Massimo Gorla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
on. Massimo Gorla
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Luogo nascita Milano
Data nascita 1933
Data morte 20 gennaio 2004
Titolo di studio Laurea in Architettura
Partito Democrazia Proletaria
Legislatura VII, IX Legislatura
Gruppo Democrazia Proletaria

Massimo Gorla (Milano, 193320 gennaio 2004) è stato un politico italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Si era iscritto al PSI nel 1953. Nel 1957 entra in contatto coi Gruppi Comunisti Rivoluzionari (GCR), a cui aderì poco dopo, diventandone quasi subito un quadro dirigente sul piano nazionale e internazionale. In seguito divenne responsabile nella segreteria dei GCR del lavoro nel PCI, dove lui e altri membri della Quarta Internazionale erano entrati negli anni cinquanta praticando la tattica dell'entrismo. A livello internazionale partecipò ai lavori dell’esecutivo e del Segretariato della Quarta Internazionale. Con il Sessantotto abbandonò il PCI e i GCR, partecipando poi alla fondazione di una nuova organizzazione: Avanguardia Operaia di cui divenne uno dei principali dirigenti nazionali. Nel 1976 è eletto Deputato nel cartello elettorale di Democrazia Proletaria, appoggiato da quasi tutti i gruppi della nuova sinistra, compresa AO. Viene rieletto deputato nel 1983. Nel frattempo partecipa al processo della creazione di Democrazia Proletaria come partito, con la fusione tra AO e la minoranza del PdUP per il comunismo. Nel 1989 quando DP deciderà di sciogliersi per dare vita, assieme alla sinistra del PCI, a Rifondazione Comunista, Gorla si opporrà e deciderà di abbandonare l'attivismo politico.

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie







Creative Commons License