Martin Kippenberger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Martin Kippenberger (Dortmund, 25 febbraio 1953Vienna, 7 marzo 1997) è stato un artista tedesco noto per la sua prolifica attivita' in diversi stili e con diverse tecniche artistiche.

Noto al grande pubblico per il suo carattere provocatorio, satirico e allo stesso tempo giocoso.[1]

Kippenberger è stato "riconosciuto come uno dei più talentuosi artisti tedeschi della sua generazione," secondo Roberta Smith del New York Times. La sua reputazione artistica e la sua influenza sono via via aumentate dopo la sua scomparsa (1997). Le sue opere sono state tema di diverse esposizioni retrospettive, tra cui una al Tate Modern nel 2006 e nel 2008 al Museum of Contemporary Art di Los Angeles. La stessa esposizione è stata ripetuta nel 2009 al Museum of Modern Art di New York.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Sean O'Hagan on Martin Kippenberger | Art and design | The Observer

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 100911773 LCCN: n81001245

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie







Creative Commons License