiaschanze K107[4]
12 dicembre 1993 Planica Slovenia Slovenia Letalnica K120
14 dicembre 1993 Predazzo Italia Italia Giuseppe Dal Ben K90
30 dicembre 1993 Oberstdorf Germania Germania Schattenberg K115[4]
22 gennaio 1994 Sapporo Giappone Giappone Miyanomori K90
23 gennaio 1994 Sapporo Giappone Giappone Ōkurayama K115
5 marzo 1994 Lahti Finlandia Finlandia Salpausselkä K90
25 marzo 1994 Thunder Bay Canada Canada Big Thunder K120
(con Gerd Siegmund, Christof Duffner e Hansjörg Jäkle)
27 marzo 1994 Thunder Bay Canada Canada Big Thunder K90
29 gennaio 1995 Lahti Finlandia Finlandia Salpausselkä K115
6 gennaio 1996 Bischofshofen Austria Austria Paul Ausserleitner K106[4]
20 gennaio 1996 Sapporo Giappone Giappone Miyanomori K90
17 febbraio 1996 Iron Mountain Stati Uniti Stati Uniti Pine Mountain K120

Torneo dei quattro trampolinimodifica | modifica sorgente

Riconoscimentimodifica | modifica sorgente

Nel 1990 fu premiato con la medaglia Holmenkollen, il prestigioso riconoscimento per i campioni dello sci nordico.

Onorificenzemodifica | modifica sorgente

Croce al Merito al nastro dell'Ordine al Merito di Germania - nastrino per uniforme ordinaria Croce al Merito al nastro dell'Ordine al Merito di Germania

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Profilo sul sito del Comitato Olimpico Internazionale. URL consultato l'11 febbraio 2012.
  2. ^ Profilo su Sports-reference.com. URL consultato l'11 febbraio 2012.
  3. ^ a b c Gara valida anche ai fini della Coppa del Mondo.
  4. ^ a b c d e f g h i j Gara valida anche ai fini del Torneo dei quattro trampolini.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 194650427








Creative Commons License