Liù Bosisio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Template-info.svg
Liù Bosisio in un fotogramma del film Fantozzi (1975).

Liù Bosisio, nome d'arte di Luigia Bosisio Mauri (Milano, 30 gennaio 1936[1]), è un'attrice, doppiatrice, scrittrice e cantante italiana che è stata attiva in cinema, teatro, radio e televisione soprattutto fra gli anni sessanta e gli anni ottanta.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Dal 1953 al 1955 ha frequentato l'Accademia di Arte Drammatica di Milano.

La Bosisio è conosciuta per aver interpretato tra l'altro il ruolo della signora Pina nei primi due film di Fantozzi: Fantozzi (del 1975) e Il secondo tragico Fantozzi (del 1976), entrambi diretti da Luciano Salce. In questo ruolo è stata poi sostituita da Milena Vukotic, tornando però ad interpretarlo in Superfantozzi (del 1986), con la regia di Neri Parenti.

Come doppiatrice è stata la voce di Marge Simpson nelle prime 22 stagioni e Patty e Selma Bouvier per le prime 21 stagioni nel cartone animato I Simpson[2], è stata la voce del cane protagonista Spank nella serie di anime Hello Spank ma anche in alcune delle sue serie successive, e il gatto spaziale Doraemon. Ha doppiato anche l'attrice Angela Lansbury e ha dato la voce a Charlie Brown nel cartoon omonimo.

Artista eclettica e dai mille interessi, una volta abbandonata la carriera di attrice si è dedicata alla letteratura. Nel 1976, assieme a Peppino Venetucci, scrive un testo teatrale tratto da Povera gente, primo romanzo di Dostoevskij, che verrà poi rappresentato a Roma con la regia dello stesso Venetucci. In seguito, nel 1977, questo dramma sarà registrato per la RAI che lo trasmetterà parecchie volte. Tra i suoi interessi, la creazione di collages polimaterici e la ceramica raku[3]. Nel 2006 ha iniziato a collaborare, diventandone poi redattore capo, al sito internet Buffonimaledetti.org[4], per la promozione di giovani talenti in prosa, poesia e letteratura.

L'anno successivo è stata tra i soci fondatori dell'Associazione Culturale "Buffoni Maledetti" che supporta il sito web e la casa editrice Buffoni Maledetti Editori[5]. Sempre nel 2007 sette suoi racconti sono stati inclusi nella raccolta Peripezieperipatetiche, edita dalla Buffoni Maledetti Editori. Nel 2008 è stata curatrice del libro di poesie Liberamente edito dalla medesima casa editrice. Nel 2009 pubblica sempre per BMeditori il suo primo romanzo Il Carbonio nell'Anima[6] liberamente ispirato alla sua vita già narrata in una serie di diari la cui redazione è iniziata quando aveva sedici anni[7].

Attività teatralemodifica | modifica sorgente

(non sono inclusi lavori per radio e televisione)

