La matriarca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La matriarca
Paese di produzione Italia
Anno 1968
Durata 92 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Pasquale Festa Campanile
Soggetto Nicolò Ferrari
Sceneggiatura Nicolò Ferrari, Ottavio Jemma
Produttore Silvio Clementelli
Casa di produzione Clesi Cinematografica, Finanziaria San Marco
Distribuzione (Italia) Euro International Film
Fotografia Alfio Contini
Montaggio Sergio Montanari
Musiche Armando Trovajoli
Tema musicale L'amore dice ciao di Guardabassi e Trovajoli, cantato da Andee Silver
Scenografia Flavio Mogherini
Costumi Gaia Rossetti Romanini
Trucco Franco Freda
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La matriarca è un film del 1968 diretto da Pasquale Festa Campanile.

Tramamodifica | modifica sorgente

La giovane e bella Margherita, detta Mimmi, resta vedova. Dopo i funerali del marito, l'amministratore dell'azienda che ha ereditato la mette al corrente dell'esistenza di un appartamento intestato al defunto e lei scopre che questo appartamento era una lussuosa garçonniere dove il marito si intratteneva con altre donne in giochi erotici inconsueti, anche filmandoli.

Colpita e contrariata dalla scoperta, s'accorge che il suo dispiacere non è dovuto a gelosia, ma alla delusione di non essere stata coinvolta dal marito nelle sue fantasie, forse ritenendola inadatta.

Si mette quindi a studiare la Psychopathia sexualis di Richard von Krafft-Ebing e decide di vivere le stesse esperienze del marito, con altri uomini, amici o sconosciuti, realizzando che la fantasia sessuale di una coppia viene generalmente esclusa dal matrimonio.

La madre, allarmata dal comportamento della figlia, la convince a rivolgersi a una clinica, ma Mimmi trova in un medico-radiologo l'anima gemella, affrancata dalle convenzioni sociali, e lo sposa.

Distribuzionemodifica | modifica sorgente

Distribuito dalla Euro International Film il 28 dicembre 1968. Doppiaggio eseguito presso la C.D.S. con la collaborazione della CDC.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema







Creative Commons License