Jonas Bohlin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jonas Bohlin (1953) è un designer svedese.

Formazionemodifica | modifica sorgente

Dopo essersi formato come ingegnere civile ha studiato tra il ’76 e l’ ’81 design d’interni all’Istituto universitario di Arte, Mestieri e Design a Stoccolma.

Attivitàmodifica | modifica sorgente

Bohlin ha realizzato molti dei suoi progetti autoproducendoli con il suo studio, fondato nel 1983, e esponendoli nella sua galleria ‘’Stockholm Mobile’’. Solo alcuni dei suoi progetti sono stati prodotti dalla Källemo.[1]. Dal 1988 è diventato docente, nel corso di Forma, alla Scuola di Design ‘’Beckman’’ a Stoccolma. Dal 1991 al 1993 è stato presidente dell’Associazione Nazionale degli Architetti d’Interni Svedesi.

Contributo e operemodifica | modifica sorgente

La seduta ‘’Concrete’’, presentata con la sua tesi di laurea, e frutto dei suoi studi ingegneristici sui ponti, è diventata il simbolo del Post-modernismo svedese, sconvolgendo i principi del buon design svedese. Essa realizzata con un tubolare in acciaio e in calcestruzzo rappresenta più un oggetto artistico che strettamente funzionale[1].

Premimodifica | modifica sorgente

Nel 1988 ha ricevuto il premio Georg Jensen

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b Charlotte Fiell, 2002, op. cit., p. 124

Bibliografiamodifica | modifica sorgente








Creative Commons License