Stagione Teatro / Piazza Testo Compagnia e regista Ruolo
1955 Teatro Manzoni, Milano Mon bebè compagnia e regia di Romolo Costa servetta
1956-57 Teatro per Ragazzi, Milano L'isola del tesoro compagnia diretta da Enzo Convalli Jim
1960-61 Teatro Convegno, Milano Robinson o l'eterno amore di J. Supervielle giovinetta
1960-61 Teatro Convegno, Milano Il mantello di Dino Buzzati Regia di Enzo Ferrieri la figlia
1960-61 Teatro Convegno, Milano Questo matrimonio si deve fare di Vitaliano Brancati Regia di Enzo Ferrieri cameriera buffa
1961-62 Piccolo Teatro di Milano Un cannone per Mariù di G. Fusco Regia di V. Puecher ruoli molteplici
1962 Tournée estiva La tempesta di William Shakespeare regia di F. Torriero Ariele
1963 Teatro Manzoni, Milano Il Tarfante di N. Ambrosino regia dell'autore la donnina che creava i fiori
1964-65 Nebbia Club Teatro cabaret testi e regie di N. Ambrosino, R. Danè, Enrico Vaime, Franco Nebbia
1965 Teatro delle Arti, Roma Il cabaret sul palcoscenico regia di N. Ambrosino
1966 Teatro Convegno, Milano La veggente di Roussin Compagnia Elsa Merlini, regia di Carlo Di Stefano Biscotto
1966-67 Corruzione al Palazzo di giustizia di Ugo Betti compagnia Gianni Santuccio, regia di F. Torriero la crocerossina
1967-68 Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno di P. B. Bertoli compagnia Sandra Mondaini, regia di M. Baldi Cacasenno
1968 Teatro Quirino, Roma Il candelaio di Giordano Bruno regia di Luca Ronconi la meretrice
1969 Festival dei Due Mondi, Spoleto Orlando Furioso di Ludovico Ariosto regia di Luca Ronconi Alcina e Cabrina
1970 tournée a Lugano, Belgrado, Stoccolma, Parigi, Madrid, New York, etc. Orlando Furioso
1971 Teatro Eliseo, Roma La tragedia del vendicatore di C. Tourneur regia di Luca Ronconi il Duca
1971 Teatro Odeon, Parigi XX regia di Luca Ronconi in lingua francese, la vittima
1972 Zurigo Caterina di Heilbronn di Heinrich von Kleist regia di Luca Ronconi la balia
1972 Teatro delle Arti, Roma Quando si fa giorno di E. Bond regia di A. Pugliese la Regina Vittoria
1972 -73 Venezia (poi tournée a Belgrado e Zurigo Orestea di Eschilo regia di Luca Ronconi coreuta e una delle tre Erinni
1973-74 Teatro Argentina, Roma L'anima buona di Sezuan di Bertolt Brecht compagnia del Teatro Stabile, regia di Benno Besson il nonno
1974-75 Teatro Argentina, Roma Centocinquanta la gallina canta..., commedia musicale di Achille Campanile Compagnia del Teatro Stabile, regia di F. Crivelli tredici ruoli
1975 stagione estiva al Teatro di Ostia antica I Menecmi di Plauto regia di Maurizio Scaparro la moglie
1976 stagione stiva al Teatro Romano di Verona Sogno di una notte di mezza estate di W. Shakespeare regia di Mauro Bolognini Elena
1977 Teatro Politecnico, Roma Povera gente da Dostoevskij, riduzione teatrale di Liù Bosisio e P. Venetucci regia di P. Venetucci Varinka
1977-78 ATER (Teatro Emilia-Romagna) L'uomo difficile di Hugo von Hofmannsthal regia di Sergio Fantoni Crescence
1978-79 Teatro di Genova, Genova La supplice di Anton Čechov regia di Marco Sciaccaluga la supplice
1979-80 Teatro di Genova, Genova Turcaret di Alain-René Lesage regia di Egisto Marcucci la nana
1980-81 Teatro Nazionale, Milano Applause, commedia musicale regia di Antonello Falqui Karen
1981-82 Teatro Sistina, Roma Applause, commedia musicale regia di Antonello Falqui Karen
1982-83 ATER (Teatro Emilia-Romagna) Il cavaliere della rosa di Hugo von Hofmannsthal

Filmografiamodifica | modifica sorgente

Come interpretemodifica | modifica sorgente

Come doppiatricemodifica | modifica sorgente

Cinemamodifica | modifica sorgente

Film d'animazione e cartoni animatimodifica | modifica sorgente

Sceneggiati e miniserie televisivemodifica | modifica sorgente

Soap opera e telenovelasmodifica | modifica sorgente

  • Marichu de Labra in Colorina (Rosario)
  • Marilena Ansaldi in Tris di cuori (Magnolia)
  • Jurema Peña in Lampiao e Maria Bonita (Marinha, nella prima edizione)

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Come autricemodifica | modifica sorgente

Come curatricemodifica | modifica sorgente

Discografia parzialemodifica | modifica sorgente

Singolimodifica | modifica sorgente

  • 1960 - La collana di zia Marù (La Collana di zia Marù, 7") più dischi con lo stesso titolo

Notemodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License