Luís Oliveira

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luís Oliveira
Luisayrtonoliveirabarroso.jpg
Dati biografici
Nome Luís Airton Oliveira Barroso
Nazionalità Brasile Brasile
Belgio Belgio (dal 1992)
Altezza 175 cm
Peso 71 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Squadra 600px Giallo e Blu2.png Muravera
Ritirato 2011 - giocatore
Carriera
Giovanili
1984
1985-1987
Flag of None.svg Tupan
Anderlecht Anderlecht
Squadre di club1
1987-1992 Anderlecht Anderlecht 95 (36)
1992-1996 Cagliari Cagliari 121 (42)
1996-1999 Fiorentina Fiorentina 95 (27)
1999-2000 Cagliari Cagliari 24 (4)
2000-2001 Bologna Bologna 17 (1)
2001-2002 Como Como 38 (23)
2002-2004 Catania Catania 74 (28)
2004-2005 Foggia Foggia 14 (0)
2005 Venezia Venezia 17 (5)
2005-2006 Lucchese Lucchese 20 (3)
2006-2008 Nuorese Nuorese 63 (25)
2008-2009 Derthona Derthona 32 (16)
Nazionale
1992-1999 Belgio Belgio 31 (7)
Carriera da allenatore
2010-2011 600px Giallo e Blu2.png Muravera
2012- 600px Giallo e Blu2.png Muravera
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Luís Airton Oliveira Barroso (São Luís, 24 marzo 1969) è un allenatore di calcio ed ex calciatore brasiliano naturalizzato belga, di ruolo attaccante.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Luís Oliveira crebbe in una famiglia poverissima nelle favelas di São Luís; aveva cinque fratelli, di cui tre vivevano con le rispettive famiglie nella sua casa. Suo padre era un calciatore del Maranhão Atlético Clube, un fratello (Hamilton) e una sorella giocavano a calcio così Luís li seguì e si tesserò per la Sociedade Esportiva Tupan. A 15 anni, un osservatore argentino lo convinse a partecipare ad un provino e fu scelto come attaccante da portare in Europa. Si trasferì giovanissimo in Belgio, dove ottenne la nazionalità belga durante il suo periodo all'Anderlecht.

In Sardegna conobbe la moglie ed ebbe tre figli.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Giocatoremodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Anderlechtmodifica | modifica sorgente

Nel 1985 è stato ingaggiato dalle giovanili dell'Anderlecht dopo aver disputato tre tornei in Spagna, Francia e Germania. In questi tornei, Oliveira ricevette una coppa come miglior giocatore del torneo. Ha iniziato a giocare subito come attaccante, nella posizione di seconda punta o fantasista e più raramente come prima punta. Nel marzo 1988 ha esordito nel massimo campionato belga: con i biancomalva belgi ha disputato 95 partite in campionato mettendo a segno 36 reti.

Cagliarimodifica | modifica sorgente

Nel 1992 il Cagliari lo ha acquistato per 6 miliardi di lire dopo averlo visto solo in videocassetta. Dopo qualche screzio nel precampionato con l'allenatore Carlo Mazzone, a causa del suo look giudicato "da circo", ha esordito in Serie A il 6 settembre nello 0-0 contro la Juventus. Con il Cagliari disputò la Coppa UEFA 1993-1994, raggiungendo le semifinali. Durante i suoi quattro anni trascorsi nella società isolana, Oliveira mise a segno 42 reti in Serie A e 4 in Coppa UEFA.

Fiorentinamodifica | modifica sorgente

Nel 1996 Lulù, come era stato soprannominato, passò alla Fiorentina per 9 miliardi più il cartellino di Giacomo Banchelli[1]. Con i viola disputa tre stagioni, collezionando 95 presenze e 27 reti. Durante la sua permanenza in toscana riesce a mettersi spesso in luce nel reparto offensivo viola[2]. Con la Fiorentina vince il suo primo titolo in Italia, la Supercoppa Italiana del 1996.

Il ritorno a Cagliarimodifica | modifica sorgente

Tornato a Cagliari nel settembre 1999, rimase sull'isola una stagione sola, conclusasi con la retrocessione del Cagliari in serie B. Al termine del campionato 1999-2000 si trasferisce al Bologna, militante in serie A.

Bologna, Como e Cataniamodifica | modifica sorgente

In Emilia resta una sola stagione, in cui colleziona 17 presenze e una sola rete.

