Luca Ridolfucci Gentili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luca Ridolfucci Gentili
cardinale di Santa Romana Chiesa
CardinalCoA PioM.svg
Nato a Camerino
Creato cardinale 18 settembre 1378 da papa Urbano VI
Deceduto 18 gennaio 1389, Perugia

Luca Ridolfucci Gentili (Camerino, ... – Perugia, 18 gennaio 1389) è stato un cardinale e vescovo cattolico italiano.

La formazionemodifica | modifica sorgente

Nacque a Camerino e fu il primo importante membro della famiglia Gentili e spesso viene indicato come Luca Ridolfucci Gentili.

Ottenne il dottorato in diritto canonico, fu un giuriconsulto particolarmente abile e arcidiacono di Camerino.

Il cursus honorummodifica | modifica sorgente

Il 21 luglio 1363 venne eletto vescovo di Nocera Umbra e il 21 dicembre dello stesso anno il cardinale Gil Álvarez de Albornoz, vescovo di Sabina e legato pontificio, lo consacrò tale nella chiesa francescana di Ancona. Nel 1378 divenne vicario di papa Gregorio XI.

Il 18 settembre 1378, fu creato cardinale del titolo di San Sisto che mantenne fino alla morte. Dal 1380 al 1388 fu Governatore del Ducato di Spoleto e nel 1386 fu l'artefice della pace a Todi[1].

Morì a Perugia il 18 gennaio 1389, ma il suo corpo fu trasferito a Camerino e venne sepolto nella Cattedrale dove ancora è presente l'epitaffio alla memoria dedicato[2].

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Notizie tratte da Gaetano Moroni, “Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica da San Pietro ai giorni nostri.”, vol. XCIX, Venezia 1860, pp. 90, 94
  2. ^ Notizie tratte da Lorenzo Cardella, Memorie storiche de' cardinali della Santa Romana Chiesa, tomo II, Roma, 1793, p. 279

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Fontimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License