Marco Marchionni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marco Marchionni
Marco Marchionni.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 175 cm
Peso 66 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Parma Parma
Carriera
Giovanili
1995-1997 Monterotondo Monterotondo
Squadre di club1
1997-1998 Monterotondo Monterotondo 29 (4)
1998-2001 Empoli Empoli 55 (7)
2001-2003 Parma Parma 25 (0)
2003 Piacenza Piacenza 16 (1)
2003-2006 Parma Parma 87 (13)
2006-2009 Juventus Juventus 63 (3)
2009-2012 Fiorentina Fiorentina 60 (7)
2012- Parma Parma 56 (2)
Nazionale
2000-2002
2003-2009
Italia Italia U-21
Italia Italia
18 (2)
6 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 gennaio 2014

Marco Marchionni (Monterotondo, 22 luglio 1980) è un calciatore italiano, centrocampista del Parma.

Caratteristiche tecnichemodifica | modifica sorgente

Gioca solitamente come esterno offensivo,[1] ruolo in cui può sfruttare la sua abilità nel dribbling e nel cross.[2] Nel finale di carriera viene anche impiegato come mezzala o interno di centrocampo[3][4].

Carrieramodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Gli esordi e l'Empolimodifica | modifica sorgente

All'età di 15 anni viene ingaggiato dal Monterotondo[5], con cui esordisce nel Campionato Nazionale Dilettanti 1998-1999, realizzando 4 reti in 29 presenze. Viene notato da un osservatore dell'Empoli, che lo acquista a giugno e lo fa debuttare in serie A nella stagione 1998-1999 in Roma-Empoli 1-1 il 31 gennaio 1999. Alla fine della stagione la squadra retrocede in Serie B.

Nelle stagioni successive trascorse nel campionato cadetto (1999-2000 e 2000-2001) l'allenatore Silvio Baldini lo trasforma da seconda punta a esterno d'attacco[5], e colleziona 54 presenze e 7 reti. Nel 2000 vince il Torneo di Viareggio con la formazione Primavera degli azzurri toscani[6].

Parmamodifica | modifica sorgente

Nella stagione 2001-2002 viene acquistato inizialmente dalla Fiorentina, per 10 miliardi di lire[7]; tuttavia l'accordo viene annullato, a causa della crisi finanziaria dei viola[8]. Passa quindi in comproprietà al Parma[9].

Nella prima annata con i ducali viene impiegato come rincalzo dall'allenatore Renzo Ulivieri[10], e a fine stagione conquista la Coppa Italia. Nella stagione 2002-2003, dopo un inizio ancora da riserva[11] viene ceduto in prestito a gennaio al Piacenza: con la maglia biancorossa non incide, realizzando un unico gol in 16 partite[12], e a fine stagione la squadra retrocede.

Tornato al Parma in una situazione difficile, dovuta al fallimento della Parmalat, riesce a trovare un posto da titolare e dopo una stagione in cui totalizza 5 reti in 32 partite conquista il quinto posto e, nel novembre 2003, anche la prima convocazione in Nazionale[5][13].

Nella stagione 2004-2005 il nuovo allenatore è Silvio Baldini che lo aveva già allenato all'Empoli; il tecnico verrà poi esonerato. Marchionni è confermato titolare, tuttavia subisce un grave infortunio al menisco che lo ferma per alcuni mesi, tra la fine della stagione e l'inizio della successiva[5][14]. Riconfermato per la stagione 2005-2006, contribuisce alla salvezza del Parma, ottenendo anche la pre-convocazione in Nazionale in vista del Mondiale 2006 in Germania[15].

Juventusmodifica | modifica sorgente

Nell'estate 2006 passa a parametro zero alla Juventus[16], a seguito della mancata richiesta di rinnovo durante l'infortunio da parte del Parma, accettando di giocare anche in Serie B. La sua prima rete in bianconero arriva il 14 aprile 2007 in Lecce-Juventus 1-3.