La stagione successiva si trasferisce al Como, con cui conquista la promozione in Serie A e raggiunge il titolo di capocannoniere della Serie B con 23 reti[3]. In seguito ad alcuni problemi sorti con la dirigenza della squadra lombarda il rapporto si interrompe poco prima dell'inizio del campionato di serie A[4].

Nel settembre 2002 viene ingaggiato dal Catania, firmando un biennale[5]. Diventa capitano e beniamino dei tifosi[6]. Soprannominato il Falco (per il modo in cui festeggia ogni rete), in due anni colleziona 74 presenze e 28 gol ma successivamente viene messo fuori rosa dopo alcune prestazioni sottotono e dopo alcuni screzi con la tifoseria siciliana e soprattutto con l'allora presidente Luciano Gaucci[7].

Le serie minorimodifica | modifica sorgente

Nel 2004 si trasferisce al Foggia[8], in Serie C1, con il quale vive alcuni mesi senza riuscire a segnare alcuna rete in 14 presenze.

Nel gennaio 2005 firma con il Venezia, dove torna al gol ma non riesce nell'impresa di salvare la squadra dalla retrocessione.

Rimasto senza contratto per il fallimento dei lagunari, nell'estate del 2005 torna in C1, firmando per la Lucchese.

Nel campionato 2006-07 torna in Sardegna, avvicinandosi alla famiglia (la moglie è sarda) firmando per la Nuorese, neopromossa in Serie C2 con cui disputa due discrete stagioni condite da 25 centri[9].

Nel luglio del 2008 firma per giocare con il Derthona Calcio Fbc, disputando il campionato di Serie D, e indossando la maglia bianconera di Tortona[10]. Lulù è il calciatore più famoso e quotato che la città abbia mai avuto fra le sue fila calcistiche[11].

Nel 2009 decide di scendere ulteriormente di categoria, in Eccellenza Sarda, per militare nella formazione del Muravera, la cittadina a 65 km da Cagliari che dà i natali a sua moglie[12]. Con la squadra sarda gioca un campionato ad alti livelli, segnando un buon numero di gol e attirandosi le simpatie della tifoseria e della città intera[13].

Luís Oliveira nella seconda parte della stagione 2009-2010, disputata in Eccellenza Sarda, ha ricoperto il doppio ruolo di allenatore e giocatore del Muravera[14]. Il 27 dicembre 2010 ha inaugurato presso il campo di calcio di Muravera, assieme agli altri tecnici del centro, il nuovo centro equestre "Il falco".[15] Nella stagione 2010-2011 il ruolo di allenatore del Muravera Calcio è passato a Stefano Senigagliesi[16]. Oliveira, dopo aver terminato la stagione regolare al 4º posto in classifica ha disputato i playoff con il suo Muravera uscendo il 1º maggio del 2011 in semifinale, battuto 3-0 nella gara secca giocata ad Alghero contro la S.S. Fertilia[17].

Nazionalemodifica | modifica sorgente

Ha totalizzato 7 reti in 31 presenze con la maglia della Nazionale belga (con la quale ha scelto di giocare una volta ottenuto il passaporto) tra il 1992 (ha esordito e segnato il suo primo gol il 26 febbraio, in occasione della sconfitta per 2-1 contro la Tunisia) e il 1999. Ha disputato il Mondiale di Francia 1998.

Allenatoremodifica | modifica sorgente

Muraveramodifica | modifica sorgente

Nel marzo del 2012 ritorna sulla panchina del Muravera per sostituire Stefano Senigagliesi[18].

Il 16 gennaio 2013, battendo in finale l'Olbia per 2-0, conquista la Coppa Italia di Eccellenza.[19] Nel marzo del 2013 viene premiato dalla Lega Nazionale Dilettanti come miglior allenatore d'Italia delle squadre dilettantistiche[20].

