Louis Boulanger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Louis Boulanger (Vercelli, 11 marzo 1806Digione, 5 marzo 1867) è stato un pittore, litografo e illustratore francese di scuola romantica.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Si formò presso la École des beaux-arts, sotto la guida di Guillaume Guillon Lethière ricevendo una buona conoscenza dell'arte classica.

Dopo una prima presentazione di opere per il Prix de Rome, intorno al 1825 iniziò a frequentare i circoli parigini romantici che ebbero una influenza decisiva sul prosieguo della sua carriera. In particolar modo al Louvre conobbe Victor Hugo e Eugène Dévéria con i quali strinse una duratura amicizia.

Boulanger trasse dalle opere di Hugo una notevole fonte di ispirazione, sia dai personaggi sia dalle scene.[1]

Nel 1827 riscosse un grande successo al Salon parigino grazie al Supplice de Mazeppa, una sua passionale trasposizione e reniterpretazione del soggetto byroniano.

La sua carriera pittorica risultò fortemente ispirata al materiale letterario, basti pensare alle sue opere principali: Lucrezia Borgia, Macbeth, Il Sabba delle streghe, considerato ques'ultimo l'icona delle tendenze dell'epoca.

Importante fu anche la sua sequenza di ritratti di personaggi importanti tra i quali spiccano quelli di Alexandre Dumas e di Honoré de Balzac.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ "Le Muse", De Agostini, Novara, 1964, Vol.II, pag.384

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Aristide Marie, Le Peintre poète Louis Boulanger, H. Floury, coll. « La Vie et l'art romantiques », Parigi, 1925.
  • Théophile Gautier, Histoire du romantisme, Charpentier, Parigi, 1874.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License