Tornato in Serie A con la Juventus nella stagione 2007-2008 subisce molti infortuni: il 2 agosto, durante la tournée in Inghilterra si procura una distorsione dell'avampiede sinistro che causa una frattura incompleta del 5° osso metatarsale[17]. Lo stop è di tre mesi[18] ed al suo rientro, il 25 novembre nella gara contro il Palermo vinta dai bianconeri per 5-0, entra in campo a metà ripresa e dopo pochi minuti segna il gol del provvisorio 4-0, il suo primo con la maglia della Juventus in Serie A. Un ulteriore infortunio, patito il 24 gennaio in Coppa Italia contro l'Inter, fa temere una nuova frattura allo stesso piede, che fortunatamente si rivela essere solo una distorsione al mesopiede con una prognosi di 25/30 giorni[19]. Nella sua seconda stagione torinese gioca in totale 14 gare tra Campionato e Coppa Italia, realizzando due reti.

Nella stagione 2008-2009 ritorna in campo il 14 settembre nella partita con l'Udinese e diventa titolare in seguito all'infortunio di Camoranesi, sia in campionato, dove realizza un gol contro la Roma, sia nella doppia sfida di Champions League con il Real Madrid (esordendo inoltre in questa competizione).

Fiorentinamodifica | modifica sorgente

Marchionni con la maglia della Fiorentina

Il 15 luglio 2009 viene acquistato dalla Fiorentina[20] per 4,5 milioni di euro nell'ambito dell'operazione che porta Felipe Melo alla Juventus.

Segna il suo primo gol con la maglia viola nella partita Genoa-Fiorentina del 28 ottobre 2009, terminata 2-1 in favore dei Grifoni. Va a segno anche contro la Juventus nella partita di ritorno disputata al Franchi terminata 2-1 per i bianconeri.

Nella stagione 2011-2012 viene messo ai margini della rosa dall'allenatore Sinisa Mihajlovic, sotto la cui conduzione colleziona una sola presenza. La sostituzione in panchina con Delio Rossi a campionato in corso riporta Marchionni nella lista dei giocatori utilizzati.

A fine stagione non gli viene rinnovato il contratto e rimane svincolato[21][22].

Il ritorno al Parmamodifica | modifica sorgente

Il 14 settembre 2012 viene ingaggiato dal Parma, con cui firma un contratto annuale.[23] Ritorna ad indossare la maglia crociata al Tardini dopo 6 anni esordendo dal primo minuto in occasione della vittoria del Parma ai danni della Sampdoria. Il 18 novembre 2012 realizza la prima rete del suo ritorno in maglia crociata in occasione di Udinese-Parma, terminata poi 2-2.

Nazionalemodifica | modifica sorgente

Ha giocato titolare nell'Under 21 nel biennio 2000-2002 sotto la guida di Claudio Gentile. Esordisce in Nazionale maggiore il 12 novembre 2003 nella gara persa contro la Polonia 3-1, sotto la guida di Giovanni Trapattoni. Da Marcello Lippi invece, viene convocato come riserva per il Mondiale 2006 in Germania[15], ma non ha preso successivamente parte al torneo. Il 30 agosto 2009 viene convocato nuovamente da Lippi dopo 3 anni, prendendo parte alle sfide contro Bulgaria e Georgia.

