Marco Cugiani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Marco Cugiani (Novara, 22 agosto 1918Milano, 3 febbraio 2003) è stato un docente e matematico italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Iniziò a insegnare nel 1959 Analisi matematica e Calcolo numerico. In seguito insegnò Calcolo numerico prima al Politecnico di Milano e poi all'Università di Milano, promuovendo, sia in didattica, sia in ricerca, l'uso dei metodi probabilistici a complemento di quelli deterministici. Dal 1965 si dedicò alla Teoria dei numeri e poi all'Analisi numerica, sviluppando la conoscenza dell'informatica in Italia[1]. Pubblicò i risultati delle sue ricerche in numerosi articoli, 53 dei quali sono stati recensiti da MathSciNet. Fu preside della facoltà di scienze matematiche fisiche e naturali dell'università di Milano dal 1977 al 1980. Fu tra i fondatori e il primo direttore dell'Istituto per le applicazioni della Matematica e dell'Informatica (IAMI) del CNR, ora confluito nell'IMATI. Il 2 giugno 1982 venne insignito del titolo di Commendatore della Repubblica Italiana[2].

Si è dedicato anche alla divulgazione, con La matematica: Che cos'è e a che cosa serve (ERI, 1968).

Opere (elenco incompleto)modifica | modifica sorgente

  • Su alcune recenti ricerche intorno alle differenze fra numeri primi consecutivi, Zanichelli, 1962
  • Metodi dell'analisi numerica, UTET, 1977
  • Metodi numerico-statistici, UTET, 1980
  • Analisi diofantea lineare ed applicazioni
  • Introduzione all'analisi computazionale, UTET Università, 1991
  • Lezioni di analisi algebrica: appunti ad uso degli studenti
  • Una introduzione ai metodi di simulazione.

Riferimenti esternimodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Pierpaolo Degano, Rocco de Nicola, José Meseguer 2008
  2. ^ Presidenza Repubblica

Controllo di autorità VIAF: 8680301 LCCN: n80040619








Creative Commons License