Joseph Anton von Auersperg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Josef Franz Anton von Auersperg
cardinale di Santa Romana Chiesa
Joseph Franz Graf Auersperg.jpg
Passau Stadttheater Wappen.jpg
Nato 31 gennaio 1734, Vienna
Creato cardinale 30 marzo 1789 da papa Pio VI
Deceduto 21 agosto 1795, Passavia

Joseph Anton von Auersperg (Vienna, 31 gennaio 1734Passavia, 21 agosto 1795) è stato un cardinale e vescovo cattolico austriaco.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Joseph Franz Anton von Auersperg nacque a Vienna, figlio del principe Enrico di Auersperg, duca di Münsterberg e Frankenstein in Slesia, e di Maria Franziska von Trautson und Falkenstein. Suo padre fu legato imperiale e colonnello dell'esercito. Già negli anni della sua gioventù, Josef Franz Anton ricevette il canonicato a Salisburgo e a Passavia, nonché la prepositura di Ardagger.

Vescovo di Lavantmodifica | modifica sorgente

Per merito dell'arcivescovo di Salisburgo Schrattenbach, nel 1763, a soli 28 anni, Joseph Anton Franz von Auersperg fu nominato vescovo di Lavant (oggi Maribor) e il 20 maggio dello stesso anno venne consacrato vescovo a Salisburgo. Nel 1773 aggiunse all'incarico episcopale la prepositura di San Maurizio a Friesach. In questo periodo si dedicò essenzialmente nel ristrutturare la cattedrale di Levant, la chiesa di sant'Andrea, danneggiata da un forte terremoto, e che egli restaurò in gran parte con propri fondi.

Vescovo di Gurkmodifica | modifica sorgente

Il 31 gennaio 1773 venne eletto anche vescovo di Gurk e venne intronizzato il 1 maggio di quello stesso anno, governando la diocesi sino al 1783, con uno spirito all'insegna dell'illuminismo. Rese questa diocesi uno stato ecclesiastico moderno ed all'avanguardia, vietando in particolare i matrimoni tra membri di confessioni religiose differenti. Sempre in città, fece costruire il castello di Pöckstein ad opera dell'architetto Johann Georg von Hagenauer. Grazie alle nuove riforme che si stavano portando avanti in Austria in materia di amministrazione ecclesiastica delle diocesi, vi fu un tentativo (ad ogni modo fallito) di elevare Gurk ad arcidiocesi. Pio VI, in visita in Austria nel 1782, ricevette il 16 marzo gli omaggi di Joseph Anton Franz von Auersperg.

Vescovo di Passaviamodifica | modifica sorgente

Il capitolo della cattedrale di Passavia scelse l'illuminato principe Auersperg il 10 maggio 1785 per succedere al vescovo Leopold Ernst von Firmian, con beneplacito imperiale.

Supportato dal fratello, il conte Johann von Auersperg, che nominò vicario generale della diocesi di Passavia, Joseph Anton Franz apportò riforme drastiche negli anni successivi, all'insegna del giuseppinismo, iniziando dalla rimozione di alcune immagini sacre ritenute inadatte al nuovo spirito della chiesa, proibendo anche le letture contro i protestanti (vista la tolleranza che la Chiesa ed il nuovo governo avevano apportato alla questione). Promosse anche la cura dei poveri e degli ammalati, vietando e punendo severamente però l'accattonaggio. Il teatro e l'opera, dei quali comprese il largo valore educativo, conobbero un vero e proprio periodo di fioritura sotto il suo governo. Il 30 marzo 1789 papa Pio VI lo nominò cardinale.

Durante il suo episcopato si svilupparono scuole, ospedali, uffici d'amministrazione, strade e ponti, in particolare lungo il corso del fiume Inn a Passavia. A proprie spese, lasciò anche il castello di Freudenhai, costruito dall'amico Johann Georg von Hagenauer, una grande residenza estiva con un immenso parco, al cui interno si trovava la Holländerdörferl, un piccolo villaggio artificiale, dove morì inaspettatamente all'età di 61 anni. Venne sepolto nella cripta del duomo di Passavia.

Onorificenzemodifica | modifica sorgente

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • August count Preysing: Dying Rococo in: Unknown Bavaria. Castles - locks - residences. South German publishing house (1960) ISBN 3-7991-5839-1
  • E. Gatz (Hg), the bishops of the holy Roman realm 1648-1803, 1990
  • Jakob Obersteiner: The bishops of Gurk 1072-1822. Complaint ford 1969

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Predecessore Vescovo di Lavant Successore BishopCoA PioM.svg
Johann von Thurn-Valsassina 17631772 Peter von Thun
Predecessore Vescovo di Gurk Successore BishopCoA PioM.svg
Hieronymus von Colloredo 17721783 Franz Xaver von Salm-Reifferscheidt-Krautheim
Predecessore Principe-Vescovo di Passavia Successore BishopCoA PioM.svg
Leopold Ernst von Firmian 17831795 Thomas Johann von Thun und Hohenstein

Controllo di autorità VIAF: 30281842








Creative Commons License