Max Hussarek von Heinlein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Max Hussarek von Heinlein
Baron Max Hussarek von Heinlein.jpg

Camera dei signori d'Austria
Gruppo parlamentare aristocratici

Dati generali
Partito politico Liberale moderato
Professione funzionario

Maximiliam Wenzel Roland Freiherr Hussarek von Heinlein (Pressburg, 3 maggio 1865Vienna, 6 marzo 1935) è stato un politico austro-ungarico.

Appartenente ad una famiglia della piccola nobiltà austriaca feudale d'origine magiara, fu presto iniziato alla politica e nel 1903 fu in qualità di sotto segretario membro del gabinetto di Paul Gautsch von Frankenthurm.

Dal 27 luglio 1918 al 17 ottobre 1918 fu Primo Ministro dell'Impero Austriaco.

Non fu mai molto ben visto dai suoi colleghi austriaci per il suo atteggiamento pacifista e neutralista, favorevole all'Italia e alla Serbia ma poco amichevole con la Germania; anzi, per dimostrare la sua ammirazione per il popolo italiano, assistette alle nozze tra Vittorio Emanuele III ed Elena di Montenegro.

Fece anche parte di quel gruppo di politicanti che chiedevano l'armistizio con gli Alleati.

Dopo l'abdicazione dell'imperatore Carlo I d'Austria, si ritirò dalla vita politica e nel 1935 morì a Vienna di tubercolosi, tra il disinteresse e la disistima di gran parte dei suoi colleghi.


Predecessore Primo Ministro dell'Impero Austro-Ungarico Successore
Ernst Seidler von Feuchtenegg 27 luglio 1918 – 27 ottobre 1918 Heinrich Lammasch

Controllo di autorità VIAF: 69727928 LCCN: no95031713

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie







Creative Commons License