Loris Annibaldi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Loris Annibaldi (Offida, 11 marzo 1912Ersekë, 21 novembre 1940) è stato un medico e militare italiano. Fu sottotenente medico del 4º Reggimento bersaglieri cadde eroicamente nel 1940. Insignito della medaglia d'oro al valor militare alla memoria nel 1953.

Onorificenzemodifica | modifica sorgente

Medaglia d'oro al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al valor militare
«“Ufficiale medico di battaglione, si offriva di far parte di un reparto incaricato di attuare un colpo di mano nelle linee nemiche. In nove successivi giorni di continui e aspri combattimenti, si prodigava in maniera ammirevole nella sua missione, distinguendosi per coraggio ed altruismo. ferito ad una gamba rifiutava di essere sgombrato e ordinava ai portaferiti di portargli vicino i colpiti per prestar loro le prime cure. Rimasto sul terreno della lotta, dopo che i superstiti del battaglione, rotto il cerchio nemico li rinserrava, si erano aperti un varco, al nemico sopraggiunto, che gli intimava la resa, rispondeva con le ultime bombe a mano provocando la reazione che lo colpiva mortalmente. Immolava così la sua fiorente giovinezza per aver voluto generosamente oltrepassare i limiti dei più alti doveri di soldato e di medico”.»
— Erseke q. 1431 -1464 (Fronte greco), 12. 21 novembre 1940.[1]

Dedichemodifica | modifica sorgente

Nel 1953 gli venne intitolato il Centro Ospedaliero di Milano.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ - Scheda Annibaldi Loris - visto 20 luglio 2011







Creative Commons License