Lino Lardo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lino Lardo
Lino Lardo - Pallacanestro Trapani 2013 01.JPG
Lino Lardo nel 2013
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 185 cm
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore
Squadra Pall. Trapani SC Pall. Trapani SC
Ritirato 1991 - giocatore
Carriera
Squadre di club
1982-1983 Auxilium Torino Auxilium Torino 36 (70)
1983-1987 Libertas Forlì Libertas Forlì 128 (823)
1987-1989 Scaligera Verona Scaligera Verona 40 (178)+
1989-1991 Dinamo Sassari Dinamo Sassari 60 (398)
Carriera da allenatore
1997-2001 Celana Bergamo Celana Bergamo
2001-2002 Scaligera Verona Scaligera Verona 13-23
2002-2004 Viola Reggio Cal. Viola Reggio Cal. 33-35
2004-2006 Olimpia Milano Olimpia Milano 34-17
2006-2009 NSB Rieti NSB Rieti 47-47
2009-2011 Virtus Bologna Virtus Bologna 29-29
2011-2012 Virtus Roma Virtus Roma 7-18
2013 Amchit Club Amchit Club
2013- Pall. Trapani SC Pall. Trapani SC
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 10 febbraio 2013

Lino Lardo (Albenga, 16 luglio 1959) è un ex cestista e allenatore di pallacanestro italiano.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Giocatoremodifica | modifica sorgente

Lardo in azione con la maglia della Glaxo Verona

Lino Lardo è passato al ruolo di allenatore dopo una buona carriera di giocatore professionista nel ruolo di playmaker. Ha giocato due anni in A1, esordio con Torino nel 1982, e sei in A2 per poi scendere in serie B dove ha chiuso la carriera nel 1996 a Bergamo.

Allenatoremodifica | modifica sorgente

A Bergamo è rimasto per fare l'assistente a Carlo Recalcati nella stagione 1996-97 e dopo un anno di apprendistato è diventato capo allenatore. Ha lasciato Bergamo nel 2001 dopo aver conquistato una storica promozione in serie A2 ed è approdato in serie A alla Muller Verona. Sono seguite due buone stagioni a Reggio Calabria che gli hanno fatto guadagnare, oltre al trofeo di Miglior Allenatore dell'Anno, la chiamata dell'Olimpia Milano. A Milano già alla prima stagione è arrivato alla finale scudetto che l'Olimpia perse 3-1 contro la Fortitudo Bologna. L'ottimo risultato conseguito non lo ha salvato dall'esonero nella stagione seguente, caratterizzata da problemi di amalgama della squadra. Viene sostituito da Sasha Djordjevic, che alla fine della stagione avrà un record vittorie-sconfitte analogo a quello del suo predecessore. Nel 2006 si è trasferito alla Nuova Sebastiani Rieti in Legadue e ha vinto la coppa Italia di categoria ed il campionato, riportando Rieti in serie A dopo quasi un quarto di secolo. Nel giugno 2009, attraverso il sito web della Sebastiani Rieti, la società fa sapere della rescissione del contratto con Lardo.

Il 24 giugno 2009 viene annunciato e presentato come il nuovo allenatore della Virtus Bologna, società con cui firma un contratto biennale.

Il 14 luglio 2011 viene nominato allenatore della Virtus Roma[1], ruolo che gli è stato tolto il 27 gennaio 2012 [2].

La sua carriera è proseguita in Medio Oriente, nel febbraio 2013 si è infatti accordato con i libanesi dell'Amchit[3].

Attività da giocatore non professionistamodifica | modifica sorgente

Durante la stagione in cui ha guidato il sodalizio di Gaetano Papalia ad un passo dai play-off di A1, Lino ha partecipato insieme ad Antonello Riva al campionato UISP di Pallacanestro in seno all'Avens Basket Rieti, vincendo il girone reatino della Serie A2 ed arrivando ad un passo dalla FinalFour Regionale.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Lardo e Riva alla Virtus Roma, virtusroma.it.
  2. ^ Roma kaputt mundi: l’esonero di Lino Lardo, discorsivo.it, 01-02-2012.
  3. ^ Lino Lardo finisce in Libano con l'Amchit, sportando.net, 10-02-2013.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License