Marcello Geppetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Marcello Geppetti (Rieti, 1933Roma, 1998) è stato un fotografo italiano. È stato tra i principali fotografi italiani del Novecento.

"Il fotografo più sottovalutato della storia"modifica | modifica sorgente

È così [1] che lo definisce David Schonauer editore di American Photo nel 1997 durante una mostra alla Robert Miller Gallery di New York. Alcuni articoli sul New York Times e sul Newsweek lo paragonano a Henri Cartier-Bresson e Weegee. Due dei suoi scatti (il bacio tra Liz Taylor e Richard Burton e Anita Ekberg che scaglia frecce contro i fotografi) sono state considerate da ARTH 923 tra le 30 immagini più famose della storia tra quelle di Andy Warhol e Cecil Beaton. Nonostante ciò l'archivio di oltre un milione di fotografie di Marcello Geppetti è rimasto in gran parte inesplorato e valorizzato solo per un minima parte del potenziale artistico e culturale tanto da spingere gli eredi a cominciare, nel 2010, un percorso di archiviazione sistematica.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Marcello Geppetti fece i primi passi professionali con l’agenzia Giuliani e Rocca per poi passare successivamente alla Meldolesi-Canestrelli-Bozzer, una tra le più importanti agenzie degli anni ‘50-‘60. E' a quel periodo che risalgono le foto angoscianti e disperate di alcune donne che si lanciano nel vuoto mentre l'Hotel Ambasciatori è in fiamme in via Veneto, al centro di Roma. Furono foto di una tale forza da fare il giro del mondo. Fece parte di quel gruppo di fotografi - di cui lui forse era quello più di assalto -- che ispirerà Federico Fellini a creare la figura del "paparazzo" nel film La dolce vita del 1960. Quando l'attività da dipendente gli diventa stretta Marcello Geppetti comincia a lavorare come free-lance, collaborando strettamente per dieci anni con il Momento Sera, uno tra i più importanti quotidiani dell'epoca. Negli anni della "dolce vita" ha scattato foto che hanno fatto epoca, tra cui il primo nudo di Brigitte Bardot e il bacio galeotto tra Liz Taylor e Richard Burton ma la sua attività fotografica prosegue incessante attraversando la contestazione studentesca e gli anni di piombo. Eppure Marcello Geppetti non perde il gusto della ricerca scattando fotografie di costume ed episodi della vita comune. Le sue fotografie sono stampate su Time Magazine, Life, Vogue, Donna Karan ed esposte in varie gallerie di Roma, Milano, Londra, Lisbona, Sao Paulo, San Pietroburgo, New York, San Francisco, St.Tropez, le sue immagini sono vendute nelle aste di Sotheby's. Nel 2010, per l'anniversario dei 50 anni de La dolce vita, 120 tra le sue immagini più suggestive sono state esposte al Museo del Cinema di Torino.

L'ultimo scatto è del 27 febbraio 1998. Marcello Geppetti aveva scattato e archiviato più di un milione di foto.

Foto celebrimodifica | modifica sorgente

  • Anita Ekberg lancia frecce contro i fotografi , 1961
  • Bacio Tra Liz Taylor e Richard Burton , 1962
  • Brigit Bardot prende il sole nella sua villa sull'appia" 1962
  • John Lennon, 1965

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • "Gli anni della dolce vita" - ed Museo Nazionale del Cinema - 2010 - ISBN 978-88-96469-03-3
  • "The Beatles in Rome 1965" Curato da: Merola A. - ed. Azimut - 2005 ISBN 978-88-6003-008-5
  • (13.11.1959) LaStampa - numero 270
  • (21.10.1960) StampaSera - numero 252
  • (2.07.2010) Repubblica Bologna - Cronaca
  • American Heritage Magazine - "Overrated & Underrated Photographer" BY DAVID SCHONAUER (David Schonauer is the editor in chief of American Photo magazine)
  • (September 22, 1997) Newsweek, "Cutting To The Chase" by Peter Plagens
  • (11 giugno 2004) - Corriere della Sera - Pagina 49 / "«Codice penale» e gli altri, storie eroiche di paparazzi" di Colonnelli Lauretta
  • (01 September 2009) "Caught in the act: the original paparazzi star"/ The Times - Visual Arts

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

  • Sito ufficiale
  • [2] (2010) "Gli anni della dolce vita" Museo Nazionale del Cinema - Fondazione Solares
  • [3] American Heritage Magazine - "Overrated & Underrated Photographer" BY DAVID SCHONAUER (David Schonauer is the editor in chief of American Photo magazine)
  • [4] PEN University (Università della Pensilvania) POP CULTURE, le foto più rappresentative della pop art.
  • [5] (September 22, 1997) Newsweek, "Cutting To The Chase" by Peter Plagens
  • [6](11 giugno 2004) - Corriere della Sera - Pagina 49 / "«Codice penale» e gli altri, storie eroiche di paparazzi" di Colonnelli Lauretta
  • [7] (01 September 2009) "Caught in the act: the original paparazzi star"/ The Times - Visual Arts
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie







Creative Commons License