Marija Michajlovna Romanova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marija Michajlovna Romanova

Marija Michajlovna Romanova (Mosca, 9 marzo 1825Vienna, 19 novembre 1846) è stata una nobile russa, col titolo di granduchessa.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Marija era la primogenita del Granduca Michail Pavlovič Romanov e di sua moglie, la Principessa Carlotta di Württemberg. La sua educazione e la sua istruzione furono attentamente seguite dalla madre. Il Granduca non aveva avuto alcun maschio, ma ciò nonostante non rinunciò a mostrare alle figlie parate e manovre militari, affermando che una di loro avrebbe comandato un reggimento di cavalleria. Egli insegnò loro perfino le arti della cavalleria e della fanteria. Di salute più fragile delle sue sorelle, prossima ai vent'anni Marija cominciò a mostrare i primi segni della malattia che l'avrebbe condotta alla tomba. Ma le persone del suo seguito non rilevarono il minimo segno al riguardo. Accompagnata dalle due figlie Marija ed Elisaveta, la Granduchessa Elena Pavlovna (questo il nome assunto Carlotta dopo la sua conversione all'ortodossia) visitò le Corti Europee, alla ricerca di possibili sposi per le due Principesse. Dopo alcuni soggiorni in alcune Capitali Europee, Elena Pavlovna e le sue figlie giunsero a Vienna. Proprio a Vienna Marija si spense tra le braccia del padre, colpita da tisi galoppante il 19 novembre 1846. Venne sepolta nella Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo di San Pietroburgo. La madre, distrutta dal dolore, non riuscì ad accompagnare la figlia nella sua ultima dimora. In memoria delle figlie Marija ed Elisaveta, quest'ultima morta di parto il 28 gennaio 1845 a Wiesbaden, la loro madre fece edificare l'ospedale e l'orfanotrofio Elisaveta e Marija a San Pietroburgo ed a Pavlovsk.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • E.V. Ptchelov : Romanov. L'Histoire de la dynastie M: OLMA-PRESS. 2004







Creative Commons License