Los Angeles Dodgers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Brooklyn Dodgers" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Brooklyn Dodgers (disambigua).
Los Angeles Dodgers
Baseball Baseball pictogram.svg
LA Dodgers logo.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit trousers beltonwhite.png

Casa

Kit left arm bluewhite cuffs.png
Kit right arm bluewhite cuffs.png
Kit trousers beltongrey.png

Trasferta

Colori sociali Blu Dodger e Bianco
Dati societari
Città Los Angeles
Nazione Stati Uniti Stati Uniti
Lega National League
Division West
Fondazione 1883
Denominazione Brooklyn Atlantics (1883–1884)
Brooklyn Grays (1885–1887)
Brooklyn Bridegrooms (1888–1890), (1896–1898)
Brooklyn Grooms (1891–1895)
Brooklyn Superbas (1899–1910)
Brooklyn Trolley Dodgers (1911–1912)
Brooklyn Dodgers (1913)
Brooklyn Robins (1914–1931)
Brooklyn Dodgers (1932–1957)
Los Angeles Dodgers (1958–presente)
Presidente Stan Kasten
Proprietario Mark Walter, Stan Kasten, Earvin Johnson, Peter Guber, Todd Boehly, Robert Patton[1]
General manager Ned Colletti[1]
Allenatore Don Mattingly (2011-presente)
Sito web losangeles.dodgers.mlb.com
Palmarès
World Series 1955,1959,1963,1965,1981,1988
Titoli di League 22
Titoli di Division 12
Wild card 1
Impianto di gioco
Dodger Stadium (1962-presente)
56.000 posti

I Los Angeles Dodgers sono una squadra di baseball con sede a Los Angeles, California. I Dodgers sono membri della West Division della National League della Major League Baseball.

Storiamodifica | modifica sorgente

Fondata nel 1883, la franchigia è nata a Brooklyn, New York. Nel corso dei primi anni di esistenza era nota con diversi soprannomi ("Atlantic", "Grays", "Bridegrooms", "Grooms", "Superbas", "Robins"), prima di assumere la denominazione definitiva di Dodgers nel 1932, avendo già utilizzato il nickname precedentemente in due stagioni all'inizio degli anni '10. Il termine deriva da "Trolley Dodgers", utilizzato precisamente per indicare coloro che penzolavano all'esterno del tram per viaggiare gratis, ma in senso generale in italiano potrebbe essere equivalente a scroccone o poveraccio. Infatti la squadra di Brooklyn, con un pubblico formato prevalentemente degli operai dei cantieri navali, mirava a mettersi in contrapposizione con le altre squadre di New York più ricche e blasonate: i Giants (che giocavano a Manhattan) e gli Yankees del Bronx.

Il team si trasferì Los Angeles, prima della stagione 1958, contemporaneamente ai loro rivali di National League dei Giants approdati in quel di San Francisco. Le loro prime quattro stagioni a Los Angeles furono giocate al Los Angeles Memorial Coliseum, prima del trasferimento nella casa attuale, il Dodger Stadium, il terzo stadio di baseball più antico della Major League Baseball.

La squadra vinse la National League nel 1916 e il 1920, perdendo però le World Series entrambe le volte, prima con i Boston Red Sox e poi con i Cleveland Indians. Fino alla seconda guerra mondiale i Dodgers non andarono mai oltre un paio di piazzamenti, fino a quando nel 1941 conquistarono la loro terza National League, per poi perdere di nuovo le WS contro i New York Yankees. Dopo il conflitto, durante il quale si disputarono stagioni di poco valore poiché i giocatori migliori erano al fronte, i Dodgers si rafforzarono notevolmente ingaggiando Jackie Robinson, primo giocatore nero nell'era moderna della Major League Baseball. Guidati da Robinson, affiancato successivamente dal tre volte miglior giocatore della National League Roy Campanella (anch'egli di colore), i Dodgers affrontarono gli Yankees in sei apparizioni alle World Series quasi consecutive, riuscendo a prevalere solo nel 1955, anno della loro prima vittoria alle World Series, unica del periodo newyorkese. Il reclutamento di un giocatore nero non mancò di suscitare grande scandalo nell'America ancora profondamente segregazionista del 1947, ma questo fatto costituì uno spartiacque storico e l'esempio dei Dodgers fu rapidamente emulato da numerose altre squadre di Major League. In onore di Robinson ogni anno dal 2004, il 15 aprile, si celebra il Jackie Robinson day. Nella sua prima edizione il suo numero di casacca, 42, è stato ritirato per sempre e nessuna squadra di Major League lo potrà mai più utilizzare.

