Lituania Centrale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lituania Centrale
Dati amministrativi
Nome completo Vidurio Lietuvos Respublika (LT)
Republika Litwy Środkowej (PL)
Рэспубліка Сярэдняе Літвы (BE)
Nome ufficiale Repubblica della Lituania Centrale
Lingue parlate lituano, polacco, bielorusso
Capitale Vilnia
Dipendente da Flag of Poland.svg Polonia
Politica
Forma di Stato Stato fantoccio/stato cuscinetto
Forma di governo Repubblica
Nascita 1920 con Józef Piłsudski
Causa Ribellione programmata dei soldati della 1ª Divisione di Fanteria lituana-bielorussa
Fine 24 marzo 1922 con Lucjan Żeligowski
Causa Annessione alla Polonia
Territorio e popolazione
Territorio originale Vilnius
Evoluzione storica
Preceduto da Flag of Poland.svg Polonia
Flag of Lithuania.svg Lituania
Succeduto da Flag of Poland.svg Polonia
Cartina della regione, con la Repubblica della Lituania Centrale in verde

La Repubblica della Lituania Centrale o Lituania Centrale (in lituano: Vidurio Lietuvos Respublika, in polacco: Republika Litwy Środkowej, in bielorusso Рэспубліка Сярэдняе Літвы / Respublika Siaredniaje Litvy), fu uno stato fantoccio creato nel 1920 dopo la ribellione programmata dei soldati della 1ª Divisione di Fanteria lituana-bielorussa dell'Esercito polacco, per ordine segreto di Józef Piłsudski. Centrata attorno alla città storica di Vilnia capitale dello storico Granducato di Lituania, lo stato ebbe vita breve e non ottenne il riconoscimento internazionale. Per diciotto mesi l'entità servì come stato cuscinetto tra la Polonia, dalla quale dipendeva, e la Lituania, che reclamava il possesso dell'area. Infine, il 24 marzo 1922, a seguito delle elezioni politiche, lo stato fu annesso alla Polonia. Queste elezioni non furono riconosciute dalla Repubblica lituana.








Creative Commons License