Matetica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La matetica è la scienza dell'apprendimento. Il termine fu coniato da Comenius (Johan Amos Komenskẏ) (1592–1670) nel suo lavoro Spicilegium didacticum, pubblicato nel 1680. Egli definiva la matetica come l'opposto della didattica intesa come scienza dell'insegnamento. La matetica considera e utilizza i risultati di interesse attuale dalla psicologia pedagogica, alla neurofisiologia e all'informatica.

Seymour Papert del MIT, matematico, educatore e autore, spiega la logica alla base del termine matetica (in Papert, Seymour 1993 cap. 5). La parola, secondo Papert, ha origine dal termine greco, mathēmatikos, che significa "disposto ad imparare". Egli sentiva che questa parola (o una simile) sarebbe diventata parte integrante del vocabolario sull'educazione come i termini pedagogia o progettazione didattica.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Papert, Seymour. The Children Machine. Rethinking School in the Age of the Computer. Basic Books, New York (1993).
  • Mathetics: The technology of education TF Gilbert – Journal of Mathetics, 1962

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License