Luciano Forni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
on. Luciano Forni
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Luogo nascita Asso
Data nascita 7 febbraio 1935
Professione insegnante
Partito Democrazia Cristiana
Legislatura VII
Incarichi parlamentari

Segretario della Commissione Igiene e Sanità Pubblica

Bandiera italiana
Parlamento italiano
Senato della Repubblica
Partito Democrazia Cristiana
Legislatura VIII

Luciano Forni (Asso, 7 febbraio 1935) è un politico italiano.

Proveniente da una famiglia cattolica economicamente modesta, ha svolto le professioni di maestro elementare e di direttore didattico.

Ha militato a lungo nelle file della sezione comasca della Democrazia Cristiana, ricoprendo anche la carica di segretario provinciale. Sono state numerose le cariche istituzionali ricoperte, tra cui consigliere comunale per diverse volte a Como, assessore a Como, assessore alla Provincia di Como; ha poi presieduto l'ASSL di Como.

Il 6 ottobre 1976 diventò deputato della VII Legislatura della Repubblica Italiana, dopo esser stato eletto il 30 giugno a Como nelle liste della Democrazia Cristiana. Nella Camera dei Deputati fece parte della commissione sanità e firmò la legge della riforma sanitaria del 1978, che è ancora alla base del sistema sanitario italiano. Dopo il termine del mandato nel 1979, venne poi eletto senatore nell'VIII Legislatura della Repubblica Italiana, sempre con la Democrazia Cristiana. Nel 1979 è stato vicepresidente della commissione sanità del Senato. È stato inoltre componente della commissione d'inchiesta sul rapimento dell'on. Moro e sul terrorismo dal 1981 al 1983. Sempre dal 1981 al 1983 è stato componente della commissione anti mafia.

Dopo lo scioglimento della Democrazia Cristiana nel 1994, ha collaborato alla fondazione del Partito Popolare Italiano e successivamente di Democrazia è Libertà - La Margherita.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License