Dopo la stagione 1957, il team abbandonò Brooklyn fra mille polemiche e rimpianti, ma la scelta si rivelò giusta tecnicamente poiché dopo sole due stagioni in California, nel 1959, i Dodgers vinsero le World Series per la seconda volta, battendo i Chicago White Sox in sei partite. Guidati dallo stile dominante di Sandy Koufax e Don Drysdale, intorno alla metà degli anni '60, i Dodgers arrivarono tre volte primi in National League, vincendo due volte le World Series: nel 1963, spazzando gli Yankees in quattro partite, e nel 1965, battendo i Minnesota Twins per 4-3. La vittoria del 1963 costituì il secondo successo contro gli odiati Yankees, e la prima vittoria contro di lorocome squadra di Los Angeles. I Dodgers giunsero altre tre volte alle World Series, nel 1974, 1977 e 1978, ma uscendo sempre sconfitti. Negli anni ottanta arrivarono altre due vittorie alle World Series: la prima nel 1981, grazie anche al lanciatore messicano Fernando Valenzuela, per il quale, in seguito all'entusiasmo e all'interesse suscitato fu coniato addirittura il termine "Fernandomania"; la seconda vittoria fu nel 1988, con il lanciatore, Orel Hershiser.

I Dodgers hanno una rivalità molto forte con i San Francisco Giants; è la più antica rivalità nel baseball, risalente a quando le due franchigie erano ancora a New York. Entrambe le squadre si trasferirono in California dall'inizio della stagione 1958, perpetuando il loro confronto ravvicinato nella National League. Sebbene le due franchigie abbiano raggiunto nel computo delle vittorie totali un risultato di sostanziale parità, le sfide parziali tra le due città risultano piuttosto squilibrate. Quando entrambe squadre avevano sede a New York erano i Giants la squadra più blasonata con cinque World Series contro una. Dopo il trasferimento in California i rapporti di forza si sono invertiti poiché sono stati i Dodgers di Los Angeles ad aggiudicarsi cinque World Series, mentre i San Francisco Giants ne hanno vinte due (2010 e 2012).

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

1955, 1959, 1963, 1965, 1981, 1988
1890, 1899, 1900, 1916, 1920, 1941, 1947, 1949, 1952, 1953, 1955, 1956, 1959, 1963, 1965, 1966, 1974, 1977, 1978, 1981, 1988
1974, 1977, 1978, 1981, 1983, 1985, 1988, 1995, 2004, 2008, 2009, 2013
1996, 2006

Numeri ritiratimodifica | modifica sorgente

1 2 4 19 20
Pee Wee Reese
Interbase, Coach
1º luglio 1984
Tommy Lasorda
Lanciatore, Manager
15 agosto 1997
Duke Snider
Esterno
6 luglio 1980
Jim Gilliam
2B, 3B, Coach
10 ottobre 1978
Don Sutton
Lanciatore
14 agosto 1998
24 32 39 42 53
Walter Alston
Manager
5 giugno 1977
Sandy Koufax
Lanciatore
4 giugno 1972
Roy Campanella
Ricevitore
4 giugno 1972
Jackie Robinson
2B
4 giugno 1972
Don Drysdale
Lanciatore
1º luglio 1984

Roster attualemodifica | modifica sorgente

  Roster Los Angeles Dodgers Nome pagina errato o assente 
Roster attivo Roster inattivo Staff tecnico

Lanciatori

Ricevitori

Interni

Esterni


Lanciatori

  • Nessuno

Ricevitori

  • Nessuno

Interni

  • Nessuno

Esterni

  • Nessuno


Manager

Coach



40 attivi, 0 inattivi, 0 sulla lista infortunati (60 giorni)

Injury icon 2.svg Lista degli infortunati per 7 o 15 giorni
Lista di restrizione
# Congedo personale
A In Arbitration
Roster aggiornato al 7 febbraio 2014
TransazioniGrafico di profondità


Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b (EN) Los Angeles Dodgers - Front Office Directory, dodgers.com. URL consultato il 30 marzo 2012.

Curiositàmodifica | modifica sorgente

  • Il cantante statunitense Frank Sinatra fu per molto tempo tifoso dei Los Angeles Dodgers, come è affermato nel suo sito ufficiale.

Altri progettimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License