LudicaMente Mantova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

LudicaMente era un evento fieristico annuale tenuto a Mantova, dedicato al "gioco non tecnologico". La manifestazione aveva lo scopo di divulgare la cultura del gioco non legato all’utilizzo di mezzi tecnologici, come computer o strumenti elettronici.

La prima edizione risale al 2003: l'evento era promosso dal Comitato Organizzatore della Fiera del Gioco non Tecnologico, ed era patrocinato dal comune[1] e dalla provincia di Mantova[2]. La manifestazione si rivolgeva sia ad un pubblico generalista, con aree di gioco libero per provare i giochi presentati e tornei, sia al pubblico degli sviluppatori di giochi, con un'area per i giochi autoprodotti (presente dal 2003 e organizzata da Angelo Porazzi) e una area espositiva di vendita. Vi erano anche iniziative di gioco gestite assieme ad altre associazioni ludiche italiane.

I giochi protagonisti della manifestazione potevano essere ricondotti a due filoni principali: il "gioco di strada" e il "gioco di società". Il primo aveva luogo nel centro storico di Mantova, il secondo a partire dalla sesta edizione trovò posto nel PalaBam, palazzetto dello Sport e Centro Polifunzionale Fieristico di Mantova. L'ultima edizione del 2008 raccolse circa 30 000 visitatori[1].


Giochimodifica | modifica sorgente

I seguenti generi erano tra quelli più rappresentati alla manifestazione:

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b Andrea Bettini,A Mantova la festa dei giochi ma senza console né computer, la Repubblica, 27-04-2007
  2. ^ Luca Angelini, Videogame spenti, i giochi tornano in piazza, Corriere della Sera, pag. 45, 25-04-2003







Creative Commons License