Marcelo Etchegaray

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marcelo Etchegaray
Dati biografici
Nome Marcelo Edmundo Oscar Etchegaray
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 167[1] cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Ritirato 1966
Carriera
Squadre di club1
1956-1959 Atlanta Atlanta 101 (0)
1960-1964 River Plate River Plate 118 (0)
1965-1966 Argentinos Jrs Argentinos Jrs 50 (0)
Nazionale
1960 Argentina Argentina 5 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Marcelo Edmundo Oscar Etchegaray (La Pampa, 11 febbraio 1935) è un ex calciatore argentino, di ruolo difensore.

Caratteristiche tecnichemodifica | modifica sorgente

Giocava come difensore, ricoprendo il ruolo di terzino sinistro.[2]

Carrieramodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Etchegaray debuttò nella prima squadra dell'Atlanta il 26 maggio 1956, nel corso dell'incontro di seconda divisione con il Temperley.[3] A partire da quella gara divenne titolare fisso, arrivando a disputare 90 partite di campionato consecutive (105 considerando la Copa Suecia), dal 26 maggio 1956 al 13 maggio 1959, stabilendo un primato per il club di Buenos Aires.[3] Nel 1960, dopo aver partecipato al Campionato Panamericano, fu ceduto al River Plate in cambio di Julio Nuin e Domingo Rodríguez.[3] Anche al River fu la prima scelta nel suo ruolo, giocando come terzino sinistro[1] per cinque campionati: con l'arrivo di Roque Ditro ebbe meno spazio, ma quando, nel 1963, il compagno si infortunò, fu nuovamente schierato.[1] Lasciò il River al termine del campionato 1964, firmando per l'Argentinos Juniors. Con quest'ultima società chiuse la carriera nel 1966.

Nazionalemodifica | modifica sorgente

Con la propria selezione nazionale raccolse 5 presenze nel 1960. Debuttò l'8 marzo, durante l'incontro tra Argentina e Costa Rica a La Sabana,[2] incontro valido per il Campionato Panamericano 1960.[4] Nella medesima competizione raccolse altre presenze, contro Messico (10 marzo), Brasile (13 marzo) e nuovamente Costa Rica (15 marzo), ottenendo il trofeo.[4] Giocò l'ultima gara in Nazionale il 25 maggio 1960, contro il Brasile al Monumental di Núñez, nell'ambito della Copa Roca di quell'anno.[4]

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Nazionalemodifica | modifica sorgente

1960

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b c (ES) Poderoso el chiquitín, ESPN, 10 ottobre 2007. URL consultato l'8-6-2011.
  2. ^ a b (EN) Marcelo Edmundo Etchegaray(Marcelo Etchegaray), playerhistory.com. URL consultato l'8-6-2011.
  3. ^ a b c (ES) Edgardo Imas, Llinás y diez más, sentimientobohemio.com.ar, 24 aprile 2011. URL consultato l'8-6-2011.
  4. ^ a b c (EN) J Etchegaray, 11v11.com. URL consultato il 7-6-2011.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • (ES) Diego Estévez; Sergio Lodise, 105. Historia de un siglo rojo y blanco, Ediciones Continente, pp. 268. ISBN 9789507541988.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License