Lucio Acilio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lucio Acilio, soprannominato Sapiens[1] (in latino Lucius Acilius; ... – ...), è stato un giurista romano vissuto nel secondo secolo a.C..

Fu uno dei commentatori delle leggi delle dodici tavole.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Marco Tullio Cicerone, Laelius de amicitia, VI: «scimus L. Acilium apud patres nostros appellatum esse sapientem»

Voci correlatemodifica | modifica sorgente








Creative Commons License