Mauro Casini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mauro Casini (Orentano, 22 marzo 1921Evanston, 29 novembre 1983) è stato un compositore e direttore d'orchestra italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Si diploma in pianoforte al Conservatorio Boccherini di Lucca nel 1940. Appena diplomato viene chiamato sotto le armi dove verrà congedato nel 1945. Dopo aver fatto parte di alcune orchestre della zona, forma un proprio quintetto con cui si esibirà soprattutto in Italia, a Montecatini T. (Pt), nei locali "Dancing La Fortuna", "Kursaal", "Le Panteraie" ed in diverse tournée in Svizzera. Dopo aver effettuato l'ultima tournée nel 1962 con il proprio complesso, diventato ormai un ottetto, e rimanendo 9 mesi come attrazione fissa presso il monumentale hotel "Phoenicia" di Beirut (Libano), lascerà momentaneamente le apparizioni "dal vivo", per assumere la direzione artistica del Gruppo Editoriale Guerrini, di Milano (1963). Nel frattempo, trasferitosi a Montecatini Terme (Pt), inizia col 1964 una proficua ed apprezzatissima stagione di successi, esibendosi da qui in poi e fino al 1973, presso "Il Gran Caffè Gambrinus", aperto durante i mesi estivi della stagione termale. È di quegl'anni (1966) l'inizio di collaborazioni come pianista ma, soprattutto, arrangiatore con la RadioRai di Milano. Collaborerà con tutti i programmi radio di Mike Bongiorno: "Ferma la Musica", Supercampionissimo", "Aperto per Ferie", "Mike di Domenica" e di Gino Bramieri "Batto Quattro" . Tale collaborazione terminerà col 1976 quando, accettando l'offerta di divenire il direttore generale per i programmi in lingua italiana trasmessi dai networks radio-tv WCIU e WEEF di Chicago, vi si trasferisce e dove vi morirà, in seguito ad infarto. È sepolto nel suo paese d'origine, Orentano in provincia di Pisa. Mauro Casini si sposò con Milena Civitella, romana e danzatrice classica, nel 1948. Dall'unione sono nati gli unici suoi due figli: Iliano (1952) anch'egli musicista ed Iliana (1953).

Nello stesso periodo Casini inizia a scrivere le prime canzoni, mettendosi in evidenza con Prima sera e Canto all'amore vero; partecipa poi al Festival di Sanremo 1952 con Libro di novelle, cantata da Achille Togliani.

Continua l'attività negli anni successivi, partecipando al Burlamacco d'oro nel 1960 con Donna che non rivedrò, presentata da Rob Nebbia, e al Cantagiro 1966 con ...che tu mi baciassi (su testo scritto dal giornalista Maurizio Seymandi), presentata con successo dalla cantante parmigiana Edda Ollari.

Al Festivalbar 1967 è invece in gara con Ritornerà da me, cantata da Orietta Berti.

Sono depositate alla Siae a nome suo 244 canzoni[1].

Le principali canzoni scritte da Mauro Casinimodifica | modifica sorgente

Anno 1953 Titolo Donnina Sola Autori del testo Autori della musica Interpreti Achille Togliani
1952 Libro di novelle Libero Citi Mauro Casini Achille Togliani
1960 Donna che non rivedrò Amerigo Gomez Mauro Casini e Leonia Speziali Rob Nebbia
1966 ...che tu mi baciassi Senofonte Mauro Casini Edda Ollari
1967 Ritornerà da me Senofonte Mauro Casini Orietta Berti
1967 Quando nella notte Senofonte Mauro Casini Orietta Berti
1967 Dicono Luigi Menegazzi Claudio Cavallaro e Mauro Casini Simeone (il predicatore)

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Archivio Opere Musicali

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Eddy Anselmi, Festival di Sanremo. Almanacco illustrato della canzone italiana, edizioni Panini, Modena, alla voce Mauro Casini







Creative Commons License