Karl Muck

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Karl Muck

Karl Muck (Darmstadt, 22 ottobre 1859Stoccarda, 3 marzo 1940) è stato un direttore d'orchestra tedesco.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Nato in Germania, Muck si laureò in filologia classica all'Università di Heidelberg. Una antica passione per la musica lo indusse a prendere lezioni di pianoforte. Dopo aver ottenuto un dottorato, Muck entrò al conservatorio di Lipsia. Iniziò a dirigere l'orchestra nel 1884 a Zurigo, Brno, Salisburgo, Graz e Praga. Nel 1892 iniziò a dirigere la Royal Opera a Berlino, dove rimase fino al 1912. Durante gli anni diresse al Festival di Bayreuth collaborando con la Wiener Philharmoniker.[1]

Nel 1912 divenne direttore della Boston Symphony Orchestra. Fu considerato un direttore moderno e avventuroso e diresse l'orchestra in occasione della registrazione storica per la Victor Talking Machine Company[2] realizzata a Camden, New Jersey, nel 1917.

Nel 1918, Muck venne accusato di simpatia verso la Germania, nemica degli Stati Uniti nella prima guerra mondiale, per l'esecuzione di musiche di autori tedeschi. Dopo il suo rifiuto a suonare l'inno nazionale statunitense in un concerto, Muck venne arrestato ed imprigionato a Fort Oglethorpe in Georgia per tutta la durata della guerra.[3] Dopo la sua espulsione dagli Stati Uniti, egli non vi fece più ritorno.

Muck passò a dirigere la Philharmoniker Hamburg, realizzando registrazioni e direzioni a Bayreuth.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Harold C. Schonberg, The Great Conductors, New York, Simon and Schuster, 1967. ISBN 0671207350
  2. ^ Società statunitense produttrice di fonografi, divenuta poi famosa come La voce del padrone
  3. ^ Rachel Weiss (ed.), Dr. Carl Muck conductor, Boston Symphony Orchestra, The File Room. URL consultato il 4 marzo 2007.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 17408317 LCCN: n82100363








Creative Commons License