Statistichemodifica | modifica sorgente

Presenze e reti nei clubmodifica | modifica sorgente

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1988-1989 Belgio Anderlecht D1 5 0 CB - - CdC - - - - - -
1989-1990 D1 26 8 CB - - CdC 1 0 - - - -
1990-1991 D1 33 18 CB - - CU - - - - - -
1991-1992 D1 31 10 CB - - CC 10 1 - - - -
Totale Anderlecht 95 36
1992-1993 Italia Cagliari A 29 7 CI - - - - - - - -
1993-1994 A 29 12 CI - - CU 10 4 - - - -
1994-1995 A 30 7 CI - - - - - - - -
1995-1996 A 33 15 CI - - - - - - - -
1996-1997 Italia Fiorentina A 31 9 CI - 0 CdC 2 0 SI 1 0 - -
1997-1998 A 33 15 CI 3 0 - - - - 36 15
1998-1999 A 30 2 CI - - CU 0 0 - - - -
set. 1999 A 1 0 CI - - UCL 0 0 - - - -
Totale Fiorentina 95 26
1999-2000 Italia Cagliari A 24 4 CI - 2 - - - - - 6
Totale Cagliari 145 46
2000-2001 Italia Bologna A 17 1 CI - - - - - - - -
2001-2002 Italia Como B 38 23 CI - - - - - - - -
2002-2003 Italia Catania B 37 13 CI - - - - - - - -
2003-2004 B 37 15 CI - - - - - - - -
Totale Catania 74 28
2004-gen. 2005 Italia Foggia C1 14 0 CI-C - - - - - - - -
gen.-giu. 2005 Italia Venezia B 17 5 CI - - - - - - - -
2005-2006 Italia Lucchese C1 20 3 CI-C - - - - - - - -
2006-2007 Italia Nuorese C2 32 10 CI-C - - - - - - - -
2007-2008 C2 31 15 CI-C - - - - - - - -
Totale Nuorese 63 25
2008-2009 Italia Derthona D 32 16 CI-D - - - - - - - -
Totale Carriera 610 208

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Giocatoremodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Competizioni nazionalimodifica | modifica sorgente
Anderlecht: 1990-1991
Anderlecht: 1987-1988, 1988-1989
Anderlecht: 1987
Fiorentina: 1996
Como: 2001-2002

Individualemodifica | modifica sorgente

Como: 2001-2002

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Caio è del Napoli Oliveira passa alla Fiorentina, Corriere.it
  2. ^ Sorpresa: è Oliveira il vero re del gol, Corriere.it
  3. ^ Oliveira diventa capocannoniere Il Como supera anche il Vicenza, Corriere.it
  4. ^ Oliveira lascia il Como alla vigilia del debutto in A, Corriere.it
  5. ^ Colpo del Catania: arriva Oliveira, tuttomercatoweb.com, 12 settembre 2002. URL consultato il 2 maggio 2013.
  6. ^ Oliveira non perde il vizio, Corriere.it
  7. ^ L'età di Lulù Oliveira, LaStampa.it
  8. ^ Lulù Oliveira: "Giannini un grande, il mio gol più bello? Ve lo racconto", FoggiaCalcio.it
  9. ^ L’Olbia è bella ma la Nuorese ha Lulù Quattro gol e sorpasso dei verdeazzurri, notizia tratta dal sito LaNuovaSardegna.it
  10. ^ Lulu Oliveira si racconta 40 anni da Falco, notizia tratta dal sito CalcioMercato.it
  11. ^ L'età di Lulù Oliveira, LaStampa.it
  12. ^ Muravera, Lulù Oliveira a 40 anni si diverte ancora a fare gol, articolo tratto da L'Unione Sarda del 27 ottobre 2009
  13. ^ Muravera: la favola di Lulù Oliveira Da bomber di serie A a idolo locale, articolo tratto da L'Unione Sarda del 17 novembre 2009
  14. ^ Muravera, Lulù Oliveira promosso in panchina, notizia tratta dal sito AgenziaCalcio.it
  15. ^ L'Unione Sarda - Muravera, Lulù Oliveira si dà all'ippica, UnioneSarda.it
  16. ^ Il Muravera si rifà il look: Carta presidente, Senigagliesi allenatore, notizia tratta dal sito Sardegna.DiarioSportivo.it
  17. ^ Playoff, show del Fertilia: Muravera ko adesso la Torres, notizia tratta dal sito Alguer.it
  18. ^ Lulù Oliveira, fresco di patentino, torna sulla panchina del Muravera, notizia tratta dal sito TuttoCagliari.net
  19. ^ Calcio: al Muravera la Coppa Italia di Eccellenza, UnioneSarda.it
  20. ^ Cagliari, l'ex Luis Oliveira premiato dalla LND, corrieredellosport.it, 8 marzo 2013. URL consultato il 5 maggio 2013.


Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Carmelo Gennaro. Catania, un bomber globetrotter. La Sicilia, 24 settembre 2002, 33.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

  • (DEENIT) Luís Oliveira in Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.







Creative Commons License