Statistichemodifica | modifica sorgente

Presenze e reti nei clubmodifica | modifica sorgente

Statistiche aggiornate all'8 gennaio 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1997-1998 Italia Monterotondo CND 29 4 CI-D - - - - - - - - 29 4
1998-1999 Italia Empoli A 1 0 CI 0 0 - - - - - - 1 0
1999-2000 B 19 2 CI 4 1 - - - - - - 23 3
2000-2001 B 35 3 CI 1 0 - - - - - - 36 3
Totale Empoli 55 5 5 1 - - - - 60 6
2001-2002 Italia Parma A 20 0 CI 3 2 CU 8 1 - - - 31 3
2002-gen. 2003 A 5 0 CI 3 0 CU 0 0 - - - 8 0
gen.-giu. 2003 Italia Piacenza A 16 1 CI - - - - - - - - 16 1
2003-2004 Italia Parma A 32 5 CI 0 0 CU 3 1 - - - 34 6
2004-2005 A 24 4 CI 1 0 CU 7 2 - - - 32 6
2005-2006 A 31 4 CI 0 0 - - - - - - 31 4
2006-2007 Italia Juventus B 25 1 CI 3 1 - - - - - - 28 2
2007-2008 A 11 1 CI 3 1 - - - - - - 14 2
2008-2009 A 27 1 CI 4 2 UCL 5 0 - - - 36 3
Totale Juventus 63 3 10 4 5 0 - - 78 7
2009-2010 Italia Fiorentina A 28 6 CI 1 0 UCL 6 1 - - - 35 7
2010-2011 A 24 1 CI 2 1 - - - - 26 2
2011-2012 A 8 0 CI 0 0 - - - - 8 0
Totale Fiorentina 60 7 3 1 6 1 - - 69 9
set. 2012-2013 Italia Parma A 28 1 CI 1 0 - - - - - - 29 1
2013-2014 A 28 1 CI 1 0 - - - - - - 25 1
Totale Parma 168 15 9 2 18 4 - - 195 21
Totale 391 35 27 8 29 5 - - 447 48

Cronologia presenze e reti in Nazionalemodifica | modifica sorgente

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Competizioni nazionalimodifica | modifica sorgente

Empoli: 2000
Parma: 2001-2002
Juventus: 2006-2007

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Luca Bargellini, Udinese, occhi puntati su Felipe e Marchionni in Tuttomercatoweb.com, 14 dicembre 2011. URL consultato il 9 marzo 2012.
  2. ^ Finalmente si punta sui vivai La Repubblica, 7 marzo 2001, pag.57
  3. ^ Parma, conferme per Marchionni mezzala Calcionews24.com
  4. ^ Donadoni: "Buona interpretazione del nuovo schema" Parmadaily.it
  5. ^ a b c d Gli eroi in bianconero: Marco MARCHIONNI Tifobianconero.it
  6. ^ (EN) Coppa Carnevale - Torneo Internazionale Giovanile di Viareggio Rsssf.com
  7. ^ Chiuso anche l' affare Marchionni, Toldo firma lunedì La Repubblica, 15 giugno 2001
  8. ^ Fiorentina, quattro mosse per evitare il fallimento La Repubblica, 9 luglio 2001
  9. ^ Fabrizio Corsi racconta una stagione fantastica, La Repubblica, 12 marzo 2002
  10. ^ Il Parma dei giovani ispirato da Nakata La Repubblica, 28 settembre 2001, pag.54
  11. ^ Arriva subito Miccoli se Salas va in Spagna La Repubblica, 28 dicembre 2002, pag.45
  12. ^ Meteore e bidoni: Marchionni Storiapiacenza1919.it
  13. ^ Gli azzurri ko La Repubblica, 13 novembre 2003, pag.50
  14. ^ Le altre trattative La Repubblica, 5 luglio 2005
  15. ^ a b Si ricomincia da Buffon E Iaquinta supera Lucarelli La Repubblica, 16 maggio 2006, pag.58
  16. ^ Capello, la super Juve e il Real Quante sciocchezze su di me La Repubblica, 26 gennaio 2006, pag.54
  17. ^ Juventus, infortunio per Marchionni Tuttomercatoweb.it URL consultato il 24 maggio 2008.
  18. ^ Marchionni fuori tre mesi Newscontrol.repubblica.it URL consultato il 24 maggio 2008.
  19. ^ Juve, Marchionni un mese fuori. www.corrieredellosport.it.URL consultato il 24 maggio 2008.
  20. ^ Acquisito Marco Marchionni it.violachannel.tv
  21. ^ Parma o Udinese: ecco quale sarà il futuro dello svincolato Marchionni Fiorentina.it
  22. ^ Da Alex a Zambrotta: gli svincolati sportmediaset.mediaset.it
  23. ^ Marco Marchionni torna al Parma fcparma.com

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License