Mauro Macario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mauro Macario
Fotografia di Mauro Macario
Nazionalità Italia Italia
Genere Musica d'autore
Periodo di attività 1978 – ?
Etichetta Durium
Album pubblicati 1
Studio 1

Mauro Macario (Santa Margherita Ligure, 21 febbraio 1947) è un regista, scrittore, poeta, e cantautore italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Nato dall'unione fra Erminio Macario e Giulia Dardanelli, dopo aver frequentato la Scuola d'Arte drammatica del Piccolo Teatro (Milano) e al termine di un lungo apprendistato come aiuto regista con Bruno Corbucci si è avviato alla regia cinematografica, poi a quella teatrale, e infine a quella televisiva curando per la Rai programmi di carattere musicale[1].

Regiemodifica | modifica sorgente

Autore teatralemodifica | modifica sorgente

  • Un regolamento di conti atto unico. Compagnia teatrale E. Macario, Teatro Carignano Torino 1972.
  • Sganarello medicosifaperdire commedia buffa in due tempi scritta alla maniera di Molière da M. Macario e C.M.Pensa. Compagnia Macario, Teatro Macario, Torino 1977.
  • Macario, il sogno di una maschera[3] Compagnia "I Passatisti" 2009-2010.
  • Alma Matrix di Léo Ferré, traduzione e adattamento teatrale. Compagnia "I Passatisti" estate teatrale 2011.
  • Pierrot-de Sade: Match dell'anno zero Compagnia Paolo Paoloni, Teatro delle Muse, Roma 1975.
  • Licenza di ridere Compagnia E. Macario, 1977.
  • Picnic al Musiné (dallo spettacolo Da quale mondo vieni?) Compagnia M.Macario-Teatro Erba, Torino 1978.
  • Oplà giochiamo insieme Compagnia Macario, Teatro Macario, Torino 1979.
  • Buonasera con Macario co-autore con Leo Chiosso e Sergio D'Ottavi 1979.
  • Perché si uccidono,soggetto e sceneggiatura.Film 1976.

Biografo del padremodifica | modifica sorgente

Biografo del padre Erminio Macario per il quale ha scritto la biografia dal titolo Macario, un comico caduto dalla luna[4], che ripercorre la vita dell'artista dalla nascita in una mansarda di Porta Palazzo a Torino, fino al successo sui palcoscenici internazionali, ha dedicato nel 2004 uno specifico romanzo di ispirazione autobiografica al mondo della rivista: Ballerina di fila. In esso viene descritto con dovizia di particolari, attorno ad una vicenda amorosa tra un giovane attore e una disinibita ballerina nordica, il mondo del Varietà, da lui frequentato quando era adolescente negli anni Sessanta. È del novembre 2007 una nuova rivisitazione biografica più privata dal titolo Macario, mio padre.

La poesia e la musicamodifica | modifica sorgente

Come poeta ha partecipato a numerose edizioni del Festival Internazionale di Poesia di Genova e in altre Rassegne analoghe sia in Italia che all'estero, soprattutto in Francia, sua terra d'elezione. Dal 2003 collabora stabilmente con Gianluigi Cavaliere[5] leader di Chantango, ensemble musicale italiano con cui approfondisce il binomio poesia e musica in uno spettacolo denominato Tangando i poeti e in un recital dedicato a Léo Ferré[6] intitolato Ni Dieu Ni Maitre. Nell'album Bestiario d'amore del gruppo Chantango è inserita una poesia di Mauro Macario, "Sam", musicata e cantata da Gianluigi Cavaliere con interventi recitativi dello stesso Autore.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Saggisticamodifica | modifica sorgente

Articoli e saggi sulle riviste A, Poesia, Libertaria, Volontà, La Danza, Primafila.

Poesiamodifica | modifica sorgente

Nel 1990, al termine di un percorso artistico-esistenziale tracciato da esperienze disparate, si avvicina alla poesia. Fra il 1990 ed il 2012 pubblica sei libri di poesie:

Antologiemodifica | modifica sorgente

Macario è presente, con poesie, traduzioni e saggi sulla sua opera, in molte antologie:

  • Tre generazioni di poeti italiani -Una antologia del Secondo Novecento, a cura di F. De Nicola -G.Manacorda, Caramanica editore 2005
  • Il mondo attorno a un verso? Civiltà dell'utopia globale a cura di G. Occhipinti-Rubbettino Editore 2010, ISBN 9788849826814
  • Il Novecento Letterario Italiano a cura di F. De Nicola. De Ferrari Editore 2009, ISBN 9788864050874
  • Italia chiamò a cura di F.De Nicola. De Ferrari Editore, 2011, ISBN 9788864052069
  • Dizionario degli scrittori liguri a cura di F. Pastorino-M. Venturini-F. De Nicola. De Ferrari editore 2007, ISBN 9788871729091
  • Altramarea -Poesia come cosa viva a cura di Angelo Tonelli, Campanotto, 2006, ISBN 884560800X
  • I Limoni, a cura di F. De Nicola-G. Manacorda. Caramanica Editore, 1996
  • Antologia francese Les Chaiers de poésie-rencontres/et la poesié ligurienne du XXème siècle 1999 réalisé par Francesco De Nicola et Marc Porcu,traduction: Monique Baccelli et Marc Porcu.
  • Léo Ferré -entretiens entre peau et jactance di Claude Figara -Christian Pirot editeur, 2003
  • Album Arthur Rimbaud a cura di Eileen Romano, Einaudi-Gallimard -Biblioteca della Pleiade,1992. (Mauro Macario è presente nel volume come scopritore della casa di Rimbaud a Milano), ISBN 9788844600044
  • Ottagono-17 racconti su Milano a cura di Gerardo Mastrullo, Edizioni La vita felice,1995. (Nel racconto "Sulle tracce" di Lorenzo Morandotti, si descrive la ricerca di Mauro Macario che l'ha condotto alla scoperta della casa di Arthur Rimbaud a Milano.), ISBN 9788886314428.

Discografia parzialemodifica | modifica sorgente

33 girimodifica | modifica sorgente

45 girimodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ [1], Biblioteca Teatrale SIAE.
  2. ^ [2], Davinotti: Perché si uccidono.
  3. ^ [3], Teatro Greco: Il sogno di una maschera.
  4. ^ [4], Corriere della Sera: Quel ricciolo chiamato Macario.
  5. ^ [5], Regione Marche: Festival Léo Ferré.
  6. ^ [6], Rockol: comunicato stampa.
  7. ^ [7], Città Della Spezia: Sconfinando, il Premio Montale Fuori di Casa va a Polito, Sechi, Teophilo, Tonelli e Macario.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 160963786 LCCN: n2004028194








Creative Commons License