Luciano Gottardo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luciano Gottardo
1940
Nato a Padova
Dati militari
Paese servito Flag of Italy.svg Repubblica Italiana
Forza armata Carabinieri
Arma Carabinieri
Anni di servizio 1961 - 2006
Grado Carabinieri-OF-9a.svg Generale di Corpo d'Armata

senza fonte

voci di militari presenti su Wikipedia

Luciano Gottardo (Padova, 1940) è un generale italiano, comandante generale dell'Arma dei Carabinieri dal 6 maggio 2004 al 5 luglio 2006.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Laureato in scienze strategiche e in sicurezza interna, entra nei carabinieri, come sottotenente di complemento, nel 1961. Nel 1963 diventa comandante di plotone del 13esimo Battaglione Friuli-Venezia Giulia. Dal 1963 al 1966 è comandante della compagnia di Roccella Ionica, in Calabria.

Dal 1966 al 1970 presta servizio presso lo Stato Maggiore della Marina a Roma e nel 1970 viene ammesso alla scuola di guerra di Civitavecchia. Dal 1973 al 1976 lavora a Milano come comandante della Compagnia di Porta Monforte.

Viene poi destinato al Comando Generale dell'Arma, nell'incarico di capo sezione prima, di capo ufficio personale ufficiali poi e infine, dal 1984 al 1987, di comandante del Gruppo CC di Genova. Dal 1988 al 1989 passa al comando dell' 8º battaglione CC Lazio, per approdare subito dopo al comando generale dell'Arma nell'incarico di capo ufficio logistico e capo del 4º reparto.

Nel novembre del 1992 Gottardo diventa per due anni vicecomandante della Legione Carabinieri Lombardia a Milano. Sono seguiti: il comando della Legione Carabinieri Marche ad Ancona (dal 1994 al 1996), quello della Scuola Ufficiali Carabinieri (dal 1996 al 1999), l'ufficio di coordinamento presso il Ministero dell'Interno (dal 1999 al 2001) e il comando della Divisione unità mobili CC (dal 2001 al 2002).

Il 6 maggio 2004, Gottardo prende il posto di Guido Bellini e diventa il primo Comandante Generale proveniente dai carabinieri, incarico che ricopre fino al 6 luglio 2006; il suo successore, fino al luglio 2009, è stato il Gen. Gianfrancesco Siazzu

Onorificenzemodifica | modifica sorgente

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 10 maggio 2004[1]
Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 27 dicembre 1994[2]
Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 2 giugno 1993[3]
Medaglia Mauriziana al Merito di 10 lustri di Carriera Militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia Mauriziana al Merito di 10 lustri di Carriera Militare
Medaglia d'oro al merito della Croce Rossa Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al merito della Croce Rossa Italiana
Medaglia al merito di lungo comando nell'esercito (20 anni) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia al merito di lungo comando nell'esercito (20 anni)
Croce d'oro per anzianità di servizio (ufficiali e sottufficiali, 40 anni) - nastrino per uniforme ordinaria Croce d'oro per anzianità di servizio (ufficiali e sottufficiali, 40 anni)
Croce dell'Ordine Pro merito Melitensi, classe militare - nastrino per uniforme ordinaria Croce dell'Ordine Pro merito Melitensi, classe militare
Cavaliere dell'Ordine di San Silvestro Papa - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di San Silvestro Papa
Cavaliere del Sacro Ordine Costantiniano di San Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere del Sacro Ordine Costantiniano di San Giorgio
Cavaliere dell'Ordine equestre di Sant'Agata (Repubblica di San Marino) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine equestre di Sant'Agata (Repubblica di San Marino)
Distintivo di merito per ufficiale che ha conseguito un master - nastrino per uniforme ordinaria Distintivo di merito per ufficiale che ha conseguito un master
Distintivo di merito per il Corso Superiore di Stato Maggiore - nastrino per uniforme ordinaria Distintivo di merito per il Corso Superiore di Stato Maggiore

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  2. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  3. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
Predecessore Comandante generale dell'Arma dei Carabinieri Successore Flag of the commanding general of the Carabinieri.svg
Guido Bellini 6 maggio 2004 - 5 luglio 2006 Gianfranco Siazzu







Creative Commons License