Luigi Liberato Buonvino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Luigi Liberato Torino Buonvino (Canosa di Puglia, 16 luglio 1893Canosa di Puglia, 21 agosto 1961) è stato un pittore italiano. Luigi Liberato Torino nasce a Canosa di Puglia il 16 luglio del 1893 da Michele Buonvino, muratore e capo mastro, e Maria Bevilacqua. La prima formazione di Luigi avviene alla scuola d’arte di Monopoli; una scuola d’arte e mestieri. Nel 1913 Luigi è in Libia. Dopo aver partecipato alla Grande Guerra, Luigi è a Napoli dove ha modo di frequentare l’Accademia di Belle Arti sotto la guida di Tommaso Celentano e Vincenzo Gemito, ricevendo da quest’ultimo parole di apprezzamento. È documentato un Viaggio di studio in Francia, sicuramente a Cannes, nel 1926. Probabilmente fin dai primi anni del '30 ma con certezza dal 1935 Luigi si trova a Bella, costretto dal confino politico; il 4 ottobre del 1954 è nuovamente presente nei registri anagrafici di Canosa. Luigi muore, cadendo dall’impalcatura degli affreschi che sta realizzando, il 21 agosto del 1961 a Canosa.


OPERE (Fatta eccezione per il dipinto della Scuola Mazzini di Canosa, tutte le altre opere sono di proprietà privata)


Attività giovanile Ritratto di uomo maturo (Libia 1913), Ritratto del pittore Prisciandaro (1914), Ritratto di donna realizzato (Napoli 1916), Autoritratto in divisa militare [1916 ca.], l’Uomo della courvet (1917), e il ritratto di un Prigioniero austriaco (1918), Studio di capre (1922), il bozzetto Dopo la rissa (1923), Il covone (1926).


Attività a Bella Vedute campestri (1932, 1934), Paesaggio con pozzo (1936), Interno con camino (1935), Gallo (Basilicata 1936), i due Pulcini (Bella 1936), studio di Garofani (Lucania 1936), Mandorli [1936 ca.], rami di Malva (Bosco di S. Croce 1939), Papaveri e Margherite (Bella 1944), Gigli (Bella 1944), studio di Legumi (1941), studio di Piante palustri (1941), il Boccale con papaveri [1944 ca] e la Madonna con Gesù Bambino copia da Morelli (1944), lo Studio di Melograni [1950-54], sguardo su Bella [1930-50], la veduta del Vulture [1930-50], la Veduta con spuntone di pietra [1950]. Attività perduta nella Parrocchia di Santa Maria Assunta a Bella (documentata nei registri parrocchiali 1931-1939).

Attività in San Marco in Lamis Attività perduta nella parrocchia di Maria Santissima Addolorata a San Marco in Lamis, sede dell’Arciconfraternita dell’Addolorata (documentata nei registri parrocchiali 1956).


Attività a Canosa Decorazione del Palazzetto Maddalena alla Passione [1955 ca.], del Palazzetto Caporale [1955 ca.], del Bar Iacobone (1955), di Casa Mele in corso San Sabino, di cui si conserva unicamente un disegno preparatorio. Sono da datarsi in questi stessi anni la Veduta con trullo, la Veduta di Canne della Battaglia [1955 ca.], la Veduta di campagna con mandorlo in fiore [1955 ca.], la Veduta di Canosa tra due alberi (1955), la Veduta di Canosa con tacchini [1955 ca.], le Greggi di ritorno (1955), lo Studio di grano maturo (Tavoliere delle Puglie 1957). Decora una sala della scuola Mazzini (1960) e la cappella della Madonna della Fonte nella chiesa cattedrale di San Sabino di Canosa (1960-1961).


BIBLIOGRAFIA Allgemeines Künstlerlexikon - Internationale Künstlerdatenbank. The Artists of the World. International Database of Artists. CD-Rom Edition, K. G. Saur Verlag 2006; Comanducci. Dizionario universale – universal dictionary, http://www.comanducci.it/; C. Donadei, Artisti critici e collezionisti, Roma 1969; G. Falossi (a cura di), La scuola napoletana e i pittori dell’800 meridionale, Milano 1983, p.18; G. Falossi (a cura di), I pittori italiani dell'Ottocento : quotazioni e prezzi di tutti i Pittori nati in Italia dal 1800 al 1899, Milano s.d., p. 105; A. Sica, Ricordo di Luigi Liberato Buonvino, in “Il Campanile”, Canosa 2007; G. Di Nunno (a cura di), Calendario 2007, in “Il Campanile”, Canosa 2007; F. M. D’Agnelli, Luigi Liberato Torino Buonvino (Canosa 16/07/1893-21/08/1961): contributo alla conoscenza di un pittore di sicuro talento e grande sfortuna, in “Canosa Ricerche Storiche 2008”, Convegno di Studi, 15-17 febbraio 2008, a cura di L. Bertoldi Lenoci, Fasano 2008, p. 479-520; F. M. D’Agnelli, Formazione, attività e catalogo del pittore pugliese Luigi Buonvino (Canosa, 1893-1961), in “i Beni Culturali”, n.2, XX (2012), pp.50-56.









Creative Commons License