Mario Romagnoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mario Romagnoli (Lucca, 4 febbraio 1897Pistoia, 18 dicembre 1960) è stato un radiologo e militare italiano.

Laureato in Medicina e chirurgia all'Università di Firenze, si specializzò poi in Ostetricia e ginecologia a Berlino e fece pratica a Parigi. Nel 1923 divenne aiuto-chirurgo a Viareggio, dove fondò un Consultorio per la maternità e l'infanzia e un Istituto radiologico.

Nel 1927 divenne primario radiologo e aiuto-chirurgo all'ospedale del Ceppo di Pistoia: anche qui istituì un Consultorio per la maternità e l'infanzia e un Istituto radiologico; quest'ultimo divenne uno dei più prestigiosi della Toscana.

Diede notevoli contributi allo studio della radiologia, pur consapevole che la continua esposizione alle radiazioni gli sarebbero state letali.

Si distinse anche come militare: inquadrato 3º Reggimento bersaglieri, partecipò ai due conflitti mondiali meritandosi vari riconoscimenti al valor militare.

Onorificenzemodifica | modifica sorgente

Croce di guerra al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Croce di guerra al valor militare
Medaglia di bronzo al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia di bronzo al valor militare
Medaglia di bronzo al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia di bronzo al valor militare
Medaglia d'argento al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'argento al valor militare
Medaglia d'oro al valor civile - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al valor civile
«Consapevole della sua alta missione, si faceva promotore, in ogni campo della medicina sociale, delle più nobili iniziative. Malgrado le gravi lesioni riportate nella sua attività di radiologo, dopo aver sopportato con ammirevole stoicismo vari interventi chirurgici, riprendeva la sua fervida opera, sprezzante del rischio cui con tranquilla coscienza continuava ad esporsi. Neppure l'amputazione del braccio sinistro, dovuta al progredire della infezione, lo induceva ad abbandonare il proprio compito: ammirevole esempio di umana solidarietà e di eroica abnegazione[1].»
— Pistoia, 2 maggio 1957

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Medaglia d'oro al valor civile Romagnoli Mario, Quirinale. URL consultato l'11 giugno 2012.







Creative Commons License