Julius Riyadi Darmaatmadja

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Julius Riyadi Darmaatmadja, S.J.
cardinale di Santa Romana Chiesa
Coat of arms of Julius Darmaatmadja.svg
In nomine Jesu
Titolo Cardinale presbitero del Sacro Cuore di Maria
Incarichi attuali Arcivescovo emerito di Giacarta
Nato 20 dicembre 1934, Muntilan, Giava, Indonesia
Ordinato presbitero 18 dicembre 1969 dal cardinale Justinus Darmojuwono
Consacrato arcivescovo 29 giugno 1983 dal cardinale Justinus Darmojuwono
Creato cardinale 26 novembre 1994 da papa Giovanni Paolo II

Julius Riyadi Darmaatmadja (Muntilan, 20 dicembre 1934) è un cardinale e arcivescovo cattolico indonesiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Nato a Muntilna, piccolo centro dell'arcidiocesi di Semarang, sull'isola indonesiana di Giava, studia presso il seminario minore di St. Peter Canisius di Magelang dal 1951 e, al termine del suo ciclo di studi, nel 1957 entra a far parte della Compagnia di Gesù, emettendo i voti nel 1959.

Per tre anni in India per studiare filosofia, poi insegnante presso il seminario dove è stato studente, riceve gli ordini minori il 12 gennaio 1964, passando quindi allo studio della teologia dal 1966 al 1970 nella città di Yogyakarta.

Ordinato sacerdote il 18 dicembre 1969, il 29 giugno 1983 viene consacrato arcivescovo di Semarang, per poi diventare ordinario dei cattolici nelle Forze Armate di Indonesia e presidente della Conferenza episcopale indonesiana per due mandati (1988-1997 e 2001-2006).

Papa Giovanni Paolo II gli conferisce la dignità cardinalizia con il titolo di Sacro Cuore di Maria durante il concistoro del 26 novembre 1994, mentre nel 1996 è nominato arcivescovo metropolita di Giacarta.

Nell'aprile 2006 il presule, facendo sentire la voce della Chiesa, si è unito a quanti hanno protestato (leader religiosi e politici) contro la condanna a morte inflitta a tre religiosi cattolici indonesiani.

Il 28 giugno 2010 papa Benedetto XVI accetta la sua rinuncia al governo pastorale dell'arcidiocesi di Giacarta per raggiunti limiti d'età. Gli succede nell'incarico Ignatius Suharyo Hardjoatmodjo.

Il 21 febbraio 2013 annuncia che, per motivi di salute, non raggiungerà Roma per partecipare al conclave che eleggerà il successore di Benedetto XVI.[1]

Incarichimodifica | modifica sorgente

Darmaatmadja è membro della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli, dei Pontifici Consigli per il Dialogo Inter-religioso e per la Cultura, del Consiglio Speciale per l'Asia della Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi.

Genealogia episcopalemodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Conclave, il card. Darmaatmadja rinuncia per "motivi di salute"

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Predecessore Arcivescovo di Semarang Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Justinus Darmojuwono 19 febbraio 1983 - 11 gennaio 1996 Ignatius Suharyo Hardjoatmodjo
Predecessore Vicario castrense per l'Indonesia Successore BishopCoA PioM.svg
Justinus Darmojuwono 28 aprile 1984 - 21 luglio 1986 -
Predecessore Ordinario militare per l'Indonesia Successore BishopCoA PioM.svg
- 21 luglio 1986 - 2 gennaio 2006 Ignatius Suharyo Hardjoatmodjo
Predecessore Cardinale presbitero del Sacro Cuore di Maria Successore CardinalCoA PioM.svg
Lawrence Trevor Picachy dal 26 novembre 1994 in carica
Predecessore Arcivescovo di Giacarta Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Leo Soekoto 11 gennaio 1996 - 28 giugno 2010 Ignatius Suharyo Hardjoatmodjo

Controllo di autorità VIAF: 63140907 LCCN: n89214592








Creative Commons License