Leo de Berardinis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Leo de Berardinis (Gioi, 29 dicembre 1939Roma, 18 settembre 2008) è stato un attore teatrale e regista teatrale italiano, tra i più significativi nel panorama del teatro di ricerca italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Dopo l'esperienza di attore con Carlo Quartucci, iniziò il suo sodalizio con Perla Peragallo. Nel 1968 firmò con Carmelo Bene uno storico Don Chisciotte. Negli anni settanta, insieme a Perla Peragallo, si trasferì nell'entroterra napoletano, a Marigliano, dove realizzò improvvisazioni teatrali provocatorie e aggressive.

Nel 1983, a Bologna, in collaborazione con la Cooperativa Nuova Scena, mise in scena gli spettacoli scespiriani Amleto, King Lear - studi e variazioni e La tempesta, a cui fecero seguito molte altre produzioni. Nel 1987 fondò il Teatro di Leo, con cui produsse spettacoli, laboratori e incontri.

Dal 1994 diresse il Teatro Laboratorio San Leonardo di Bologna in convenzione con il comune di Bologna. Nel 1994 al 1997 assunse la direzione artistica del Festival di teatro di Santarcangelo di Romagna.

Nel 2000, in un'intervista-dialogo con Alfonso Amendola, Leo de Berardinis apre un ventaglio di nuove idee teatrali e ripercorre le tappe più significative del proprio percorso intellettuale ed umano.[1] Il 4 maggio 2001 gli fu stata conferita la laurea honoris causa dalla facoltà di Lettere dell'Università degli Studi di Bologna.

Il 16 giugno 2001 Leo de Berardinis entrò in coma[2], a seguito di un errore dell'anestesista durante un intervento chirurgico: per l'errore, l'anestesista è stato successivamente condannato in primo grado.[3]

A maggio del 2007, si è svolto negli spazi del DMS (Dipartimento Musica e Spettacolo) dell'Università di Bologna il convegno Per un libro su Leo a Bologna. Tre incontri per ritrovare Leo dentro e fuori di noi. L'incontro, organizzato da Claudio Meldolesi e Angela Malfitano, ha rappresentato un'occasione per parlare dell'opera artistica di Leo de Berardinis. Il 18 luglio 2008 gli è stato assegnato il vitalizio previsto dalla cosiddetta legge Bacchelli: la motivazione ha voluto personalmente redigerla l'attuale presidente della repubblica italiana, Giorgio Napolitano.[4]

Il 25 luglio sono pervenuti alla biblioteca del DMS dell'università bolognese i materiali che andranno a costituire il Fondo de Berardinis, ceduto in comodato da Annamaria de Berardinis, sorella dell'artista. L'attore e regista è morto il 18 settembre 2008 a Roma.

Opere teatralimodifica | modifica sorgente

  • Sir and Lady Macbeth di Leo de Berardinis e Perla Peragallo 1968
  • O' Zappatore di Leo de Berardinis e Perla Peragallo 1972
  • Sir and Lady Macbeth (II edizione) di Leo de Berardinis e Perla Peragallo 1973
  • King Lacreme Lear Napulitane di Leo de Berardinis e Perla Peragallo 1973
  • Sudd di Leo de Berardinis e Perla Peragallo 1974
  • Chianto 'e risate e risate 'e chianto di Leo de Berardinis e Perla Peragallo 1974
  • Rusp spers di Leo de Berardinis e Perla Peragallo 1976
  • Assoli di Leo de Berardinis e Perla Peragallo 1977
  • Tre Jurni di Leo de Berardinis e Perla Peragallo 1977
  • Avita Murì di Leo de Berardinis e Perla Peragallo 1978
  • Sciopero autonomo di Leo de Berardinis e Perla Peragallo 1978
  • De Berardinis - Peragallo di Leo de Berardinis e Perla Peragallo 1979
  • Udunda Indina di Leo de Berardinis e Perla Peragallo 1980
  • XXXIII Canto del Paradiso da Dante di Leo de Berardinis e Perla Peragallo 1980
  • Annabel Lee da Edgar Allan Poe di Leo de Berardinis e Perla Peragallo 1981
  • Leo De Berardinis Re di Leo de Berardinis 1981
  • Gethsemani di Leo de Berardinis 1982
  • William Shakespeare e il Conte di Southampton in ruoli invertiti di Leo de Berardinis 1982
  • Apocalisse di Leo de Berardinis 1982
  • Il cervello esploso di Leo de Berardinis di Leo de Berardinis 1982
  • Kiat'amore di Leo de Berardinis 1983
  • Dante Alighieri di Leo de Berardinis 1984
  • Il Cantico dei cantici di SALOMONE 1985


  • Il ritorno, riflessi da Omero-Joyce di Leo de Berardinis 1986
  • Novecento e mille di Leo de Berardinis 1987
  • Delirio di Leo de Berardinis 1987
  • L'uomo capovolto di Leo de Berardinis 1987
  • Novecento e mille (II edizione) di Leo de Berardinis 1988
  • Il fiore del deserto da Giacomo Leopardi di Leo de Berardinis 1988
  • Quintett da Orfeo, Empedocle, Eschilo, Sofocle, Ranieri de' Calzabigi, Rimbaud di Leo de Berardinis 1988
  • Ha da passa' 'a nuttata dall'opera di Eduardo De Filippo di Leo de Berardinis 1989
  • Metamorfosi di Leo de Berardinis 1990
  • Totò, principe di Danimarca di Leo de Berardinis 1990
  • L'Impero della Ghisa di Leo de Berardinis 1991
  • Lo spazio della memoria di Leo de Berardinis 1991
  • IV e V atto dell' "Otello" di William Shakespeare di Leo de Berardinis 1992
  • Totò, principe di Danimarca (II edizione) di Leo de Berardinis 1993
  • Il ritorno di Scaramouche di Jean Baptiste Poquelin e Leòn de Berardin di Leo de Berardinis 1994
  • King Lear n. 1 da William Shakespeare di Leo de Berardinis 1996
  • Lear Opera da William Shakespeare di Leo de Berardinis 1998
  • Past Eve and Adam's di Leo de Berardinis 1999

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Vd. Alfonso Amendola, Per una poetica del molteplice. Dialogo con Leo de Berardinis, ed. Plectica, Salerno, 2007.
  2. ^ Leo De Berardinis in gravi condizioni di Brunella Torresin, La Repubblica, 21 giugno 2001.
  3. ^ Leo, condannato l'anestesista di Carlo Gullotta, L'espresso di Repubblica, 19 gennaio 2007.
  4. ^ Una precedente iniziativa a sostegno dell'attore e regista era già stata avviata tra gli addetti ai lavori.

Approfondimenti e bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Gianni Manzella. La bellezza amara. Il teatro di Leo de Berardinis, Pratiche, 1993
  • Alfonso Amendola. Per una poetica del molteplice. Dialogo con Leo de Berardinis, con una prefazione di Paolo Puppa, Plectica Edizioni, 2007
  • Emiliano Battista, Patrizia Stellino, Silvia Storelli. King Leor, Documentario, Italia, 1996
  • Fulvio Arrichiello. Tre interviste possibili su Leo de Berardinis, Documentario, Italia, 2008

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License